Aziende

Youtube

Creato nel 2005 da tre soci, Chad Hurley, Steve Chen e Jawed Karim, Youtube è il primo e più famoso sito internet per video sharing, ovvero per la condivisione di filmati. Il primo video caricato, il 23 aprile dello stesso anno, è stato “Me at the zoo” da Jawed Karim, filmato della durata di 19 secondi che è stato girato di fronte alla gabbia degli elefanti dello zoo di San Diego. Già nel giugno del 2006 però i dati forniti dall’azienda stessa hanno indicato in cento milioni il numero di video visti ogni giorno dagli utenti di Youtube. A tutt’oggi in media sono circa 100mila i filmati che vengono messi ogni giorno sui server della società che ha sede nella località di San Bruno, in California. L’accesso al portale per la visione dei filmati è gratuito, come anche l’upload dei video: solamente, per poter effettuare quest’ultima operazione, bisogna essere utenti registrati nel database di Youtube. Dal momento della sua esplosione come sito di condivisione di video infatti, Youtube ha iniziato ad avere diversi problemi con i diritti d’autore delle opere contenute nei suoi filmati (perché spesso prese da film, telefilm, programmi televisivi e radiofonici) caricati sui suoi server. È stato quindi creato un regolamento che vieta l'upload di materiale protetto da diritto d'autore se non se ne è titolari e che si basa su una verifica ex post di quanto proposto dagli utenti. Youtube consente invece senza problemi, fatti salvi quelli di licenza autoriale, l’incorporazione dei propri video all’interno di altri siti web, come ad esempio quelli dei popolari social network e blog, e si occupa anche di generare il codice Html necessario alla buona riuscita dell’operazione. Proprio nel 2006 Youtube, sull’onda dell’enorme successo avuto in rete, viene acquistato da Google per 1,65 miliardi di dollari (pagati in azioni proprie). Dall’anno successivo sono state pubblicate nuove versioni del portale realizzate in diverse lingue, tra le quali l’italiano.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Internet | Steve Chen | San Bruno | California | Karim Jawed | Chad Hurley |

Ultime notizie su Youtube

    E' in atto un attacco al sonno. Nome in codice: 24/7

    Il "capitalismo della sorveglianza", le immagini a flusso continuo, le ricerche del Pentagono e le serie tv: tutto concorre a ridurre le ore in cui dormiamo. E, no, non è un brutto sogno

    – di Francesco Guglieri

    LIBRI! LIBRERIE! LEGGERE, IN CONTUMACIA!

    https://www.youtube.com/watch?v=9JRzC7PS3Dk&list=PL171A82946311D626&index=53 . Ora che la città è vuota sul serio, e Mina compie gli anni (auguri! A lei è dedicato il contenuto del post che non riguarda i fumetti,anche se codesti sono stati da sempre la sua lettura privilegiata, il che le fa onore) non resta che riscoprire la lettura (dopo aver gettato playstation, smartphone e altri device, se non lo si è già fatto da tempo, ma non è mai troppo tardi. O meglio: sarebbe tardissimo, ma si può ...

    – Luca Boschi

    ALBERT UDERZO

    In questo quotidiano stillicidio ha, purtroppo, voce in capitolo anche uno dei fumettisti più importanti dell'universo, che ha rallegrato l'infanzia, l'adolescenza e la vecchiaia di milioni di appassionati, con i suoi fumetti per tutti e per tutte le età. Anche Albert Uderzo ci ha lasciato. Ormai i titoli dei post sono concentrati solo sui nomi degli autori, inutile aggiungere altro. A parte un SIGH! Questo il comunicato della sua famiglia: «Albert Uderzo est mort dans son sommeil à son dom...

    – Luca Boschi

1-10 di 9397 risultati