Ultime notizie:

Will Hunting

    La storia di lavoro, di verità e di bellezza di Laura Ressa

    Caro Diario è arrivato un nuovo racconto citato, sono troppo contento, l'autrice è Laura Ressa, una di quelle persone così belle che quando entrano nella tua vita fai di tutto per non farle uscire più. Non aggiungo altro, ti lascio alla lettura, insieme a te la leggo anche io, per questi racconti qua mi piace condividere con te questa emozione, leggi tu e leggo io, ancora un sospiro e vado. 1. Pablo Neruda, Siam Molti Di tanti uomini che sono, che siamo, non posso trovare nessuno: mi si perdo...

    – Vincenzo Moretti

    "E tu dov'eri quando il Portogallo ha battuto la Francia?"

    "Noodles, cos'hai fatto in tutti questi anni?" "Sono andato a letto presto". Ho sempre pensato che questa battuta rendesse meglio in "C'era una volta in America" che in "Alla ricerca del tempo perduto", benché quella di Sergio Leone non fosse altro che una citazione di Proust ("Per molto tempo sono andato a letto presto la sera"). Il fatto è che risposte del genere hanno sempre bisogno di una domanda, secondo me. "Dov'eri quando il Portogallo ha battuto la Francia agli Europei?", ci chiederemo...

    – Francesca Milano

    Miglior attore protagonista / Matt Damon

    Ha vinto il Golden Globe ma per gli Oscar non sembrano esserci speranze per Matt Damon, protagonista di «Sopravvissuto - The Martian» di Ridley Scott. Alla sua seconda nomination da attore, dopo «Invictus» di Clint Eastwood, Damon ha già vinto una statuetta ma come sceneggiatore per il copione di

    Ferragosto tra illustazioni, libri di moda e un ricordo di Lauren Bacall

    Ho trascorso Ferragosto tra Milano e la Liguria, godendomi un po' di sanissimo otium. Ho passato del tempo con i miei nipoti (10, 7 e un anno e tre mesi), giocato con loro a Scarabeo (bellissimo), sfogliato i giornali per bene, venerdì 15 e domenica 17, e visto due film super romantici. "L'amore ha due facce", sul pc, con Lauren Bacall nei panni della mamma di Barbra Streisand, e "Mai così vicini", con Michael Douglas e Diane Keaton splendisda 65enne, ieri al cinema in una Milano post-Ferrag...

    – Giulia Crivelli

    Irriverenza addomesticata

    Grande caratterista, ottimo nei film di Weir e di Gilliam, ma Hollywood ne ha stemperato lo spirito ribelle

    – Goffredo Fofi

    Good-bye «capitano» Williams

    Amatissimo da almeno tre generazioni di spettatori, con un fisico massiccio e piuttosto tozzo che contrastava con la luminosità disarmante degli occhi azzurri

    – di Emanuela Martini

    E' scomparso Robin Williams: il peso di una maschera

    Come deve essere difficile tener fede a una maschera, soprattutto a quella positiva dell' "entusiasmatore", del risvegliatore di sensibilità, coscienze e anime. Perché le cadute e le devianze vengono con fatica perdonate da un pubblico più o meno allargato, che vuole credere nel mito. Deve essere stato penosissimo per Robin Williams - spentosi l'11 agosto scorso - rivelare la sua dipendenza dall'alcol e spiegare la depressione che lo ottenebrava da tempo. Lui che era stato la voce che leniva le...

    – Cristina Battocletti

    Robin Williams, il peso di una maschera

    Come deve essere difficile tener fede a una maschera, soprattutto a quella positiva dell' "entusiasmatore", del risvegliatore di sensibilità, coscienze e

    – di Cristina Battocletti

1-10 di 29 risultati