Storica dell'economia, collabora a “Il Sole 24 Ore” dal 2004. Si occupa di rapporti geo-economici e geopolitici a livello mondiale; ha pubblicato numerosi saggi su questi temi oltre che sull'industria e sull'economia italiana ed europea. Dal 2006 al 2014 ha condotto studi e ricerche negli Stati Uniti, ricevendo nel 2009 un riconoscimento da Hagley Center for the History of Business, Technology and Society (Wilmington, Delaware). Già docente presso l'Università degli Studi di Torino, nel 2012 ha ottenuto l'ASN come Professore Associato di Storia Contemporanea. E' fellow di: EBHA-European Business History Association, BHC-Business History Conference, AHB-Association of Business Historians, ASSI-Associazione Studi Storici sull'Impresa. Nell'ambito della sua attività professionale ha collaborato con molteplici Centri di ricerca e altrettante imprese. Fra gli altri: IAI- Istituto Affari Internazionali, Fondazione Adriano Olivetti, Centro Studi Americani di Roma, Centro di ricerca Luigi Einaudi di Torino. Ha scritto per importanti testate online specializzate in affari e politiche internazionali. Fra i suoi ultimi libri: Il lungo addio. La fine dell'alleanza tra Europa e Stati Uniti, Laterza, Roma-Bari, 2019; La guerra fredda economica. Italia e Stati Uniti, 1947-1989, ristampato nella collana Storia dell'economia mondiale, RCS-Corriere della Sera, 2019. L'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese. L'eccezione italiana con presentazioni di Barbara Beltrame e Carlo Robiglio, Interlinea, Novara, 2020.

Luogo: Torino

Lingue parlate: italiano, inglese

Argomenti: geopolitica, relazioni transatlantiche, geo-economia, Stati Uniti, Cina, Russia, Europa

Ultimo aggiornamento: 09 febbraio 2022
  • 06 agosto 2020
    Pechino, i rischi geopolitici di un rimbalzo breve

    Commenti

    Pechino, i rischi geopolitici di un rimbalzo breve

    La ripresa post-Covid della Cina rischia di avere vita breve, uno scenario che preoccupa, soprattutto per le sue ricadute politiche

  • 30 giugno 2020
    Sottoccupati e malpagati, la crisi dei “buoni lavori” in Europa e Usa

    24Plus

    24+ Sottoccupati e malpagati, la crisi dei “buoni lavori” in Europa e Usa

    I “buoni lavori” sono cruciali perché l’economia prosperi, la classe media cresca, il settore imprenditoriale si espanda e, più importante, per lo sviluppo umano. Ma è lecito chiedersi se adesso sia ancora così

  • 12 giugno 2020
    Catene del valore e destino della Ue

    Commenti

    Catene del valore e destino della Ue

    Il Covid-19 potrebbe danneggiare, infatti, la competitività europea accelerando il dominio di Usa e Cina

  • 14 aprile 2020
    Il Covid-19 e la rivincita degli stakeholder

    Commenti

    Il Covid-19 e la rivincita degli stakeholder

    Il mondo occidentale ha avuto più di un decennio per prepararsi a una nuova recessione globale dopo la crisi finanziaria del 2008, ma non ha imparato la lezione fondamentale: che una risposta politica scoordinata prolunga la debolezza dell’economia con inevitabili e imprevedibili conseguenze a

  • 18 dicembre 2019
    Cina e Russia, la partita africana decisiva per lo scenario futuro

    Commenti

    Cina e Russia, la partita africana decisiva per lo scenario futuro

    Gli interessi della Cina in Africa sono enormi ma il giudizio sulla sua presenza è controverso. Alcuni accusano Pechino di pratiche neocoloniali e di attuare una diplomazia della “trappola del debito”; altri sono soddisfatti di tutte le infrastrutture realizzate in quanto benefici netti per il