Le nostre Firme

Daniel Gros

Daniel Gros è un economista tedesco, attualmente direttore del Centre for European Policy Studies (CEPS), una istituzione di ricerca multidisciplinare il cui ambito di attività varia dai mercati finanziari allo sviluppo sostenibile.

Laureato all'Università "La Sapienza" di Roma, ha ottenuto il Ph.D. in Economia all'Università di Chicago.

Daniel Gros ricopre anche la carica di Vicepresidente, come indipendente, di Eurizon Capital SGR, la società di asset management del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Daniel Gros
    • News24

    Cambio al vertice della Bri, dopo Caruana arriva il messicano Carstens

    Cambio al vertice della Banca dei Regolamenti Internazionali (Bri) anche nota come Bank for International Settlements, Bis in inglese, ma meglio conosciuta, nonostante la tenuta di un profilo bassissimo, come la "banca delle banche centrali".

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Gros: «La Germania ora è un partner meno affidabile ma anche meno dominante»

    «Il sistema politico tedesco si è finalmente 'normalizzato', è diventato multi-polare. Questa svolta (il fallimento dei colloqui per la formazione del nuovo governo tedesco, ndr) renderà la Germania un partner meno affidabile, ma anche meno dominante. Il che ha dei vantaggi importanti per

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    «Economia come» tre giorni di incontri e dibattiti a Roma

    Tre giorni di fitto dibattito, con 26 appuntamenti in agenda, articolati in Dialoghi, Frontiere, Visioni e Grandi interviste. La prima edizione del festival "Economia come - L'impresa di crescere", prenderà avvio all'Auditorium Parco della Musica di Roma il 17 novembre, con l'obiettivo di offrire

    – di Dino Pesole

    • News24

    Il surplus tedesco, il bene dell'Europa e quello di Berlino

    L'enorme e persistente surplus delle partite correnti della bilancia dei pagamenti della Germania non è stato menzionato nel recente dibattito elettorale tra la cancelliera Angela Merkel e Martin Schulz del Partito socialdemocratico. Tale assenza non ha probabilmente turbato i tedeschi, ma per

    – di Fabrizio Coricelli

    • News24

    Il pericoloso successo dei leader illiberali

    L'ascesa delle "democrazie illiberali" in Europa è una delle tendenze più nocive del nostro tempo. Questi regimi sono tipicamente centrati su un leader che concentra il potere nelle proprie mani prevaricando - e in alcuni casi eliminando - controlli e bilanci istituzionali. Vladimir Putin in

    – di Daniel Gros

    • News24

    Il futuro del commercio tra leader populisti e capri espiatori

    Con l'ampio incoraggiamento da parte del presidente Usa Donald Trump e di altri demagoghi populisti, la paura pubblica della globalizzazione è diventata una delle questioni dominanti del nostro tempo. Tra tutte le molteplici manifestazioni della globalizzazione, i populisti hanno preso di mira gli

    – di Rohinton P. Medhora

    • News24

    La forza latente dell'Eurozona

    Per anni l'Eurozona è stata percepita come un'area disastrosa, e spesso le discussioni sul futuro dell'unione monetaria hanno paventato un suo possibile crollo. Quando i britannici hanno votato per abbandonare l'Unione europea lo scorso anno, erano spinti in parte dalla percezione che l'Eurozona

    – di Daniel Gros

    • News24

    Cento giorni di inquietudine

    La convenzione di valutare i primi 100 giorni di un leader nazionale risale a Napoleone, passando da Franklin Delano Roosevelt. Mentre i 100 giorni di Napoleone prima di Waterloo sono stati un profilo di alterigia, e i primi 100 giorni di FDR un ritratto della speranza, la presidenza di Donald

    – di Roman Frydman, Ken Murphy, Stuart Whatley e Jonathan Stein

1-10 di 222 risultati