Persone

Walter Veltroni

Walter Veltroni è nato a Roma il 3 luglio del 1953 ed è un politico e giornalista italiano.

Esponente di spicco del Partito Democratico, ne è stato il Segretario Nazionale dall’anno della sua fondazione, nel 2007, fino al 2009, quando si è dimesso in seguito alla sconfitta del partito alle regionali in Sardegna.

Veltroni è altresì conosciuto per avere ricoperto l’incarico di Sindaco di Roma per due mandati consecutivi, dal 2001 al 2008.

Prima di aderire al Partito Democratico, Veltroni ha militato a lungo nel Pds, di cui è stato Segretario nazionale dal 1998 al 2001 e che in seguito ha contribuito a trasformare nei Ds. Veltroni ha anche assunto le cariche di Vicepresidente del Consiglio e di Ministro per i Beni Culturali e Ambientali sotto il Governo Prodi, dal 1996 al 1998.

La prima volta di Walter Veltroni come deputato nazionale risale al 1987, ma la sua carriera politica è iniziata quand’era ancora molto giovane: durante i suoi studi al liceo ha infatti ricoperto il ruolo di Segretario della Federazione Giovanile Comunista Italiana, e successivamente, a soli 21 anni, è stato eletto consigliere comunale di Roma nelle liste del Partito Comunista Italiano, carica che ha mantenuto per cinque anni.

Veltroni, che dal 1995 è iscritto all’albo dei giornalisti professionisti ed in passato è stato anche direttore dell’Unità, è un grande appassionato di cinema: sicuramente importante è stato il suo contributo alla nascita del Festival Internazionale del Film di Roma, all’epoca in cui era sindaco della Capitale.

Nel febbraio del 2010 promuove, diventandone presidente, la fondazione "Democratica" . A tale fondazione, che negli intenti dichiarati da Veltroni non intende porsi come una nuova corrente di partito, aderiscono diverse persolatià politche vicine all'ex sindaco di Roma, quali Enrico Morando, Salvatore Vassallo, Marco Minniti, Giorgio Tonini, Walter Verini, Andrea Martella e Roberto Morassut.

Il 14 ottobre del 2012, dichiara, durante un'intervista rilasciata nel corso della trasmissione Che tempo che fa, di non avere intenzione di candidarsi alle elezioni politiche del 2013.

Il 19 maggio 2013, in coccasione di un suo intervento al Salone del Libro di Torino, ha espresso il suo pieno sostegno a Matteo Renzi definendolo «il miglior candidato premier» .

Nella primavera del 2014 ha debuttato come regista, col film documentario "Quando c'era Berlinguer", prodotto con Sky Cinema in occasione del trentennale della morte dello storico segretario del PCI.

Nel settembre 2014, su richiesta dell'amico George Clooney, ha officiato a Venezia, nel municipio di Ca' Farsetti, le nozze civili tra l'attore e regista statunitense e l'avvocato libanese Amal Alamuddin.

E' stato insignito delle seguenti onoreficenze: Ufficiale della Legion d'onore (Parigi, maggio 2000) e Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (Roma, 21 dicembre 2005).

È sposato dal 1982 con l'architetto Flavia Prisco ed ha due figlie: Martina (Roma 20 settembre 1987), aspirante regista e Vittoria (Roma 9 agosto 1990) stilista.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Partiti politici | Walter Veltroni | PDS | DS | Matteo Renzi | Andrea Martella | Giorgio Tonini | Marco Minniti | Federazione Giovanile Comunista Italiana | Flavia Prisco | Roberto Morassut | Salvatore Vassallo | Walter Verini | PCI | Amal Alamuddin | Legione d'onore | George Clooney | Democratica | Governo Prodi | SKY | Enrico Morando |

Ultime notizie su Walter Veltroni

    Dalla Lombardia al Friuli: il fronte del Nord per il referendum anti-proporzionale

    Sono già arrivati i sì di quattro consigli regionali (Piemonte, Lombardia e Friuli, oltre alla Sardegna)e sono attesi a stretto giro i sì di Piemonte e Liguria: il che consentirà di presentare entro lunedì in Cassazione la richiesta del referendum per eliminare dal Rosatellum la parte proporzionale

    – di Andrea Gagliardi

    Sì del Pd al taglio dei parlamentari, la legge elettorale può attendere

    Per la legge elettorale si utilizzerà poi tutto il tempo di entrata in vigore della riforma costituzionale che riduce il numero degli eletti (almeno 5 mesi, se nessuno come sembra chiederà il referendum consultivo) per mettere a punto una riforma condivisa

    – di Emilia Patta

    Braccio di ferro M5S-Pd sul taglio dei parlamentari: mercoledì il verdetto sui tempi

    Il 25 settembre la capigruppo di Montecitorio dovrà approntare il calendario dei lavori dell'Aula della Camera fino a dicembre. I pentastellati premono per un via libera entro le prime due settimane di ottobre ma i Dem danno la priorità al raggiungimento di un accordo sulla modifica della legge elettorale e dei regolamenti, operazioni - sottolineano - che si rendono necessarie in vista della riduzione del numero di deputati e senatori

    – di Andrea Carli

    Renzi, lo zaino e la fine del Pd «all'americana»

    Con la decisione dell'ex premier muore l'idea veltroniana del bipartitismo come compimento del bipolarismo, il sogno di semplificare la politica italiana partendo dai partiti. Ma cambiando contenitore non si cambiano i contenuti

    – di Francesco Prisco

    Lo «scisma» di Renzi: il Pd e il fantasma del leader

    Ormai da parte di Matteo Renzi il dado è tratto: lunedì 16 settembre la telefonata a Conte per preannunciargli la nascita di nuovi gruppi parlamentari con la rassicurazione che il sostegno al governo non verrà meno. Martedì 17 l'annuncio a Repubblica

    – di Emilia Patta

    Boccia & De Girolamo, «House of Cards» all'italiana: ministro lui, ministra lei

    Il Conte bis è proprio il governo dei record: c'è anche l'unico ministro sposato a una ex ministra espressione di schieramento politico diverso. «Oggi faccio Tv», dice da ex concorrente di «Ballando con le Stelle». Vite in parallelo della coppia più trasversale della storia repubblicana

    – di Francesco Prisco

    Chi è Orlando, l'ex ministro Dem che ha scelto di non far parte del governo M5S-Pd

    Spezzino, famiglia di origine campana, studi di Giurisprudenza a Pisa (senza conseguire però la laurea: ha avuto la meglio la passione per la politica...), un volto "da ragazzo" nonostante i suoi 50 anni, tifoso della Fiorentina, Andrea Orlando non sarebbe stato nuovo a esperienze di governo: appartenente alla corrente interna dei Giovani turchi, è stato ministro dell'Ambiente nell'esecutivo Letta, quindi alla guida del dicastero della Giustizia con Renzi presidente del Consiglio prima e Gentilo...

    – di An.C.

1-10 di 1439 risultati