Ultimo aggiornamento: 09 febbraio 2022
  • 19 settembre 2017
    Prezzi e volatilità, battaglia sui campi

    Commenti e Idee

    Prezzi e volatilità, battaglia sui campi

    Un anno fa gli imprenditori agricoli italiani tiravano le somme di una delle più critiche annate degli ultimi tempi: latte e derivati, cereali, ortofrutta, carni suine. In molti comparti produttivi i prezzi all’origine non coprivano i costi di produzione o di raccolta, tanto che in molti casi le

  • 13 settembre 2017
    Corte Ue: no agli Ogm solo se è dimostrato che fanno male

    Impresa e Territori

    Corte Ue: no agli Ogm solo se è dimostrato che fanno male

    Se non ci sono motivazioni scientificate comprovate, è possibile la coltivazione di piante geneticamente modificate (Ogm). Questo il senso della sentenza della Corte di Giustizia Ue che ha accolto il ricorso di un agricoltore italiano, condannatto nel 2014 per aver coltivato mais Ogm. Tuttavia il

  • 12 settembre 2017
    Made in Italy: quel deficit di crescita che diventa zavorra

    Impresa e Territori

    Made in Italy: quel deficit di crescita che diventa zavorra

    Non più tardi di una settimana fa le cronache plaudivano al fatto che la società De Rica – uno dei nomi storici dell’agroalimentare nazionale – rimanessero in mani italiane (per la precisione il compratore era il Consorzio cooperativo Casalasco), scongiurando così il pericolo che un altro pezzo di

  • 04 settembre 2017
    Il pomodoro Pomì compera De Rica

    Impresa e Territori

    Il pomodoro Pomì compera De Rica

    Il Consorzio cooperativo Casalasco di Cremona (marchio Pomì) ha annunciato l’acquisto del marchio e degli impianti De Rica, storico marchio italiano di verdure e conserve in scatola, nato nel 1963 e diventato famoso con Carosello dove i protagonisti erano Titti e Gatto Silvestro. A vendere è la

  • 01 settembre 2017
    La scelta digital  dei «big farm»

    Commenti e Idee

    La scelta digital dei «big farm»

    L’acquisizione del gruppo agrochimico americano Monsanto da parte della tedesca Bayer - operazione da circa 66 miliardi di $ - resta in attesa delle conclusioni dell’indagine aperta dall’Antitrust europea. L’esito è previsto per l’8 gennaio 2018 e, se non ci saranno rilievi, farebbe nascere un