Ultime notizie:

Wittgenstein

    Intorno alla grandezza del piccolo

    Non penso solo a Wittgenstein quando ci ricorda che "le parole sono azioni", o quando scrive "pensa alle parole come a strumenti caratterizzati dal loro uso, e poi pensa all'uso di un martello, all'uso di uno scalpello, all'uso di una squadra, di un barattolo di colla, e della colla".

    – Vincenzo Moretti

    Monte Frumentario

    E per cominciare a fare ti racconto prima un po' di quello che siamo detti con Antonio, Domenico e Jepis, e poi come intendo usare i miei arnesi, le mie parole, perché tiene ragione, Wittgenstein, le parole sono gli arnesi attraverso le quali possiamo accedere alle cose del mondo.

    – Vincenzo Moretti

    Il fiume della vita

    Ma, come dice Wittgenstein "cambiano le parole e cambia il mondo della vita in cui siamo immersi".

    – Giuliano Castigliego

    La modernità radicale come evo del conflitto e dell'ambivalenza (2003) #LungaLettura #LongRead

    Le uniche "cose" prevedibili, con riferimento alla vita, all'Umano, ai sistemi sociali (e alla loro iper-complessità), sono proprio?l'imprevedibilità e l'errore. (Dominici, 1998, 2003 e sgg.)   In questo tempo sospeso e surreale, illusi da quella che chiamo "simulazione della prossimità", abbiamo (forse) più tempo per riflettere, pensare, evadere con la lettura e la creatività /immaginazione (anche se ciò, evidentemente, non vale per le tantissime persone in difficoltà?); abbiamo (forse) più t...

    – Piero Dominici

    "E i medici erano i più numerosi a morire?": epidemia e resistenza

    Di conseguenza, non si può revocare in dubbio il Wittgenstein del Tractatus Logico-Philosophicus, che, alla proposizione 5.6, scrive: "I limiti del mio linguaggio significano i limiti del mio mondo", ma che, con la 7, conclude: "Su ciò, di cui non si può parlare, si deve tacere.

    – Francesco Mercadante

    Fuga dalla ripetizione

    In questi giorni di forzata permanenza domestica è difficile evitare di ripetersi. Le giornate rischiano di riprodursi tutte uguali; la varietà delle esperienze, delle sensazioni, delle azioni e delle reazioni assicurata dal contatto con l'esterno viene meno. Non si tratta certamente del rischio più grave tra quelli che corriamo in questo momento, eppure rappresenta una buona occasione per riflettere su tutto quello che dà senso alle nostre giornate. La ripetizione ci spaventa, ci ha sempre spa...

    – Paola Liberace

    L'emergenza più critica. Informazione e cultura della comunicazione nella "società dell'irreponsabilità"**.

    Il testo/ipertesto è lungo e articolato e, come sempre, ricco di collegamenti ad altri articoli e pubblicazioni (con i consueti riferimenti bibliografici), divulgativi e scientifici. Percorsi di approfondimento e riflessione/analisi. Un approccio e percorsi di ricerca dal'95. Come sempre, senza "tempi di lettura"... L'emergenza più critica da affrontare. Tra le numerose emergenze di un Paese che "vive" di emergenza, "incapace, da sempre, di costruire una cultura della responsabilità e della pr...

    – Piero Dominici

1-10 di 235 risultati