Aziende

Wind

Wind Telecomunicazioni Spa è un operatore che offre servizi integrati di telefonia fissa, mobile e Internet.

Fondata nel 1997, Wind Telecomunicazioni è nata dall'investimento di Enel, France Télécom e Deutsche Telekom. Nel 2001 Wind Telecomunicazioni ha concluso l’intesa con l’operatore elettrico greco Ppc, diventando l’azionista di maggioranza di Tellas. L’anno successivo, dall’unione di Inwind, Libero e Italia On Line è nato il portale Libero ed è stato concluso l’acquisto di alcuni asset di Blu. Nel 2003 Enel è diventato azionista unico del gruppo, mentre il restante 26,6% è stato comprato da France Télécom. Successivamente è stato siglato l’accordo tra Wind e l’operatore giapponese Ntt DoCoMo. Nel 2004 Wind Telecomunicazioni ha rilevato Delta Spa. Nel 2005 il gruppo Enel ha ceduto la quota di maggioranza di Wind Telecomunicazioni al magnate egiziano Naguib Sawiris, proprietario della Orascom.

A ottobre 2010 Weather Investments (controllata da Naguib Sawiris) e il gruppo russo VimpelCom annunciano la fusione. VimpelCom diventa proprietario del 100% di Wind Telecomunicazioni S.p.A. e il portale ed il servizio di posta elettronica Libero diventano una società indipendente e separata da Wind.

A settembre 2016, dopo 13 mesi, l'Antitrust Ue ha dato il via libera alla fusione tra Wind e H3G, un colosso nei telefonini russo-cinese (i gruppi Vimpelcom e Hutchison Whampoa) da 7 miliardi di euro di giro d'affari 31 milioni di clienti nel mobile e 2,8 milioni nel fisso (di cui 2,5 milioni broadband).

Il 31 dicembre 2016 nasce ufficialmente Wind Tre S.p.A. nata dalla fusione delle due società operative H3G S.p.A e Wind Telecomunicazioni S.p.A. a seguito della joint-venture paritetica creata da CK Hutchison e VimpelCom.

Ultimo aggiornamento 23 giugno 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Internet | Wind Telecomunicazioni Spa | Telefonia fissa | Enel | Portale | Deutsche Telekom | Wind Acquisition Holding Finance Spa | Weather Investments Spa | Delta Spa | Naguib Sawiris | Italia Online | Blu | France Télécom |

Ultime notizie su Wind

    In vendita 5mila torri di Wind Tre. Operazione da un miliardo di dollari

    Il gruppo CK Hutchison Holdings Ltd è pronto a mettere in vendita un portafoglio di circa 5mila torri in Italia, infrastrutture generate dalla fusione tra Wind e 3 Italia. ... Già nel 2015 Wind, prima della fusione con Tre, ha ceduto un importante portafoglio di torri di trasmissione per 693 milioni di euro ad Abertis Towers, il gruppo che con il nuovo nome di Cellnex è poi passato alla Edizione della famiglia Benetton. ... Dopo il merger tra la Wind di Vimpelcom (poi Veon) e 3 Italia (di Ck...

    – di Andrea Biondi e Carlo Festa

    Hutchison mette in vendita 5000 torri Wind in Italia: mandato a Morgan Stanley

    Il gruppo CK Hutchison Holdings Ltd è pronto a mettere in vendita un portafoglio di circa 5000 torri in Italia, infrastrutture generate dalla fusione tra Wind e Tre. ... Già nel 2015 Wind, prima della fusione con Tre, ha ceduto un importante portafoglio di torri di trasmissione per 693 milioni di euro ad Abertis Towers, il gruppo che con il nuovo nome di Cellnex è poi passato alla Edizione della famiglia Benetton. ... Dopo il merger tra Wind e Tre sono iniziate anche le ipotesi di cessione di una...

    – Carlo Festa

    Evoluzioni dei media, dal mondo analogico al mondo digitale

    La televisione è stata la regina dei media del Novecento, a partire dalla seconda metà del XX secolo. Tra le conseguenze dello sviluppo dei media, c'è stata anche la nascita e la crescita della ricerca sui media: un fenomeno globale, ovviamente con delle specificità in ogni Paese. In Italia, uno dei padri fondatori degli studi universitari sui media è stato Gianfranco Bettetini (1933 - 2017), che negli anni Sessanta diede avvio - all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove insegnò...

    – Gabriele Caramellino

    La fame di banda rende appetibili i piccoli operatori

    ...dall’altra Wind 3 e Iliad che hanno messo le mani su frequenze di secondo rango e potrebbero non essere sufficienti. ... Ma, in perfetto stile Nanni Moretti, la loro assenza alimenta ancora di più le ipotesi: Wind 3 e Linkem, da una parte; Fastweb e Iliad dall’altra, sono gli incastri su cui il mercato immagina scene da un matrimonio.

    – di Simone Filippetti

    Si chiude l'asta per il 5G. Incasso oltre i 6,5 miliardi

    La banda contesa fino a oggi - quella 3.7 GHzsarebbe stata assegnata a Tim e Vodafone per quanto riguarda i due blocchi da 80 MHz e a Wind Tre e Iliad per gli altri due lotti da 20 MHz.

    – di Andrea Biondi

    Bt, in vendita gli asset in Italia. Il dossier sul tavolo dei big delle tlc

    E' pronto a partire il processo di cessione degli asset italiani di di Bt Group, l'ex-British Telecom, colosso britannico di telecomunicazioni diventato negli ultimi 20 anni un player globale nel settore dei servizi telefonici. Dopo i rumors, precedenti all'estate, il gruppo delle Tlc inglese

    – di Carlo Festa

    Parte il processo di vendita di Bt Italia: tra gli acquirenti possibili Telecom e Vodafone

    E' pronto a partire il processo di cessione degli asset italiani di di Bt Group, l'ex-British Telecom, colosso britannico di telecomunicazioni diventato negli ultimi 20 anni un player globale nel settore dei servizi telefonici. Dopo i rumors, precedenti all'estate, il gruppo delle Tlc inglese secondo le indiscrezioni è pronto ad avviare nelle prossime settimane un processo ristretto a pochi compratori (4-5 secondo i rumors), interessati a valutare il dossier della sua filiale italiana, Bt Italia...

    – Carlo Festa

    Telecom Italia congela la cessione di Sparkle

    Frequenze che Telecom ha già opzionato nell’asta per il 5G, al contrario di Wind Tre che ha preferito concentrarsi sulla fascia dei 3.700 mhz, dove si stanno ragiungendo valutazioni stellari (Vodafone e la stessa Telecom hanno offerto più di 1,3 miliardi per questa banda).

    – di Antonella Olivieri

1-10 di 1832 risultati