Persone

Umberto Eco

Umberto Eco nato il 5 gennaio del 1932 ad Alessandria, è deceduto il 19 febbraio del 2016 a Milano ed è stato un semiologo, filosofo e scrittore italiano.

E' stato il massimo esponente della cultura del libro, quello tradizionale, cartaceo, ma è anche stato il primo curatore, già negli anni Ottanta, di una delle prime Enciclopedie multimediali.

Dopo aver conseguito il diploma di maturità classica presso il Liceo "Giovanni Plana" di Alessandria, si è iscritto alla facoltà di Filosofia dell'Università di Torino, dove si è laureato nel 1954 con una tesi sull'estetica di San Tommaso d'Aquino. La tesi è stata poi approfondita e trasformata nel 1956 in un libro dal titolo "Il problema estetico in San Tommaso".

Molto cattolico in età giovanile ed attivo nell'Azione Cattolica, dopo gli studi universitari ha smesso di credere in Dio ed ha deciso di lasciare definitivamente la Chiesa cattolica.

Assunto in Rai nel 1954, vi ha lavorato fino alla fine degli anni '50, per poi assumere dal 1959 al 1975 la carica di condirettore editoriale della casa editrice Bompiani.

Nel 1961 ha intrapreso la carriera universitaria, che lo ha portato a diventare nel 1975 professore ordinario di Semiotica presso l'ateneo di Bologna.

Ha insegnato in qualità di Visiting Professor in molte università del mondo quali la New York University, Northwestern University, Columbia University, Yale University, Harvard University, University of California-San Diego, Cambridge University, Oxford University, Università di São Paulo e Rio de Janeiro, La Plata e Buenos Aires, Collège de France e l' Ecole Normale Supérieure (Parigi).

Direttore dell'Istituto di Comunicazione e spettacolo del DAMS dell'Università di Bologna, è poi divenuto Presidente della Scuola Superiore di Scienze Umanistiche.

Ha collaborato a numerose riviste settimanali e giornali quotidiani quali, "L'espresso" , " Il Giorno", "La Stampa", "Corriere della Sera", "la Repubblica"," il manifesto" ecc.

Il suo esordio letterario è avvenuto nel 1980 col best seller "Il nome della rosa", vincitore del prestigioso Premio Strega (ed. 1981) tradotto in 47 lingue, venduto in trenta milioni di copie e celebrato dalla televisione col film omonimo, interpretato da un impareggiabile Sean Connery.

Nel 1988 esce il suo secondo romanzo, che rivisita in chiave satirica i fatti veri o leggendari della storia e le cosidette teorie del complotto.

Umberto Eco è stato tributato di numerose onorificienze nazionali ed internazionali, riconoscimenti e premi letterari.

Tra le sue opere letterarie più recenti si ricordano, "Baudolino" (2000), "La misteriosa fiamma della regina Loana" (2004), "Il cimitero di Praga" (2010), "Numero zero" (2015) e da ultimo "Pape Satan Aleppe", che verrà pubblicata il prossimo 27 febbraio.

È stato sposato fin dal settembre 1962 con la tedesca Renate Ramge, insegnante d'arte ed aveva due figli, Stefano e Carlotta.

Ultimo aggiornamento 25 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Umberto Eco | Bompiani | Università di Yale | Università di Oxford | Harvard | Sean Connery | Azione Cattolica | Northwestern University | San Tommaso | Diego California-San | Università degli studi di Bologna | Giovanni Plana | Chiesa cattolica | RAI | Alessandria | Renate Ramge |

Ultime notizie su Umberto Eco

    il bambino e la balena e la narrativa ambientale per bambini - con intervista

    Raccontare l'ambiente ai più piccoli, la relazione tra specie diverse, l'amicizia e la solitudine, la notte stellata, la voglia d'avventura che da grandi abbandoniamo, quasi sempre (cfr. la canzone La Verità di Brunori SAS). Scrivere storie che illustrino, disegnino, affascinino e ci portino nel mondo "fuori" - senza paura di avere paura - e abbiano a cuore l'ambiente senza scomodare nemmeno la parola AMBIENTE, senza mode, green washing della coscienza, definizioni; ma che ci immergano tutti n...

    – Mauro Garofalo

    (S)ragionare per slogan, una malattia del lessico contemporaneo

    Non so se sia la paura per la pandemia o se piuttosto non sia un segno della cosiddetta "cultura orizzontale" - quella della reta internet, priva di filtri e dall'aspetto frammentario - di cui già tempo fa discutevano Giovanni Solimine e Giorgio Zanchini in un saggio omonimo, pubblicato da Laterza.

    – di Giuseppe Lupo

    Come ti collego razzismo, ambiente e futuro: con un libro

    Il nuovo libro di Valentina Giannella con le illustrazioni di Veronica Carratello ha un titolo emblematico e costitutivo. Edito da Centauria (? 14,90) ll nuovo razzismo, tra Black lives matter e giustizia climatica, si configura quale guida per ragazzi e adulti tenta di collegare vettori contemporanei non proprio immediati nella loro correlazione, in particolare: il rapporto tra crisi ambientale, razzismo e sostenibilità. C'è uno spettro che si aggira per il mondo, ed è lo spettro della regress...

    – Mauro Garofalo

    Il Sole 24 Ore indossa un nuovo formato

    Il quotidiano passa al modello Rhenish con impaginazione su 6 colonne e diversa scansione degli argomenti. Più ricco il menu delle sezioni specializzate

    – di Alberto Orioli

    Twitter & c. - Una rete senza rete

    Due fatti nei giorni scorsi hanno avuto per protagonista la rete, Internet e tutto quello che si muove attorno a quella rivoluzione delle comunicazioni che sempre più velocemente sta cambiando molti aspetti della nostra vita. Il primo fatto è costituito dai vent'anni di Wikipedia; il secondo dalla decisione di Twitter di sospendere l'accesso all'uomo più potente del mondo, il presidente uscente degli Stati Uniti, Donald Trump. Due fatti profondamente diversi. Il primo è la dimostrazione del lato...

    – Gianfranco Fabi

    Pierpaolo Piccioli porta a Shanghai la sua visione di Valentino

    Evento speciale battezzato «Re-Signify»: progetto ambizioso che si rifà (anche) alle teorie della semiologia, per mostrare come la moda sia una chiave di lettura del contemporaneo, grazie a contaminazioni con altre forme d'arte

    – di Angelo Flaccavento

1-10 di 460 risultati