Aziende

Deutsche Bank

Deutsche Bank è una banca leader in Germania e in Europa, presente anche in Nord America, Asia e nei mercati emergenti, che conta circa 80.000 dipendenti, in 2790 filiali distribuiti in 70 Paesi e 20 milioni di clienti. Deutsche Bank è organizzata in 3 divisioni di business: corporate and investment bank, private clients and asset management e corporate investments. In Italia secondo mercato dopo la Germania conta 620 punti vendita e più di 2 milioni di clienti. La banca è quotata a Piazza Affari.

Il maggiore azionista del gruppo è il conglomerato cinese Hna che ha quasi 10%, insieme a due fondi dell'emiro del Qatar, seguito da BlackRock con il 5,9 percento (dati maggio 2017).

Il gruppo ha annunciato nel 2015 di voler tagliare 9000 posti di lavoro entro il 2018 e ha registrato diverse perdite per 5 miliardi causa di svalutazioni, multe e accontonamenti per rischi giuridici (è coinvolta in migliaia di procedimenti giudiziari). A settembre del 2016 il dipartimento di giustizia americano ha inflitto una multa di 14 miliardi di euro a Deutsche Bank per lo scandalo dei mutui subprime che la vede coinvolta. Dopo una perdita netta di 1,4 miliardi di euro nel 2016, che si aggiunge ai 6,8 miliardi del 2015, ad aprile 2017 ha varato un aumento di capitale di 8 miliardi.

La storia
Fondata nel 1870 a Berlino, Deutsche Bank è nata con l’obiettivo di promuovere il commercio tra la Germania, i paesi europei e i mercati d'oltremare. Questa vocazione internazionale dell’istituto tedesco, si sviluppa fin da subito e solo tre anni dopo la sua fondazione, sono state aperte filiali a Londra, Yokohama e Shanghai. A fine Ottocento Deutsche Bank si è alleata con le principali banche regionali tedesche per sostenere gli sforzi dell'industria nazionale all'estero.

Dopo le guerre mondiali e con la costituzione della Repubblica Federale Tedesca, la frammentazione che aveva smembrato l’istituto viene a cadere e nel 1957 torna in vita la Deutsche Bank. Negli anni Cinquanta, quando la Germania è diventata il motore dell'economia europea, Deutsche Bank è ritornata a puntare sulla sua internazionalizzazione e a partire dal 1973, anno in cui ha aperto un ufficio a Mosca, ha sviluppato la sua presenza a Londra, Tokyo, Bruxelles, Anversa, New York, Parigi, Madrid, Hong-Kong, Nuova Delhi, Budapest, Varsavia, Praga, Hanoi, Kiev e in molte altre città. Dal 1977 è presente in Italia, anche attraverso le acquisizioni della Banca d’America e d’Italia, della Banca Popolare di Lecco e del network di promozione finanziaria Finanza & Futuro Banca.



Ultimo aggiornamento 04 maggio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Fusioni e Acquisizioni | Europa | America del Nord | Banca d'America e d'Italia | Asia | Finanza & Futuro | Banca Popolare di Lecco |

Ultime notizie su Deutsche Bank

    Il tuo prossimo capo potrebbe essere un robot. Ma quanto costerà?

    Quando si parla di robotica come forza lavoro, spesso ci si chiede cosa succede ai dipendenti che lavorano in un'azienda che decide di automatizzare. Una risposta hanno provato a darla 4 ricercatori olandesi, dell'Università di Utrecht. Eccola

    – di Biagio Simonetta

    Tutte le ragioni per le quali Berlino difende la Nato (tra queste la force de frappe francese)

    L'incontro dei capi di Stato e di governo della Nato questa settimana a Londra sarà l'occasione per festeggiare i 70 anni dell'organizzazione militare. I sentimenti sono contrastanti. Le tensioni tra i paesi membri non mancano. Conosciamo bene quelle tra gli Stati Uniti e i paesi europei. Conosciamo meno bene quelle che serpeggiano tra Parigi e Berlino. In una ormai nota intervista a The Economist, il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che la Nato è in uno "stato di morte cerebral...

    – Beda Romano

    Perché se vivi a Oslo non conviene bere Coca Cola

    Diffuso ormai in ogni angolo del mondo, il marchio Coca Cola è probabilmente il primo nome che viene in mente nell'immaginario collettivo quando si fa riferimento alle bibite. Con ben centotredici anni di storia alle spalle, nata ad Atlanta (Georgia, Stati Uniti) dall'idea del farmacista statunitense John Stith Pemberton che ne voleva fare un rimedio contro mal di testa e stanchezza - in modo simile a quanto proposto in Europa da Angelo Mariani - la bevanda nacque originariamente con un altro n...

    – Infodata

    Mes, 5 miti da sfatare sul Fondo salva-Stati

    Il dibattito sul Mes sta facendo emergere una lunga serie di mistificazioni ed equivoci sull'istituzione di Bruxelles. Ecco alcuni dei luoghi comuni più diffusi su come funzionerebbe lo European stability mechanism

    – di Costantino De Blasi*

    Per i gestori la raccolta di ottobre è positiva per un miliardo

    I fondi comuni sono tornati in territorio negativo (-225 milioni). Saldo di oltre 1 miliardo per le gestioni di portafoglio . Il patrimonio complessivo dell'industria dell'asset management è sceso a 2.275 miliardi (2.283 a settembre)

    – di Isabella Della Valle

    Deutsche Bank cede 50 miliardi di sofferenze a Goldman Sachs

    La vendita dei 50 miliardi di asset tossici legati a titoli sui mercati emergenti e a derivati è solo l'ultima di una serie di misure per ristrutturare il debito della divisione americana

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    La Coca Cola misura di tutte le cose? Ecco come variano i prezzi nel mondo (al litro)

    Diffuso ormai in ogni angolo del mondo, il marchio Coca Cola è probabilmente il primo nome che viene in mente nell'immaginario collettivo quando si fa riferimento alle bibite. Con ben centotredici anni di storia alle spalle, nata ad Atlanta (Georgia, Stati Uniti) dall'idea del farmacista statunitense John Stith Pemberton che ne voleva fare un rimedio contro mal di testa e stanchezza - in modo simile a quanto proposto in Europa da Angelo Mariani - la bevanda nacque originariamente con un altro n...

    – Fabio Fantoni

1-10 di 3820 risultati