Parole chiave

Work-life balance

Il termine "work-life balance" è un concetto ampio che indica la capacità di bilanciare in modo equilibrato il lavoro (inteso come carriera e ambizione professionale) e la vita privata (famiglia, svago, divertimento). Con questo significato il termine è stato usato per la prima volta in Gran Bretagna alla fine degli anni Settanta. Negli ultimi anni, come risultato dello sviluppo tecnologico, c'è stata una trasformazione dei luoghi di lavoro. Grazie a e-mail e smartphone, i dipendenti hanno sempre maggiore facilità a stare in contatto con il lavoro o addirittura a svolgerlo al di fuori del tradizionale ufficio. Il che offre molti vantaggi ma espone anche a qualche rischio di compromettere, senza l'approccio giusto o i dovuti accorgimenti, proprio il work-life balance.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Lavoro | Work-life balance |

Ultime notizie su Work-life balance

    Conviene veramente investire in un dottorato di ricerca?

    Il Dottorato di ricerca (o PhD) è il più alto livello di formazione previsto nell'ordinamento italiano. Per chi vi accede (mediante concorso pubblico per titoli ed esami), comporta un investimento di almeno tre anni, un tempo destinato ad acquisire un'autonoma capacità di ricerca scientifica, attraverso cui poter poi elaborare prodotti e processi innovativi con creatività e rigore metodologico in ambito pubblico e privato. Si tratta di un'opzione interessante? Ragionando in termini di prospett...

    – Eleonora Maglia

    Il work-life balance vale per tutti (indipendentemente dal genere)

    Per i Millennials un'azienda è più attraente se sensibile al work-life balance, tema che non vale solo per il genere femminile (ne abbiamo parlato precedentemente su Econopoly). Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, infatti, gli studi e le ricerche mostrano che il disagio causato dall'interferenza tra lavoro e vita privata interessa tanto gli uomini quanto le donne. La trasversalità del tema risulta ad esempio da uno studio globale che mostra come il work-life balance sia l'aspetto prior...

    – Eleonora Maglia

    Niente mail fra le 18 e le 8 o a colleghi in ferie: in Carel il diritto alla disconnessione

    Migliorarne la qualità del lavoro e assicurare ai dipendenti un migliore equilibrio fra vita e lavoro: alla Carel - specializzata in soluzioni di controllo per condizionamento, refrigerazione e riscaldamento e nei sistemi per l'umidificazione e il raffrescamento, base a Brugine in provincia di Padova -, da sempre attenta al benessere dei propri dipendenti, sono state introdotte ufficialmente le disconnection guidelines, per disciplinare  il diritto alla disconnessione. "Crediamo fortemente che ...

    – Barbara Ganz

    Quali sono (e perché) i migliori posti di lavoro per i Millennials?

    Great place to work, a partire da un'indagine su 57.975 dipendenti, ha individuato le 15 aziende italiane in cui i Milennials (o generazione Y, composta dalle persone nate tra il 1982 e il 1996) considerano auspicabile poter lavorare. Si tratta soprattutto di imprese attive nell'Information technology e nei servizi professionali e, su un ideale podio, si collocano Bending Spoons S.p.A., CASAVO e R-Everse. Secondo il Trust Index utilizzato da Great place to work, un clima lavorativo ottimo si ot...

    – Eleonora Maglia

1-10 di 215 risultati