Giornalista professionista, redattore al Sole 24 Ore. Nato a Verona nel 1990, laurea in filosofia e master in giornalismo economico come vincitore della borsa di studio Chiara Manzoni. Si occupa soprattutto di mercato del lavoro ed economia e politica internazionale, con un occhio di riguardo per Unione europea e Africa. Nel 2015 ha vinto il premio per il giornalismo scientifico «Alimentiamo il nostro futuro, nutriamo il mondo. Verso Expo 2015» di Agrofarma Federchimica e Fondazione Veronesi con un articolo sull’agrobusiness come motore di crescita per l’Africa. Nel 2018 è uscito «Robotica, fra realtà e fantascienza» (Il Canneto editore), pubblicazione che raccoglie un suo dialogo con Roberto Cingolani sull’impatto della robotica sul mondo del lavoro. Ha pubblicato nel 2019 «Gioventù sprecata - Perché l’Italia ha fallito sui giovani» e nel 2021 «Le due Italie. Perché il Paese è sempre più diseguale», entrambi editi da Castelvecchi. È autore di Europa24, una newsletter domenicale su tutto quello che succede a Bruxelles.

Luogo: Milano

Lingue parlate: inglese, tedesco

Argomenti: Lavoro, Unione europea, Africa

Premi: Premio "Alimentiamo il nostro futuro, nutriamo il mondo. Verso Expo 2015" di Agrofarma Federchimica e Fondazione Veronesi; Premio giornalistico State Street, categoria "Innovation"

Ultimo aggiornamento: 09 febbraio 2022
  • 10 luglio 2024
    Francia, non basta la gauche a rivedere i rapporti con l’Africa

    24Plus

    24+ Francia, non basta la gauche a rivedere i rapporti con l’Africa

    L’ipotesi di una Francia sotto la guida del Rassemblement national era stato accolta con freddezza dai leader africani, più scettici che intimoriti da un cambio di rotta sugli (ex) partner di Parigi. Dopo la battuta di arresto di Jordan Bardella, arginato dalla coalizione del Front populaire, c’è

  • 05 luglio 2024
    Africa, il potenziale da 154mila miliardi di dollari di una formazione di qualità

    24Plus

    24+ Africa, il potenziale da 154mila miliardi di dollari di una formazione di qualità

    Un balzo del Pil dell’Africa fino a 22 volte entro il 2100: l’equivalente di 154mila miliardi di dollari americani in più da qui alla fine del secolo. È l’incremento, da vertigine, che si prospetterebbe per le economie africane se «tutti i bambini ottenessero le competenze fondative» nel proprio

  • 04 luglio 2024
    Gas e idrogeno, la corsa dei Paesi Ue all’energia dell’Africa

    Mondo

    Gas e idrogeno, la corsa dei Paesi Ue all’energia dell’Africa

    L’ambizione del Piano Mattei, una delle politiche clou per il governo di Giorgia Meloni, è di «cambiare il paradigma» dei rapporti con i Paesi africani. In teoria la collaborazione dovrebbe estendersi su cinque pilastri di istruzione, sanità, agricoltura, acqua ed energia. Nei fatti, non è un

  • 03 luglio 2024
    Somalia, la morsa di crisi e terrorismo nella terra impossibile
  • 27 giugno 2024
    Dal nostro inviato: Kenya in rivolta per l’aumento delle tasse

    PodcastMondo

    Dal nostro inviato: Kenya in rivolta per l’aumento delle tasse

    Dopo l’ondata di proteste e di violenze contro la stretta fiscale (che hanno provocato almeno 20 vittime) il presidente keniota Ruto cerca di fare dietrofront sull’aumento delle tasse. Ma i tumulti non si fermano. La situazione e i possibili scenari raccontati dal nostro inviato a Nairobi

    Kenya, il testacoda di Ruto sulle tasse e il bivio di Nairobi

    24Plus

    24+ Kenya, il testacoda di Ruto sulle tasse e il bivio di Nairobi

    Prima le violenze, poi le minacce, ora il dietrofront e l’apertura al dialogo con le nuove generazioni. Il presidente del Kenya, William Ruto, ha dichiarato che non firmerà la proposta di legge finanziaria approvata dal Parlamento il 25 giugno: il casus belli delle proteste dilagate per Nairobi e

  • 25 giugno 2024
    Kenya nel caos per le proteste anti-tasse, parlamento in fiamme. Ruto: linea dura

    Mondo

    Kenya nel caos per le proteste anti-tasse, parlamento in fiamme. Ruto: linea dura

    Rage and courage, rabbia e coraggio. Il motto compariva in uno degli appelli circolati in vista della mobilitazione del 25 giugno, a Nairobi, nel giorno dello «shutdown totale»: la protesta contro il rialzo delle tasse poi approvato dal parlamento, una stretta che sta facendo vacillare l’hub

  • 23 giugno 2024
    Da Microsoft a Diageo, così la grande fuga delle multinazionali dalla Nigeria

    24Plus

    24+ Da Microsoft a Diageo, così la grande fuga delle multinazionali dalla Nigeria

    L’economia della Nigeria si abbevera da anni alle sue riserve di greggio, la risorsa che domina le esportazioni di Abuja. Da qualche giorno, c’è un altro «oro nero» che tiene banco nelle cronache: quello della Guinness, la birra stout venduta e consumata nel Paese da oltre 70 anni. Diageo, la

  • 22 giugno 2024
    Burkina Faso, le ombre di un nuovo golpe nel cuore africano (e globale) del terrorismo

    24Plus

    24+ Burkina Faso, le ombre di un nuovo golpe nel cuore africano (e globale) del terrorismo

    L’ultimo presidente eletto del Burkina Faso, Roch Marc Christian Kaboré, è uscito di scena con il primo dei due golpe a Ouagadougou nel 2022. L’accusa a suo carico era l’incapacità di affrontare le violenze jihadiste degenerate da anni nel Paese. La stessa contestazione che incombe, ora, su Ibrahim

  • 19 giugno 2024
    Difesa, gli ordini record spingono le assunzioni: 37mila posizioni aperte fra 10 big

    Mondo

    Difesa, gli ordini record spingono le assunzioni: 37mila posizioni aperte fra 10 big

    I gruppi industriali della Difesa si preparano ad assunzioni al «ritmo più rapido» dalla fine della Guerra fredda a oggi, con decine di migliaia di posizioni aperte fra i big europei e statunitensi del settore. Lo rivela un’inchiesta del quotidiano Financial Times su un campione di 20 società di

  • 19 giugno 2024
    L’agenda economica dell’estrema destra in Europa: dalla flat tax al rifiuto del green deal

    24Plus

    24+ L’agenda economica dell’estrema destra in Europa: dalla flat tax al rifiuto del green deal

    Dagli sconti fiscali per le Pmi alle tasse sulle rimesse dei migranti. Dalle barricate contro la politica green della Ue al rialzo dei salari nelle aziende che assumono «compatrioti». Le forze di destra radicale o estrema in Europa sembrano muoversi su terreni comuni quando si parla di impianti

    Sudafrica, nuovo strappo sull’Ucraina. Cresce il polo Brics

    24Plus

    24+ Sudafrica, nuovo strappo sull’Ucraina. Cresce il polo Brics

    Il presidente russo, Vladimir Putin, è stato fra i più tempestivi nelle congratulazioni a Cyril Ramaphosa: il leader sudafricano fresco di riconferma a Pretoria, dopo che il voto di fine maggio ne aveva fatto vacillare reputazione e futuro politico. In una nota, il Cremlino sottolinea che Putin ha

  • 14 giugno 2024
    Sudafrica, storica intesa Anc-Democratic alliance: verso governo unità nazionale

    Mondo

    Sudafrica, storica intesa Anc-Democratic alliance: verso governo unità nazionale

    La prima rottura si è consumata nel voto del 29 maggio. La seconda si sta materializzando ora, con un’intesa che sarebba apparsa impensabile anche alla vigilia della urne. Il Sudafrica, l’economia più industrializzata del Continente, si avvicina a un «governo di unità nazionale» retto sull’intesa

  • 12 giugno 2024
    G7 e piano Mattei sull’Africa: cosa aspettarsi su strumenti finanziari, infrastrutture, debito

    24Plus

    24+ G7 e piano Mattei sull’Africa: cosa aspettarsi su strumenti finanziari, infrastrutture, debito

    L’Africa era scivolata sullo sfondo alla riunione dei ministri degli Esteri del G7 dello scorso aprile. Dovrebbe tornare alla ribalta nel vertice clou di Borgo Egnazia, il summit del 13-15 giugno in Puglia che rappresenta lo snodo cruciale della presidenza italiana. Gli annunci in lizza vanno dalla

  • 10 giugno 2024
    L’Europa a destra? Affinità e divergenze fra i programmi dei «sovranisti» su economia, Ucraina e Ue

    24Plus

    24+ L’Europa a destra? Affinità e divergenze fra i programmi dei «sovranisti» su economia, Ucraina e Ue

    Taglio delle tasse e aumento dei salari. Supporto dichiarato all’Ucraina e ammiccamenti alla Russia di Vladimir Putin. Euroscetticismo «pragmatico» o pulsioni alla rottura con Bruxelles. Il blocco delle forze politiche di destra radicale ha guadagnato consensi alle urne delle Europee del 2024,