Ultime notizie:

Zona euro

    Mes, sul tavolo dell'Eurogruppo anche il nodo ratifiche: Italia in ritardo (ma non è l'unica)

    Il ministro dell'Economia Franco sarà chiamato a fare il punto sulla mancata ratifica da parte dell'Italia. All'appello mancano anche Germania, Francia e Portogallo. A Parigi e Lisbona le ratifiche sono però in dirittura d'arrivo, mentre Berlino per completare la procedura dovrà attendere il pronunciamento della Corte Costituzionale di Kharlsruhe, in arrivo entro un paio di mesi

    – di Andrea Carli

    Oltre la difesa: nel vertice UE di marzo Parigi vuole discutere di un "nuovo modello di crescita"

    Il vertice europeo che si terrà a Parigi l'11-12 marzo doveva in origine essere dedicato all'Europa della difesa. Così era nelle prime intenzioni. Nel frattempo, la presidenza francese dell'Unione europea ha in parte cambiato impostazione. Presentando qualche giorno fa un incontro di routine tra il presidente Emmanuel Macron e il suo omologo alla guida del Consiglio europeo, Charles Michel, l'Eliseo ha definito il prossimo summit di metà semestre "un vertice informale dedicato al nuovo modello e...

    – Beda Romano

    Garanzie statali per affrontare i nodi della liquidità

    La richiesta indirizzata nei giorni scorsi al governo dal presidente dell'Associazione bancaria italiana (Abi), Patuelli, di prorogare le misure di sostegno finanziario alle imprese contenute nel "Decreto legge Liquidità" è un indicatore delle preoccupazioni in ordine alle prospettive del sistema

    – di Massimiliano Giansanti

    Il gradualismo assennato della Bce

    STANFORD - Le principali banche centrali del mondo hanno cambiato marcia e annunciato piani per inasprire la politica monetaria. Con una importante eccezione: la Banca centrale europea, che non intende alzare i tassi di interesse nel 2022, pur consapevole dei rischi di inflazione di oggi.

    – di Melvyn B. Krauss

    Trattato del Quirinale - Le reazioni della stampa tedesca, tra sufficienza e preoccupazione

    Il Trattato del Quirinale, firmato a Roma da Francia e Italia, ha già provocato questa settimana in Germania numerose reazioni e numerosi interrogativi. La stampa oscilla tra il timore di un nuovo fronte italo-francese su temi cari all'establishment tedesco e un atteggiamento di sufficienza di commentatori che conoscono la storia dei due paesi e reagiscono nei fatti con una alzata di spalla. In una doppia corrispondenza da Parigi e Roma, Handelsblatt, il giornale economico di Düsseldorf, mette ...

    – Beda Romano

1-10 di 4484 risultati