Ultime notizie:

John von Neumann

    Le personalità dei «polymath» e la nascita delle start-up

    Tradizioni, credenze, norme, valori e artefatti: questi sono i semi della cultura che coltiva la mente. Quando la cultura ambisce ad essere motore dell'evoluzione, essa va attorno a nuove esperienze, corre <>, come direbbe il filosofo Giambattista Vico. Egli raccomandava

    – di Piero Formica

    Quando il Nobel parla la lingua del potere

    Un ripensamento radicale delle modalità di assegnazione del premio Nobel per l'Economia; talmente radicale da non escludere nemmeno la sua eliminazione. E' la tesi enunciata nel bel libro di revisione critica di Emiliano Brancaccio Il discorso del potere che ho avuto il piacere di leggere e

    – di Marcello Minenna

    L'Umano e l'Errore. Che ne è/sarà della libertà nella civiltà ipertecnologica?

    L'Umano, l'Errore, l'Imprevedibilità? Un approccio e percorsi di ricerca dal'95 Come sempre, senza "tempi di lettura". Al termine del contributo, collegamenti ad altri testi (divulgativi e scientifici) e riferimenti bibliografici. Buon lavoro e buona ricerca! Una ipercomplessità che non è un'opzione Una (iper)complessità che non è un'opzione, è un "dato di fatto": il vero problema è che non siamo educati e formati a riconoscerla e, in ogni caso, non con la nostra testa. Di fatto, non da ...

    – Piero Dominici

    La tragedia siriana e le lezioni dal conflitto che non ci fu

    La filosofia della guerra atomica è il titolo di un libro di Herman Kahn, il "Clausewitz dell'era atomica", pubblicato in Italia nel 1966. Nel libro, Kahn propone e argomenta la dottrina dell'attacco preventivo, secondo cui l'unico comportamento razionale davanti alla minaccia nucleare dell'Unione

    – di Vittorio Pelligra

    Le 10 cose che ogni CEO dovrebbe sapere sull'Intelligenza Artificiale

    Intelligenza Artificiale: gli impatti sul business Recentemente, su invito di Raul Nacamulli, ho lanciato un "Learning Talk" sul blog dell'Università Bicocca di Milano  che prendeva le mosse dalla seguente domanda: la trasformazione digitale crea o distrugge posti di lavoro?  E' una domanda che ormai quotidianamente ci si pone a tutti i livelli e, d'altro canto, i dati che la giustificano sono molti. Ad esempio, CBS Insights ha previsto che saranno circa dieci milioni i posti di lavoro persi...

    – Marco Minghetti

    Come cambia il corpo

    Siamo nel 1950 e Alan Turing pensa all'addestramento di una macchina intelligente la cui intelligenza sarebbe stata definita anche dalla possibilità di fare errori. Solo qualche anno più tardi John Von Neumann teorizza il computer come cervello artificiale, ponendo così le basi per un parallelismo tra uomo e macchina che non ha più smesso di essere indagato offrendo, così, diverse riflessioni sull'uomo contemporaneo. Riflessioni nate in ambito informatico che hanno influenzato scrittori di fanta...

    – Simone Arcagni

    Crescita, scienziati più ottimisti degli economisti

    La maggior parte degli economisti è rimasta perlopiù indifferente di fronte ai recenti progressi compiuti nell'ambito dell'intelligenza artificiale (ad esempio, il salto di qualità rappresentato dal programma che impara a giocare a scacchi, sviluppato da DeepMind lo scorso dicembre), trovando che

    – di Kenneth Rogoff

    Andare oltre i «mostri sacri» per capire i cambiamenti

    Non ditelo agli studenti! Le cose che insegniamo nei corsi introduttivi di economia hanno ben poco a che fare con il modo in cui noi stessi facciamo economia. I grandi pensatori della metà del Novecento - John Maynard Keynes, Friedrich Hayek e John Nash - avviarono un processo che ha finito per

    – di Samuel Bowles

1-10 di 25 risultati