Ultime notizie:

Benedetto Croce

    IL NOME DELLE COSE - 10. La paura, la notte, il bosco, tutto quel che resta

    (Foto di Rachel Claire da Pexels) Cos'è la paura lo scopri andando di notte nel bosco. Da solo o con un amico. I rumori nel buio, i piccoli schiocchi secchi a cui non ci si abitua. Un rumore lontano e distante, una luce nel buio. Il nero della notte. E le stelle a fare da contrappunto poco rincuorante. Quando cammini nel bosco di notte sei solo tu e il rumore delle pietre secche sotto le suole delle scarpe. Solo tu e il fiato che manca. Solo tu e il bastone di legno a bordo sentiero, del quale ...

    – Mauro Garofalo

    La lezione che arriva dall'inflazione tedesca di un secolo fa

    «Per tanti anni ho potuto solo scrivere, ora posso parlare». E' quanto si legge nell'ultimo lavoro di Antonio Fazio su L'inflazione in Germania nel 1918-1923 e la crisi mondiale del 1929, (Treves Zeitgeist, 2021). Questo volume, a parte l'attenta disamina storico-economica di un ventennio che ha

    – di Giuseppe Di Taranto

    La differenza irriducibile tra fascismo e comunismo

    Simili, sono simili. Due regimi in cui il partito - più che lo Stato - tiene insieme società ed élites e governa tutto. La brutalità di fascismo e comunismo è spesso analoga, anche se le intenzioni dei massacri sono profondamente diverse: la pulizia etnica contro quella che era percepita come l'"élite cattiva" degli ebrei da una parte, l'annientamento di coloro che si oppongono alla costruzione di una società senza classi, senza dominio, senza sfruttamento dall'altra... Non è però l'argomento m...

    – Riccardo Sorrentino

    Le sentenze dei giudici e quelle della storia

    Che il giudice - o, più generalmente, il giurista chiamato a render parere su un caso concreto - si trovi nella necessità di farsi "storico", e perciò di ricostruire e narrare eventi del passato; questa è proposizione da tutti condivisa. Il giureconsulto è storiografo di quel piccolo frammento o

    – di Natalino Irti

    Perché occorre «liberare» il liberalismo

    E' l'ora del liberalismo. Purché esca dalla gabbia in cui si è rinchiuso. Il panorama politico sta cambiando rapidamente. A destra, il vecchio conservatorismo sta mostrando il suo vero volto, assai poco moderato: quello di un sovranismo a tinte populiste, decisamente illiberale, anche se sopravvive, a stento, al suo interno qualche voce dai toni liberali. A sinistra la socialdemocrazia è diventata una confusa proposta in cui si mescolano elementi di solidarismo di matrice cristiana o vagamente s...

    – Riccardo Sorrentino

    L'Afghanistan e le ragioni del 1789

    Il 26 agosto 1789, 224 anni fa, l'Assemblée Constituante approvò gli ultimi articoli della Déclaration des droits de l'homme et du citoyen. Oggi quelle norme sono ancora in vigore, in Francia, e hanno rango costituzionale. E', con buona pace di tanti - soprattutto in Italia, ma non solo - l'atto politico da cui nasce il liberalismo. Gli anglosassoni si sono inventati una genealogia interessante, che in genere parte da Locke e a volte passa anche attraverso Burke, un dei padri del conservatoris...

    – Riccardo Sorrentino

    L'Afghanistan, e il liberismo

    No, non è colpa del liberismo se l'occupazione dell'Afghanistan è finita male. E' stata una classica operazione militare, in cui si è tentato di colpire i gruppi terroristici talebani e, parallelamente, effettuare operazioni di peacekeeping nelle aree effettivamente controllate dagli alleati. Si è anche cercato di dar vita a uno stato nuovo e a ricostruire l'economia, creando un settore dei servizi e favorendo un'élite cittadina, nella speranza che trainasse - al momento opportuno - l'intero paes...

    – Riccardo Sorrentino

    Il Covid: perché la filosofia «non può» parlarne

    Gli errori si pagano. Soprattutto se si persevera in essi molto a lungo. I filosofi italiani - Giorgio Agamben, Massimo Cacciari, ma anche Gianni Vattimo - rivendicano il diritto di discutere di covid e di vaccini, con risultati spesso deludenti . In un senso specifico: le loro argomentazioni sono spesso debolissime. Persino il richiamo di Cacciari sul possibile abuso dello "stato di emergenza", che si basa su argomentazioni tutte giuridiche, sembra un po' vacillare: non perché il problema n...

    – Riccardo Sorrentino

1-10 di 243 risultati