Ultime notizie

Smart working

Trust project

  • 01 febbraio 2023
  • 31 gennaio 2023
    Telelavoro e legge 68/99

    Rapporti di lavoro

    Telelavoro e legge 68/99

    Un'Azienda sta predisponenendo un accordo con i dipendenti per lo svolgimento della prestazione lavorativa in telelavoro, non smart working . Vorremmo sapere se, una volta sottoscritti tali accordi, potremmo escludere i telelavoratori dalla base di computo ai fini della L. 68/99. L' accordo individuale di telelavoro sarebbe stipulato in forza di quanto previsto dal CCNL applicato (Metalmeccanica Piccola Industria Confapi) che sancisce come finalità dell'attivazione dell'accordo individuale la necessità di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Chiedo se ciò sia sufficiente o se sia necessario un accordo di secondo livello (aziendale) affinchè ci sia l'esclusione dal computo.

    Prevista una riduzione di stipendio del 6,5%

    Italia

    Prevista una riduzione di stipendio del 6,5%

    La casa di moda spagnola ha introdotto a fine 2022 la settimana lavorativa di quattro giorni (passando da 39,5 a 34 ore di lavoro settimanali) per i 500 lavoratori degli uffici centrali di Barcellona, esclusi i dipendenti dell’operation team e i commerciali. La settimana lavorativa è dal lunedì al

    Adesione individuale su base volontaria

    Italia

    Adesione individuale su base volontaria

    Il gruppo bancario, che ha 74mila dipendenti in Italia, propone da quest’anno ai lavoratori (purché non addetti a turni o a mansioni che presuppongano la presenza nell’intera settimana) di lavorare nove ore per quattro giorni (36 ore settimanali anziché 37,5), a parità di retribuzione. L’adesione è

  • 30 gennaio 2023
    La flessibilità crea disuguaglianze tra i lavoratori con o senza scrivania?

    PodcastItalia

    La flessibilità crea disuguaglianze tra i lavoratori con o senza scrivania?

    Dopo essersi occupate dell'innovazione del lavoro e dello smart working dei white collar, adesso la sfida futura delle organizzazioni sarà occuparsi dei deskless, ossia tutti coloro che non possono lavorare da remoto come chi lavora in fabbrica, nei negozi, nei ristoranti o nella sanità, che rappresentano quasi i tre quarti della forza lavoro