Ultime notizie:

Zan

    Venezia '75: Vince «Roma», il migliore. Nonostante la distribuzione di Netflix e il chiacchiericcio su presunti conflitti di interesse, ha vinto la pellicola più bella, quella di Alfonso Cuarón

    Il regista greco ha girato un film in costume (lo sono diverse opere in concorso, il già citato Peterloo, The Nightingale di Jennifer Kent, Capri-Revolution di Mario Martone, il trascurabile Napszálta di László Nemes, il guerresco esistenziale Zan di Shinya Tsukamoto), ambientato in Inghilterra nel XVIII secolo, ravvivando le trame di corte con carrellate e grand'angoli.

    – Cristina Battocletti

    Vince il miglior film: «Roma» del messicano Alfonso Cuarón

    Il regista greco ha girato un film in costume (lo sono diverse opere in concorso, il già citato “Peterloo”, “The Nightingale” di Jennifer Kent, “Capri-Revolution” di Mario Martone, il trascurabile “Napszálta” di László Nemes, il guerresco esistenziale “Zan” di Shinya Tsukamoto), ambientato in Inghilterra nel XVIII secolo, ravvivando le trame di corte con carrellate e grand'angoli.

    – di Cristina Battocletti

    Mai provocare Eddy Merckx

    Lo strada che porta in cima allo Jafferau è praticamente una parallela della salita verso la diga di Rochemolles: entrambe partono da Bardonecchia, ma solo la prima ha ospitato l'arrivo del Giro d'Italia in tre occasioni. Due in tempi recenti, nel 2013 con la vittoria di Mauro Santambrogio (poi

    Fake News and Post-Truths? The "real" issue is how democracy is faring lately

    In the end, despite our steadfast efforts to avoid treading in the footpaths of trend-issues, systematically fueled and fed by the media and social networks, we have practically been "forced" to speak about them, due to the repeated requests and stimuli we have received. Nevertheless, I will attempt to frame these issues within a more ample discourse, trying, as ever, to highlight correlations and levels of connection, and taking care not to fall into the error of using slogans or trivializing t...

    – Piero Dominici

    Generosità e riconoscimento ai tempi della Rete

    Una breve riflessione - al termine della quale potrete leggere un vecchio contributo e, come sempre, riferimenti bibliografici - su questioni che reputo importanti, profondamente indicative della qualità degli spazi relazionali e comunicativi. E - sia chiaro, almeno per chi scrive - la "colpa", come per altre tematiche, non è del web e/o dei social. Le questioni e le ragioni legate alla statica ed alla dinamica dei gruppi e dei sistemi sociali sono più profonde e complesse. Affondano nei corpi s...

    – Piero Dominici

    Omicidio della giornalista Maria Grazia Cutuli: due afgani condannati a 24 anni

    Per l'omicidio della giornalista Maria Grazia Cutuli, inviata in Afghanistan per il Corriere della Sera, sono stati condannati a 24 anni due afgani, Mamur e Zar Jan, entrambi di etnia Pashtun. La decisione è stata presa dai giudici della prima sezione della Corte d'Assise di Roma.

    – di Redazione online

    "Esplorare le #connessioni. Alla ricerca di un Nuovo Umanesimo"

    «Ci troviamo in una fase storica estremamente contraddittoria, che richiede un "pensiero complesso" che si basi, in prima istanza, sulla condivisione e la convergenza dei saperi: ciò significa nuovi modelli interpretativi dell'indeterminato, nuove strategie politiche, nuove ipotesi e tentativi di soluzione ma, soprattutto, nuovi "percorsi" del dialogo e del confronto culturale a tutti i livelli». P.D. (2003) #CitaregliAutori E' ancora possibile un Nuovo Umanesimo per questa civiltà ipertecnol...

    – Piero Dominici

    Convegno Nazionale ANACI Padova

    Si svolgerà il 23 novembre a Padova, presso l'auditorium Pollini, il Convegno Nazionale ANACI che vedrà la presenza anche del Sottosegretario alla Giustizia

    – dalla Redazione

    Educare alla libertà ed alla responsabilità per ripensare il modello di sviluppo

    Perché la cultura della sostenibilità va costruita, socialmente e culturalmente, e non può essere imposta dall'alto*. Come sempre, senza "tempi di lettura" "Ma, alla base del nostro lavoro anche un altro intimo convincimento: che la comunicazione etica, il sapere condiviso e la conoscenza diffusa (open), a livello locale e globale, rappresentino realmente i pre-requisiti fondamentali per la realizzazione del "progetto" [?] di una società globale più equa, inclusiva e solidale, che ponga nuova...

    – Piero Dominici

    E se avessero preso il potere i Menscevichi?

    Come sarebbe andata senza la Rivoluzione russa? Che corso avrebbe preso la Storia negli ultimi 100 anni? O, per dirla con l'intellettuale americano Michael Walzer, «come sarebbero state la Russia, l'Europa e la sinistra oggi se i Menscevichi (i socialdemocratici russi) avessero vinto?» Lo scorso 1

    – di Redazione Domenica

1-10 di 54 risultati