Le nostre Firme

Ivan Cimmarusti

redattore |  @https://twitter.com/IvanCimma |  LinkedIn |  ivan.cimmarusti@ilsole24ore.com |

Ivan Cimmarusti, classe ’78, è redattore del Sole 24 Ore, per il quale segue le più importanti indagini giudiziarie italiane. Si occupa principalmente di procedimenti connessi a reati contro la Pubblica amministrazione, di tipo finanziario (con attenzione ai fenomeni di riciclaggio e di reinvestimento di denaro sporco), terrorismo e mafia.

Nella sua vita professionale ha avuto modo di scrivere anche con ItaliaOggi, L’Unità, Il Tempo, Il Nuovo Quotidiano di Puglia (Gruppo Caltagirone) e Il Corriere del Mezzogiorno. Nel 2011 ha collaborato alla redazione di “Liberté!”, un’opera dedicata al centro profughi di Manduria (Taranto).

Nel 2011 si è aggiudicato il Premio Internazionale Antimafia Livatino-Saetta per un’inchiesta giornalistica sui legami tra mafia e politica in Puglia.

  • Luogo: Roma
  • Lingue parlate: Italiano, inglese
  • Argomenti: Giudiziaria, terrorismo, inchieste
  • Premi: Nel 2011 tra i vincitori del Premio Internazionale Antimafia Livatino-Saetta

Ultimo aggiornamento 02 maggio 2019

Ultimi articoli di Ivan Cimmarusti

    Dal caso Consip allo scandalo nomine: tutti i nodi di Luca Lotti

    Luca Lotti si autosospende dal Partito democratico. Il suo congedo, probabilmente temporaneo, è stato annunciato con una lettera al segretario Nicola Zingaretti. Le intercettazioni della Procura di Perugia lo hanno «incastrato» mentre cerca di veicolare le nomine di magistrati negli uffici

    – di Ivan Cimmarusti

    Csm nella bufera: quattro addii e un autosospeso

    Dopo Luigi Spina, Gianluigi Morlini e Antonio Lepre, anche Corrado Cartoni si dimette dal Consiglio superiore della magistratura. Resta in sella Paolo Criscuoli, autosospeso e appoggiato da Magistratura indipendente, in rotta di collisione con le altre correnti e con l'Associazione nazionale

    – di Ivan Cimmarusti

    Caos Procure, l'intercettazione di Lotti: «Su Roma si vira su Marcello Viola»

    «Su Roma si vira su Marcello Viola», dice un convinto Luca Lotti, parlamentare democratico ed ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Lui, imputato nella Capitale nel processo Consip, decide con il collega dem Cosimo Ferri e con i magistrati Luca Palamara, Gianluigi Morlini, e Lugi Spina

    – di Ivan Cimmarusti

    Il network della truffa viaggia sulle pagine private di Facebook

    Per ironia della sorta l'acqua zuccherata è spacciata come elisir miracoloso per dimagrire o per non far perdere i capelli. Il messaggio pubblicitario, però, è occulto, perché non parte dalle aziende produttrici, ma dagli stessi compratori che, con la formula del "cashback" (coinvolgimento di un

    – di Ivan Cimmarusti

    Caos procure, si riaprono i giochi per la nomina del procuratore a Roma

    E' resa dei conti nella magistratura: al Plenum del Csm di mercoledì potrebbe essere deliberato che la nomina del nuovo procuratore capo di Roma torni in V Commissione, quella che si occupa degli incarichi direttivi e semidirettivi. Nei fatti potrebbe essere disposta un'analisi più dettagliata delle

    – di Ivan Cimmarusti

    Scandalo nomine al Csm, Ermini incontra i quattro consiglieri autosospesi

    Fare un passo indietro quantomeno per questioni di opportunità, per preservare l'immagine di un Consiglio superiore della magistratura travolto da una bufera senza precedenti per l'affare nomine. Il vice presidente del Csm David Ermini incontra in mattinata i quattro consiglieri autosospesi Corrado

    – di Ivan Cimmarusti

    Anagrafe dei conti bancari: l'incrocio dei dati «stana» le prime 156 società

    Quando i conti non tornano il Fisco alza la guardia. Se poi si tratta di conti correnti bancari, il livello di allerta raddoppia e scatta il gioco di squadra tra gli 007 delle Entrate e quelli delle Fiamme gialle. Ne sanno qualche cosa le 156 società di persone e di capitali finite nel primo

    – di Ivan Cimmarusti e Marco Mobili

    Toghe, Palamara respinge le accuse di corruzione: mai piegato a fantomatici interessi

    Luca Palamara assicura di non aver «mai piegato» la sua funzione «a fantomatici interessi». L'ex consigliere del Csm prova a rilanciare per respingere le accuse di corruzione e rivelazione del segreto, reati ipotizzati dai pm di Perugia che lo ritengono legato al faccendiere Fabrizio Centofanti,

    – di Ivan Cimmarusti

    Infermieri, per la maxi-frode dell'ente previdenziale sigilli a 40 milioni

    Un «bottino» da 40 milioni di euro. Tanto vale la presunta gestione illecita dell'Enpapi, la previdenza degli infermieri, per la quale rischia il processo l'ex presidente Mario Schiavon. Con lui risultano nel procedimento della Procura della Repubblica di Roma anche il direttore generale Marco

    – di Ivan Cimmarusti

1-10 di 682 risultati