Aziende

Youtube

Creato nel 2005 da tre soci, Chad Hurley, Steve Chen e Jawed Karim, Youtube è il primo e più famoso sito internet per video sharing, ovvero per la condivisione di filmati. Il primo video caricato, il 23 aprile dello stesso anno, è stato “Me at the zoo” da Jawed Karim, filmato della durata di 19 secondi che è stato girato di fronte alla gabbia degli elefanti dello zoo di San Diego. Già nel giugno del 2006 però i dati forniti dall’azienda stessa hanno indicato in cento milioni il numero di video visti ogni giorno dagli utenti di Youtube. A tutt’oggi in media sono circa 100mila i filmati che vengono messi ogni giorno sui server della società che ha sede nella località di San Bruno, in California. L’accesso al portale per la visione dei filmati è gratuito, come anche l’upload dei video: solamente, per poter effettuare quest’ultima operazione, bisogna essere utenti registrati nel database di Youtube. Dal momento della sua esplosione come sito di condivisione di video infatti, Youtube ha iniziato ad avere diversi problemi con i diritti d’autore delle opere contenute nei suoi filmati (perché spesso prese da film, telefilm, programmi televisivi e radiofonici) caricati sui suoi server. È stato quindi creato un regolamento che vieta l'upload di materiale protetto da diritto d'autore se non se ne è titolari e che si basa su una verifica ex post di quanto proposto dagli utenti. Youtube consente invece senza problemi, fatti salvi quelli di licenza autoriale, l’incorporazione dei propri video all’interno di altri siti web, come ad esempio quelli dei popolari social network e blog, e si occupa anche di generare il codice Html necessario alla buona riuscita dell’operazione. Proprio nel 2006 Youtube, sull’onda dell’enorme successo avuto in rete, viene acquistato da Google per 1,65 miliardi di dollari (pagati in azioni proprie). Dall’anno successivo sono state pubblicate nuove versioni del portale realizzate in diverse lingue, tra le quali l’italiano.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Internet | Steve Chen | San Bruno | California | Karim Jawed | Chad Hurley |

Ultime notizie su Youtube

    I gangster cinesi di Jia Zhang-ke arrivano al Torino Film Fest: l'intervista al regista

    E' una Cina tutt'altro che ruggente quella de I figli del fiume giallo, l'ultimo film di Jia Zhang-ke, che verrà presentato il 30 novembre al Torino film festival, dove il regista cinese è anche presidente della giuria del concorso. La pellicola, nelle sale italiane per Cinema nella prima metà del 2019, è ambientata all'inzio del nuovo millennio in una zona industriale nella provincia dello Shanxi, in cui prolifera un sottobosco umano che vive di espedienti e di malavita, ribattezzata jianghu. Q...

    – Cristina Battocletti

    Depardieu, Arnault e Monsieur Auchan: il Belgio è l'Eldorado fiscale dei vip

    Che ci fa un mostro sacro del cinema mondiale come Gerard Depardieu in un villaggio desolato del Belgio al confine con la Francia? E' da poco passata l'ora di pranzo e a Néchin, una frazione del comune di Estaimpuis - cento chilometri a ovest di Bruxelles - non si vede un'anima per strada. C'è la

    – dagli inviati Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    Alibaba ha finalmente trovato la chiave per integrare online e offline

    Per chi lavora nel Retail uno dei maggiori rompicapo di questi tempi è come integrare l'e-commerce (online) con i negozi fisici (offline) creando un'esperienza unica e continua per il consumatore. Ci piace chiamarlo Omnichannel: le presentazioni delle aziende e dei loro consulenti sono costellate

    – di Alfonso Emanuele de Leon *

    Noi e la TV: chi guarda chi?

    Per quanto ormai obsoleta, l'espressione "guardare la TV" è tutt'altro che caduta in disuso: compare ancora al posto d'onore nelle nostre conversazioni, magari riadattata, con la sostituzione del complemento oggetto - laddove la vecchia, cara, dimenticata televisione lascia il posto alle nuove forme video, da Netflix a YouTube, da RaiPlay a SkyQ. Forse però - e proprio per via della metamorfosi radicale che la televisione ha subito, trasformandosi nei mille diversi ibridi tecnologici suoi epigon...

    – Paola Liberace

    Capitale semantico ed eredità affettiva

    "La motivazione principale per la vita è la nostra volontà di trovarvi un significato" scriveva Viktor Frankl, filosofo, psichiatra, fondatore di quell'approccio psicoterapeutico (logoterapia), che si propone di superare sia il freudiano principio del piacere sia la volontà di potenza (adleriana e prima ancora nietzschiana) per dare spazio invece alla volontà di significato, il desiderio di trovare un senso, uno scopo per la propria vita. La credibilità della scuola terapeutica di Frankl è dovut...

    – Giuliano Castigliego

    UN SALUTO A PAOLO DI GIROLAMO

    "Gatto Matto" è il nome superficialmente tradotto del Krazy Kat animato, strampalato, voluto da Charles Mintz per la Screen Gems, quando gli antichi cortometraggi delle versione disneyzzata del felino di Herriman vennero tradotti e doppiati per la Rai all'inizio degli anni Ottanta, senza vergogna. E' questa versione sotto (qui in lingua originale, anno 1935). https://www.youtube.com/watch?v=jdJ-Kvuz-3c . Ma un quarto di secolo prima Gatto Matto era già stato il nome, in quel caso original...

    – Luca Boschi

    Grindelwald è sempre più forte

    Uno dei sequel più attesi dell'anno è il grande protagonista del weekend in sala: «Animali fantastici: i crimini di Grindelwald» arriva nei nostri cinema in contemporanea con il resto del mondo e si prepara a guadagnare in breve tempo la testa del box office.Sequel di «Animali fantastici e dove

    – di Andrea Chimento

    La new economy degli influencer

    «Social, Social, Social» urlerebbe Steve Ballmer l'ex patron di Microsoft se fosse nato nell'era della influencer economy. Se gli sviluppatori negli anni Ottanta erano la linfa vitale delle aziende che cominciavano a imparare la digitalizzazione, oggi sono gli influencer che agitano i sonni delle

    – di Luca Tremolada

1-10 di 8729 risultati