Aziende

Youtube

Creato nel 2005 da tre soci, Chad Hurley, Steve Chen e Jawed Karim, Youtube è il primo e più famoso sito internet per video sharing, ovvero per la condivisione di filmati. Il primo video caricato, il 23 aprile dello stesso anno, è stato “Me at the zoo” da Jawed Karim, filmato della durata di 19 secondi che è stato girato di fronte alla gabbia degli elefanti dello zoo di San Diego. Già nel giugno del 2006 però i dati forniti dall’azienda stessa hanno indicato in cento milioni il numero di video visti ogni giorno dagli utenti di Youtube. A tutt’oggi in media sono circa 100mila i filmati che vengono messi ogni giorno sui server della società che ha sede nella località di San Bruno, in California. L’accesso al portale per la visione dei filmati è gratuito, come anche l’upload dei video: solamente, per poter effettuare quest’ultima operazione, bisogna essere utenti registrati nel database di Youtube. Dal momento della sua esplosione come sito di condivisione di video infatti, Youtube ha iniziato ad avere diversi problemi con i diritti d’autore delle opere contenute nei suoi filmati (perché spesso prese da film, telefilm, programmi televisivi e radiofonici) caricati sui suoi server. È stato quindi creato un regolamento che vieta l'upload di materiale protetto da diritto d'autore se non se ne è titolari e che si basa su una verifica ex post di quanto proposto dagli utenti. Youtube consente invece senza problemi, fatti salvi quelli di licenza autoriale, l’incorporazione dei propri video all’interno di altri siti web, come ad esempio quelli dei popolari social network e blog, e si occupa anche di generare il codice Html necessario alla buona riuscita dell’operazione. Proprio nel 2006 Youtube, sull’onda dell’enorme successo avuto in rete, viene acquistato da Google per 1,65 miliardi di dollari (pagati in azioni proprie). Dall’anno successivo sono state pubblicate nuove versioni del portale realizzate in diverse lingue, tra le quali l’italiano.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Internet | Steve Chen | San Bruno | California | Karim Jawed | Chad Hurley |

Ultime notizie su Youtube

    Think, Tally, Teach: che fine ha fatto Immuni? Proviamo a chiederlo ai dati

    Mappe, grafici e numeri (sbagliati) nelle notizie (e viceversa). Spesso i fatti sono rappresentati in termini quantitativi. E sempre più spesso la rappresentazione delle notizie può essere imprecisa. Proviamo ad analizzare la comunicazione partendo dai dati e dalla statistica. Un esercizio di data literacy per tempi sempre più incerti. In questa puntata ci siamo occupati Immuni, l'app di contact tracing sviluppata per monitorare il contagio del Covid-19. Abbiamo scaricato i dati relativi ai down...

    – Luca Tremolada

    Marte, il primo video di Perseverance da Marte. La cronaca dell'ammartaggio con Think, Tally Talk

    https://www.youtube.com/watch?v=4czjS9h4Fpg&feature=emb_logo Ecco il primo video dell'atterraggio di Perseverance su Marte. Pubblicato dalla Nasa, l'ente spaziale statunitense, su Twitter lunedì 22 febbraio è un montaggio di quello che hanno visto gli ingegneri della Nasa e quello che ha ripreso il rover Your front-row seat to my Mars landing is here. Watch how we did it.#CountdownToMars pic.twitter.com/Avv13dSVmQ - NASA's Perseverance Mars Rover (@NASAPersevere) February 22, 2021 Sabat...

    – Infodata

    Gamergate, sessismo e comunità tossiche. Il gender gap nei videogiochi

    Nel 2013 Zoë Quinn, una sviluppatrice di videogiochi indipendenti è oggetto di una campagne di molestie online a sfondo sessista dopo la pubblicazione di una avventura testuale dal titolo Depression Quest giudicata da una parte della comunità di gamer progressista e lontana dalle logiche commerciali a cui erano abituate. Per la prima volta sotto l'hastag gamergate altre denunce di abusi vengono a galla: il mondo del videogioco si dimostra non diverso purtroppo da altri mercati. Anche all'interno...

    – Infodata

    A proposito di Marte: per colonizzare il pianeta rosso sarà meglio coprirsi bene

    Il 9 febbraio è atterrata la sonda Mars Hope Al-Amal, lanciata dagli Emirati Arabi Uniti con l'obiettivo di studiare il clima marziano, il giorno successivo è toccato a Tianwen-1, dell'agenzia spaziale cinese CNSA, entrata nell'orbita del pianeta rosso con l'obiettivo di depositare un rover sulla superficie. Mentre nella serata italiana di giovedì è atteso l'atterraggio di Mars 2020, missione Nasa che dovrà portare sul suolo marziano un rover ed un piccolo elicottero. Tutte missioni che permett...

    – Luca Tremolada

    Open data, cosa è successo in Italia nel 2020? Ecco cosa misura l'Open data rankings

    Prima di noi viene la Romania, subito dopo ecco l'Ungheria. Quando si parla di open data, è questa la posizione occupata dall'Italia nel mondo. A dirlo è l'aggiornamento 2020 dell'Open data rankings, un'indicatore che misura quantità e qualità dei dati aperti messi a disposizione dagli istituti nazionali di statistica e, più in generale, da ogni ente governativo. Indicatore che, su una scala da 1 a 100, assegna al nostro paese un punteggio pari a 66. Sul podio mondiale Singapore (92), Polonia ...

    – Infodata

    Democracy Index 2020, il 70% dei Paesi accusa un declino a causa delle restrizioni di libertà

    https://www.youtube.com/watch?v=n5okza--lMQ&feature=emb_logo La pandemia ha avuto un impatto negativo sulla democrazia e sulla libertà di informazione in ogni Paese. Secondo il "Democracy Index 2020" dell'Economist Intelligence Unit che è stato pubblicato a inizio febbraio, quasi il 70% dei paesi analizzati ha accusato un calo del punteggio complessivo. L'indicatore elaborato dall'Economist Intelligence Unit misura lo stato della democrazia in circa 167 Paesi. Ventitre paesi nel mondo sono stat...

    – Infodata

1-10 di 9952 risultati