Le nostre Firme

Fabio Tamburini

direttore |  LinkedIn |

Fabio Tamburini, classe 1954, nato a Milano, laureato in Giurisprudenza, è direttore de Il Sole 24 Ore, Radiocor e di Radio24 dal 12 settembre 2018. In precedenza è stato vicedirettore del settimanale Milano Finanza e del quotidiano MF (gruppo Class), inviato e vicecaporedattore presso la redazione economica di Repubblica a Milano, inviato del Sole 24-Ore, caporedattore e capo servizio del settimanale economico il Mondo. Infine, vice direttore dell’agenzia Ansa.

Il primo incarico come giornalista è stato presso la redazione di Espansione. Si è sempre occupato per metà di finanza e per metà di economia industriale. E’ stato per otto anni professore a contratto presso le facoltà di Economia delle Università di Parma e Napoli.

Ha pubblicato cinque libri: 1) Un siciliano a Milano, biografia non autorizzata di Enrico Cuccia (1992, Longanesi), 2) Misteri d’Italia, una lunga intervista ad Aldo Ravelli, per mezzo secolo numero uno della borsa (1995, Longanesi), 3) Affari in piazza, sulla Borsa italiana (2001, Longanesi), 4) Storie di italiani in Borsa (2008, Il Sole 24 Ore), 5) Wall Street:la stangata (2009, Baldini Castoldi Dalai).

  • Luogo: Milano
  • Argomenti: finanza, economia industriale

Ultimo aggiornamento 10 ottobre 2018

Ultimi articoli di Fabio Tamburini

    Ex Ilva: gli italiani pagheranno gli errori a caro prezzo

    Il governo è in un vicolo cieco. La certezza è che chi pagherà il prezzo dell'improvvisazione e dell'incompetenza sarà, ancora una volta, il mitico Pantalone, cioè quegli italiani, pochi, che pagano le tasse fino all'ultimo euro

    – di Fabio Tamburini

    Un banchiere che ha saputo parlare alla politica

    «Verrà ricordato per l'uso sapiente e bene argomentato di quello che è stato definito il bazooka della Bce, cioè l'immissione di liquidità sui mercati. Una politica monetaria che, tra l'altro, è servita anche all'Italia per limitare i danni di una congiuntura difficile e di un debito pubblico troppo elevato».

    – di Fabio Tamburini

    La vera sfida rimane il rilancio dell'economia

    Nessuno ha la bacchetta magica. Per questo il giudizio sulla cornice della manovra presentata in Consiglio dei ministri non può essere che interlocutorio. La ragione è semplice: occorre lasciare al nuovo Governo il tempo per prendere le misure necessarie e agire di conseguenza. Certamente non sarà

    – di Fabio Tamburini

    Basta con il tira e molla

    Gli italiani hanno le scatole piene di un governo che non governa, diviso da risse continue tra i due partiti leader

    – di Fabio Tamburini

    Le parole, i fatti e le scelte di Salvini

    I conti pubblici sono fuori controllo. E questa non è una novità. Ma una novità c'è: la campagna elettorale continua, con le forze di governo che un giorno sì e uno no tirano fuori dal cappello promesse sempre più impegnative e onerose. Numeri e fatti parlano chiaro. E' bene ricordarli. La

    – di Fabio Tamburini

    Più speranze e meno risentimenti

    L'intervento di Paolo Savona nel primo incontro annuale con il mercato finanziario come presidente della Consob è stata la cronaca di un evento annunciato. Chi ne conosce bene l'esperienza di vita, a partire dal binomio con Guido Carli, economista e governatore della Banca d'Italia per 15 anni, non

    – di Fabio Tamburini

    Più nascite e immigrati contro il declino

    «Alzando lo sguardo oltre l'orizzonte della congiuntura non possiamo ignorare il rischio, implicito nelle tendenze demografiche, di un netto indebolimento della capacità produttiva del Paese e la prospettiva di una forte pressione sulle finanze pubbliche». Nelle considerazioni finali del

    – di Fabio Tamburini

    Una Europa che deve essere rilanciata

    Certamente, almeno in Italia, è stata una campagna elettorale in cui di Europa si è parlato meno del dovuto. E anche la prima ondata di commenti ha avuto come priorità la situazione interna. Tutti argomenti giustificati dalla straordinaria incertezza e dalle emergenze che, a partire dall'andamento

    – di Fabio Tamburini

    Dare un futuro ai neonati di oggi

    L'assemblea annuale di Confindustria è stata aperta ieri con un video che racconta dell'Italia che troverà tra 20 anni un bambino nato il 22 maggio 2019. E' un filmato molto bello: «Quella Italia», ha commentato Vincenzo Boccia, presidente degli imprenditori italiani, all'inizio dell'intervento,

    – di Fabio Tamburini

1-10 di 88 risultati