Ultime notizie:

Silvana Editoriale

    La vita delle bolle di sapone

    Eccole: magiche, fragili ed effimere, tonde meraviglie che riescono a strapparci, inevitabilmente, ancora e sempre, un senso di stupore, quella primordiale attitudine al sorriso, alla sorpresa, al desiderio di bellezza che cova, spesso represso, o semplicemente dimenticato, dentro di noi: la

    – di Stefano Salis

    De Chirico in punta di penna e di pennello

    Che de Chirico non avesse un carattere facile, è risaputo. Ma leggendo le 460 lettere da lui scritte tra il 1909 e il 1929 a intellettuali e artisti di primo rango (Apollinaire, Soffici, Papini, Breton, Tzara, Paul e Gala Eluard...), a collezionisti, galleristi, mercanti (Paul Guillaume e Léonce

    – di Ada Masoero

    Le profezie di Andy Warhol

    Lo chiamavano Drella, una crasi tra Dracula e Cinderella, per la diabolica capacità di comandare con uno sguardo e la sua voce dimessa. Gli piaceva far credere di non sentire pulsioni tranne l'invidia per chi otteneva il successo e di non avere alcuna visione del mondo che non coincidesse con la

    – di Angela Vettese

    Giramenti di testa e di scatole

    «Nel terso bicchier / spumeggia e canta / le sue virtù». Di che si tratta? Ma della Magnesia Arnaldi, «la squisita purga spumante che tutti prendono sorridendo». E infatti per sorridere sorride, ed è magnifico, e forzutissimo, l'uomo - profilo similducesco, siamo nel 1930 -, che, a metà tra eroe

    – di Stefano Salis

    ArtVerona sceglie Adriana Polveroni

    Sempre più giornalisti sono chiamati nel mercato dell'arte a curare le relazioni tra artisti, galleristi e collezionisti come già successo nel dicembre 2015 per Benjamin Genocchio, direttore di ArtnetNews prima di essere chiamato alla direzione dell'Armory Show. Nel nostro piccolo Adriana

    – di Marilena Pirrelli

    Miniature del conte Cini

    La Fondazione Giorgio Cini di Venezia custodisce sull'Isola di San Giorgio una strepitosa collezione di miniature medievali e rinascimentali, paragonabile per importanza e qualità a poche altre raccolte in Europa e nel mondo, quali la collezione di Georges Wildenstein al Musée Marmottan di Parigi,

    – di Marco Carminati

    Pietro Accorsi il mercante delle meraviglie

    Leggendo la biografia del mercante d'arte torinese Pietro Accorsi (1891 - 1982) scritta dal giornalista Renato Rizzo ("Pietro Accorsi il mercante delle meraviglie", Silvana Editoriale ) viene in mente il barone Kaspar Utz, misterioso e maniacale collezionista praghese di porcellane di Meissen,

    – di Gabriele Biglia

    L'ombra di Piero sul Novecento

    Nella seconda metà del XIX secolo due stimati storici dell'arte, Crowe e Cavalcaselle, pur ammirando nella pittura di Piero della Francesca l'abilità nella resa prospettica e la «distribuzione delle luci e delle ombre», deploravano la mancanza di una «qualità essenziale per un artista qual è quella

    – Marco Bona Castellotti

1-10 di 186 risultati