Ultime notizie:

Andrea Roventini

    Bilancio unico europeo: la riforma che non c'è

    Circa una settimana fa sono stati rilasciati i dettagli sull'accordo sottoscritto dall'Eurogruppo di costituzione di un budget specifico per l'area Euro e di riforma dei meccanismi di accesso alle linee di liquidità di emergenza del Fondo Salva-Stati (European Stability Mechanism - ESM). L'accordo

    – di Marcello Minenna

    Spread e target2: due facce della stessa medaglia

    Il summit franco-tedesco di Deauville dell'ottobre 2010 ha stabilito che la gestione dei rischi dei debiti pubblici e privati degli Stati membri non avrebbe beneficiato, in prima istanza, di aiuti esterni da parte delle istituzioni europee. Prima di accedere a sostegni dall'esterno, lo Stato in

    – di Marcello Minenna

    Chi vuole uscire dall'Euro? Italexit: serve un dibattito (serio)

    Tra pochi mesi le elezioni europee vedranno contrapposte le forze euroscettiche contro quelle europeiste. In molti pensano che questa tornata elettorale possa rappresentare uno spartiacque capace di determinare il futuro dell'integrazione o della disintegrazione europea. I giallo-verdi, forse spinti dalla responsabilità di governo, sembrano aver deposto le mire riguardo a un'uscita dalla moneta unica (Italexit), lasciando comunque trasparire la volontà di frenare il processo di integrazione dall...

    – Tortuga

    Capitali in fuga dall'Italia: ecco la radiografia

    Nel corso del 2018 ci sono stati dei rilevanti movimenti di capitale da e verso l'estero. I dati aggiornati della bilancia dei pagamenti italiana permettono di identificare la tipologia di transazioni sottostanti ai movimenti di capitale ed avere un quadro più chiaro dei fenomeni in atto.

    – di Marcello Minenna

    Italia-Germania, soluzioni condivise per riformare l'euro

    Ai margini della complessa discussione tra governo e Commissione Europea, pochi giorni fa l'Eurogruppo ha ripreso il progetto di riforma dell'Unione monetaria, dopo lo stallo raggiunto al summit dello scorso giugno. I risultati del negoziato vanno letti in chiaro-scuro: se da un lato sono state

    – di Marcello Minenna*

    Del governo-ombra di M5S restano fuori in sei (su diciotto)

    Erano diciotto, ne sono rimasti fuori sei. Ora che con la nomina dei sottosegretari e viceministri la formazione della squadra di governo penta-leghista può dirsi completa, è possibile fare il bilancio dell'Esecutivo-ombra presentato da Luigi Di Maio e inviato con una mail al Quirinale alla vigilia

    – di Riccardo Ferrazza

    Nel nuovo governo sono sei i ministri «superstiti» della lista Di Maio

    Giuseppe Conte, Riccardo Fraccaro, Alfonso Bonafede, Elisabetta Trenta, Alberto Bonisoli e Sergio Costa. Nel neonato Governo giallo-verde sono i sei superstiti dei candidati ministri inseriti nella lista che il leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, aveva inviato al Quirinale all'indomani

    Giovanni Dosi: «Reddito di cittadinanza e flat tax? Incompatibili»

    Reddito di cittadinanza e flat tax? «Incompatibili». La sola flat tax? «Un regalo ai ricchi». L'abolizione della Fornero? «Giusta. Ma con questo programma, diventa insostenibile». A smontare così i capisaldi del governo Lega-Cinque stelle è Giovanni Dosi, professore di economia politica

    – di Alberto Magnani

    Governo Lega-M5S, accordo sul premier: pronto Conte. Braccio di ferro sul Tesoro

    «Stamattina abbiamo chiuso l'accordo sul premier e sulla squadra di ministri e speriamo che nessuno metta veti su una scelta che rappresenta la volontà della maggioranza degli italiani». Ad annunciarlo è il leader della Lega Matteo Salvini dopo la conclusione del faccia a faccia di domenica a Roma

    – di Marzio Bartoloni

1-10 di 19 risultati