Persone

Zaha Hadid

Zaha Hadid ( nata a Baghdad il 31 ottobre del 1950 e morta a Miami il 31 marzo 2016) è stata un architetto e una designer irachena, naturalizzata britannica.

E' stata la prima donna a vincere il Premio Pritzker nel 2004.

Premio al quale si sono aggiunti il Premio Imperiale (gaipponese) nel 2009 ed il Premio Stirling (conferito dalla dall'associazione britannica Royal Institute of British Architects (RIBA) nel 2010 e nel 2011.

Zaha Hadid nel 1971 ha conseguito un master in matematica all’American University di Beirut, per poi trasferirsi a Londra a studiare all’Architectural Association. Dal 1976 al 1978 è stata membro dell’Oma (Office for Metropolitan Architecture) e nel 1980 ha stabilito il suo studio a Londra, insieme a Rem Koolhaas ed Elia Zenghelis fino al 1987.

Zaha Hadid ha insegnato all’Architectural Association, tenendo inoltre lezioni in altre istituzioni tra cui le università di Harvard e la Columbia. Vincitrice di molte competizioni internazionali, diversi dei suoi progetti non sono mai stati costruiti, come ad esempio il Peak Club in Hong Kong (1983) e il Cardiff Bay Opera House in Galles (1994). Nel 2002 Zaha Hadid si è aggiudicata la competizione internazionale per disegnare il masterplan dei Singapore one-north. Nel 2005 un suo progetto è stato premiato alla competizione per il nuovo Casinò della città di Basilea, in Svizzera.

A Roma il 28 maggio 2010 è stato ufficialmente inaugurato il Maxxi, nuovo centro per le arti contemporanee, opera che è valsa a Zara Hadid la vittoria del Premio Stirling del 2010. A Milano l’architetto ha fatto parte del progetto per la riqualificazione di Citylife progettando la torre Generali detta storta per la sua forma, un grattacielo di 40 piani lato 175 metri.

Il Premio Stirling del 2011, invece, è stato vinto con la progettazione dell' Evelyn Grace Academy, una scuola con forme a Z a Brixton, Londra.

Zaha Hadid è un’esponente della corrente del decostruttivismo ed è un membro del consiglio editoriale dell'Enciclopedia Britannica.

Hadid ha anche progettato il Dongdaemun Design Plaza & Park a Seul (Corea del Sud) complesso che è stato inagugurato il 21 marzo del 2014.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Architettura | Competizione internazionale | Zaha Hadid | American University | Corea del Sud | Rem Koolhaas | Royal | Harvard | Londra | Elia Zenghelis | RIBA | Oma | Svizzera | Peak Club | Architectural Association |

Ultime notizie su Zaha Hadid

    Versace, chi è lo stilista-imprenditore Michael Kors

    Ora il gruppo si chiama Tapestry (arazzo, letteralmente), ma i tre marchi Coach, Kate Spade e Stuart Weitzman (con negozi firmati dall'archistar Zaha Hadid, uno è nel quadrilatero della moda di Milano) continuano a esistere.

    – di Giulia Crivelli

    Dolomiti: bellezza ultraterrena. L'elogio del New York Times alle montagne patrimonio Unesco

    Nell'articolo si parla della cucina con le sue radici austriache, ovvero “speck, sauerkraut, knödel e strudel”, del lago di Braies e le Tre Cime di Lavaredo, delle esperienze da non perdere, come un volo biposto in parapendio in Val Gardena, e dei musei da visitare: l’MMM Corones (2275 m) il museo della montagna di Reinhold Messner, firmato Zaha Hadid a Plan de Corones e il “Bunker Museum”, un bunker risalente alla guerra fredda situato a ridosso della strada...

    – di Redazione Viaggi 24

    I centri commerciali investono sulla sostenibilità

    A Milano, sono firmati da Zaha Hadid Architects gli spazi del CityLife Shopping District (certificato Leed): tra le particolarità gli interni completamente rivestiti di bambù (dagli scaffali ai pavimenti, fino ai corrimano).

    – di Maria Chiara Voci

    Quando l'hotel è «griffato» dall'archistar

    Tra le ultime novità, a Macao, tra le destinazioni più “pop” del Far East, un mese fa Zaha Hadid Architects ha inaugurato un mega-hotel da 780 stanze, ospitato in una torre che, nel momento dell’incarico, era già stata impostata per ospitare un edificio residenziale.

    – di Paola Pierotti

    Il giro del mondo in 137 scatti: viaggio nei 5 continenti con i mangiatori di vento

    Il giro del mondo in 137 scatti. Trenta anni di viaggi in 5 continenti raccontati dal giornalista e fotografo romano Raffaele Bernardo nel libro "I Mangiatori di Vento", edito dal Touring Club Italiano. Un titolo evocativo che nasce dall'usanza, tipica dell'Indonesia, di chiamare così chi,

    – di Redazione Roma

    L'ambiente connesso diventa piattaforma per l'interattività

    Immersi fra i tanti marchi storici del design italiano e internazionale, capita sempre più spesso che i brand debuttanti al Salone del?Mobile siano dei "nativi digitali": è la tecnologia, infatti, il terreno primario sul quale sviluppano la loro identità e i loro progetti. Fra gli esordi di

    – di Chiara Beghelli

    Viaggio nel cantiere 4.0 tra droni, visori e robot

    Droni che volano sul cantiere controllando i lavori; sensori applicati a oggetti e persone e che evitano infortuni; visori per la realtà aumentata che rivelano informazioni invisibili a occhio nudo; robot che lavorano in cantiere o che stampano intere case in 3D. E poi c'è il Bim, il Building

    – di Massimo Frontera

1-10 di 360 risultati