Ultime notizie:

Wang Qishan

    A Davos nasce la coalizione dei globalisti contro unilateralismo, dazi e populismi

    A Davos c'è una sorta di vaacum, di incertezza su dove vada il mondo. Lo ha ricordato Gideon Rose, direttore di Foreign Affairs,  a margine dei lavori del Wef quando ha parlato del suo contributo al saggio di gennaio intitolato "Who Will Run the World? America, China, and Global Order", Chi guiderà il mondo? L'America, la Cina e l'ordine mondiale. Un'analisi delle sfide all'ordine mondiale sostenuto dalle democraize liberali portato avanti dall'unilateralismo, guerre commerciali e populismi. A ...

    – Vittorio Da Rold

    Nel fortino di Davos, assediato da populismi e sovranisti, la globalizzazione fa i conti con le sue mancate promesse

    Chi c'è e chi si defila al Wef di Davos 2019? Mai come quest'anno la lista degli assenti e presenti è sintomatico di una linea politica verso il multilateralismo. La partecipazione a Davos, club per eccellenza della globalizzazione dei commerci e dell'economia, è stata cancellata dalla Casa Bianca per tutta la delegazione Usa, anche per il segretario di stato Mike Pompeo e per il segretario al Tesoro Steven Mnuchin. Lo ha detto la portavoce presidenziale Sarah Sanders, spiegando il forfait con l...

    – Vittorio Da Rold

    Negoziato Usa-Cina, le concessioni di Pechino potrebbero dividere la Casa Bianca

    NEW YORK - I negoziati commerciali in corso a Pechino tra le delegazioni ministeriali di Stati Uniti e Cina «procedono bene». Andranno avanti per un giorno in più «fino a mercoledì», ha fatto sapere Steven Winberg, funzionario del Dipartimento Energia Usa coinvolto nei colloqui.

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    Usa-Cina: in agenda dazi, overcapacity, Ip, surplus e valute

    Archiviato lo storico incontro tra i leader delle due Coree arriva a Pechino la prima delegazione economica di alto livello dell'era Trump guidata dal segretario di Stato al Tesoro Usa Steve Mnuchin. Obiettivo della due giorni di incontri: riattivare il Comprehensive dialogue siglato un anno fa da

    – di Rita Fatiguso

    Xi Jinping rieletto presidente per un secondo mandato con il 100% dei voti

    I 2970 delegati, riuniti nel 13/mo Congresso nazionale del popolo, si sono espressi con voto unanime e hanno eletto per un secondo mandato Xi Jinping come presidente della Cina, carica che potrebbe mantenere a vita dopo la rimozione dalla Costituzione del limite dei due incarichi.

    Cina, stop al limite di 2 mandati. Xi Jinping verso la riconferma

    Xi Jinping potrebbe restare alla presidenza della Cina anche dopo il secondo quinquennio che dovrebbe partire a marzo con l'elezione da parte dell'Assemblea nazionale del popolo. Il Comitato centrale del Partito comunista cinese ha proposto di rimuovere dalla Costituzione l'espressione secondo cui

    – di Redazione Online

    Il futuro accantonato in nome della stabilità

    La prudenza e l'istinto di conservazione hanno dunque prevalso sull'esigenza di sperimentare una qualche forma di rinnovamento della leadership, a cominciare dallo svecchiamento reale dell'anagrafe.

    – Rita Fatiguso

    Confermato anche il premier Li Keqiang

    Un nuovo Standing Committee per i prossimi cinque anni che somma l'esigenza di coesione del partito a quella, altrettanto necessaria, di avere una leadership ben chiara e definita. E' uno Xi Jinping rilassato e visibilmente soddisfatto quello che mostra al mondo intero in conferenza stampa i nuovi

    – di Rita Fatiguso

    Le mosse di Xi, «core leader» cinese

    Primus inter pares, leader di un nucleo ristretto o, ancora, capo incontrastato di una cupola di eletti. Quattro giorni di conclave dei 348 leader del partito comunista seguiti da una conferenza stampa di altissimo livello organizzata ieri dallo State Council, ancora non hanno definitivamente messo

    – di Rita Fatiguso

1-10 di 45 risultati