Persone

John Maynard Keynes

John Maynard Keynes è stato un economista britannico. È l’autore della cosiddetta "rivoluzione keynesiana" ed è considerato il padre della macroeconomia. Ha pubblicato diverse opere di Economia, ha rivestito ruoli chiave durante la I e la II Guerra Mondiale e per la Banca Mondiale e inoltre è stato direttore dell’Economic Journal.

In cerca di una fonte di reddito, Keynes ha rimandato la scrittura della tesi a Cambridge per partecipare al concorso di ammissione al civil service, dove ha ottenuto l'India Office. Diventato lettore universitario, è stato finanziato da Alfred Marshall e ha iniziato a costruire la propria reputazione di economista. Nel 1912 è diventato direttore dell’Economic Journal, la principale rivista accademica economica dell'epoca. Entrato nella Royal Commission on Indian Currency and Finance, alla vigilia della I Guerra Mondiale è diventato consigliere del Cancelliere dello Scacchiere e del Ministero del Tesoro per le questioni economico-finanziarie. Nel 1919 ha partecipato alla Conferenza di pace di Versailles in qualità di Rappresentante economico del Tesoro. Nel 1944 durante la II Guerra Mondiale, Keynes ha guidato la delegazione inglese a Bretton Woods, negoziando l'accordo finanziario tra la Gran Bretagna e gli Stati Uniti. Nello stesso periodo è stato a capo della commissione per l'istituzione della Banca Mondiale.

L’opera principale di Keynes è la Teoria generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta (1936), nella quale getta le basi della macroeconomia e della domanda aggregata. Nel 1942 ha ottenuto il titolo di baronetto, diventando il primo Barone Keynes di Tilton.

John Maynard Keynes è venuto a mancare nel 1946, all'età di 63 anni.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Accordi e joint ventures | John Maynard Keynes | Gran Bretagna | Alfred Marshall | Royal | India Office | Ministero del Tesoro | Banca Mondiale |

Ultime notizie su John Maynard Keynes

    Keynes e la «Teoria Generale» che ci fece capire meglio il mondo

    John Maynard Keynes morì 75 anni fa, domenica 21 aprile 1946, a Tilton, un villaggio del Sussex a sud di Londra. Era nato a Cambridge il 5 giugno 1883. Aveva dunque poco meno di 63 anni. La sua morte fu improvvisa, ma non inaspettata. Da anni versava in condizioni di salute precarie: nella

    – di Giorgio La Malfa

    Per salvare il capitalismo: tra Polanyi, Schumpeter e Keynes

    Articolo di Mattia Marasti, studente di matematica presso Unimore e collaboratore di Kritica Economica -  Quando la crisi da Covid-19 ha investito il mondo occidentale, i più ottimisti ritennero che, dopo un fase di restrizioni, si sarebbe tornati a una sorta di normalità non solo nella nostra vita sociale ma anche economica. A marzo la speranza di molti era quella di una V Shaped Recovery. Il risparmio privato accumulato durante il lockdown avrebbe sostenuto i consumi, trainando un'economia in...

    – Krisis

    Cinque libri più uno: Babbo Natale si ri-mette a studiare. I nostri consigli (aggiornato)

    Un anno senza precedenti che per essere compreso richiederà tempo, dati e studio. Come regalo di Natale ci siamo chiesti quali sono i cinque libri da leggere per migliorare nel nostro lavoro, quali sono le domande a cui dobbiamo prepararci a rispondere, in quale direzione puntare il cannocchiale.  Abbiamo scelto cinque libri più uno, per rilassarci. Buona lettura. Andrea Gianotti Fabio Fantoni Filippo Mastroianni Cristina Da Rold Riccardo Saporiti Luca Tremolada Andrea Gianotti ......

    – Andrea Gianotti

    Per il rilancio post-covid serve una politica industriale per il terziario

    Le più recenti previsioni dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) sugli scambi internazionali sono meno drastiche e pessimistiche di quelle elaborate nei mesi scorsi. Intendiamoci, non c'è per l'anno in corso nessun dato neanche lontanamente positivo, ma la contrazione del 9,2% è comunque

    – di Gaetano Fausto Esposito

    Il Recovery plan per un ruolo riformato dei corpi intermedi.

    Con la pubblicazione delle Linee guida per la preparazione dei Piani di Ripresa e Resilienza la Commissione europea ha sottolineato l'importanza della sostenibilità competitiva da conseguire attraverso una strategia di crescita basata su investimenti e riforme. Non può esserci sostenibilità

    – di Gaetano Fausto Esposito

1-10 di 333 risultati