Ultime notizie

Giosetta Fioroni

  • 22 ottobre 2021
    Frieze Master: riparte il mercato per l’arte storicizzata e del collezionismo eclettico

    Arteconomy

    Frieze Master: riparte il mercato per l’arte storicizzata e del collezionismo eclettico

    Successo di pubblico e vendite per la prima fiera dedicata alle arti dalla preistoria alla fine del XX secolo. Forte presenza e vendite per l'arte italiana e l'arte al femminile

  • 16 luglio 2020
    Goffredo Parise, la casa delle fate e un amore selvaggio

    Cultura

    Goffredo Parise, la casa delle fate e un amore selvaggio

    Al colpo di fulmine immobiliare per la dimora di Salgareda segue quello erotico

  • 23 luglio 2019
    Ovidio Jacorossi trasforma l’associazione in Museo

    Arteconomy

    Ovidio Jacorossi trasforma l’associazione in Museo

    Nata nel 2017 per iniziativa di Ovidio Jacorossi, Musia è stata una realtà associativa senza scopo di lucro, con l'obiettivo di promuovere l'arte contemporanea, associata ad una S.r.l. dedicata alla vendita di opere d'arte. Oggi il noto imprenditore e collezionista romano, amministratore Unico

  • 18 giugno 2019
    L’arte del Dopoguerra conquista i collezionisti

    Arteconomy

    L’arte del Dopoguerra conquista i collezionisti

    A maggio e giugno si sono tenute in Italia alcune importanti aste di arte moderna e contemporanea da parte di case nazionali, in particolare da Finarte (ben due, una a Roma e una a Milano) e da Il Ponte. Massima attenzione con “white gloves” per la collezione di opere della Galleria storica romana

  • 05 febbraio 2019
    Arte Fiera getta le basi per il rinnovamento

    Arteconomy

    Arte Fiera getta le basi per il rinnovamento

    Arte Fiera mostra segnali di ripresa. Il curatore Simone Menegoi, alla sua prima edizione come direttore della storica manifestazione bolognese (1-4 febbraio), che quest'anno ha attratto oltre 50.000 visitatori, è riuscito a portare ordine tra gli stand grazie alla strategia di limitare il numero

  • 02 gennaio 2017
    Finarte propone artisti sottovalutati e aumenta il fatturato

    Arteconomy

    Finarte propone artisti sottovalutati e aumenta il fatturato

    La casa d'aste Finarte, marchio rilevato e rilanciato nel 2014 da un gruppo di soci investitori, ha chiuso il 2016 con un fatturato di 3,8 milioni di euro, in aumento del 52% rispetto al 2015 con quattro aste di quest'anno rispetto alle tre del 2015. Le percentuali di venduto sono state del 60% per

  • 09 dicembre 2016
    Nelle aste italiane Manzoni da record e ceramiche d'autore sugli scudi

    Arteconomy

    Nelle aste italiane Manzoni da record e ceramiche d'autore sugli scudi

    Lo straordinario successo che il 6 dicembre Il Ponte Casa d'aste di Milano ha raggiunto nell'asta di arte moderna e contemporanea con un fatturato di 5.450.000 euro, con il 91% dei lotti venduti e il 130% del venduto sul valore, ha dimostrato come le opere di qualità non solo delle grandi firme, ma

    Nelle aste italiane Manzoni da record e ceramiche d'autore sugli scudi

    Arteconomy

    Nelle aste italiane Manzoni da record e ceramiche d'autore sugli scudi

    Lo straordinario successo che il 6 dicembre Il Ponte Casa d'aste di Milano ha raggiunto nell'asta di arte moderna e contemporanea con un fatturato di 5.450.000 euro, con il 91% dei lotti venduti e il 130% del venduto sul valore, ha dimostrato come le opere di qualità non solo delle grandi firme, ma

  • 28 novembre 2016
    La Farnesina espone il Novecento

    Arteconomy

    La Farnesina espone il Novecento

    a Farnesina apre le porte agli appassionati d'arte. Da gennaio la collezione di circa 400 opere del contemporaneo custodita nelle sale del ministero degli Esteri sarà, infatti, visitabile, su prenotazione, ogni ultimo venerdì del mese . Un'apertura sistematica, dunque, rispetto a quelle sporadiche

    La Farnesina espone il Novecento

    Commenti e Idee

    La Farnesina espone il Novecento

    La Farnesina apre le porte agli appassionati d’arte. Da gennaio la collezione di circa 400 opere del contemporaneo custodita nelle sale del ministero degli Esteri sarà, infatti, visitabile, su prenotazione, ogni ultimo venerdì del mese . Un’apertura sistematica, dunque, rispetto a quelle sporadiche