Ultime notizie:

Walter Eucken

    Perché occorre «liberare» il liberalismo

    E' l'ora del liberalismo. Purché esca dalla gabbia in cui si è rinchiuso. Il panorama politico sta cambiando rapidamente. A destra, il vecchio conservatorismo sta mostrando il suo vero volto, assai poco moderato: quello di un sovranismo a tinte populiste, decisamente illiberale, anche se sopravvive, a stento, al suo interno qualche voce dai toni liberali. A sinistra la socialdemocrazia è diventata una confusa proposta in cui si mescolano elementi di solidarismo di matrice cristiana o vagamente s...

    – Riccardo Sorrentino

    Un liberalismo piccolo piccolo: la nuova «rivoluzione» di Silvio Berlusconi

    Liberale, cristiana, garantista, europeista: Silvio Berlusconi, nel tentativo di fare da "padre nobile" alla una nuova coalizione di centro-destra, ha lanciato quattro parole d'ordine, non certo banali. Nulla di davvero originale, in realtà, a parte forse quell'accenno all'Europa che sembra in netta contraddizione non solo con la storia della destra berlusconiana ma anche le parole e le azioni delle due principali forze politiche di centro destra. Segno, probabilmente, che il vecchio leader vogl...

    – Riccardo Sorrentino

    E Hayek scrisse a don Sturzo...

    Grazie al collega ed amico Antonio Masala, brillante filosofo della politica e tra i massimi studiosi dell'opera dell'economista austriaco Friedrich August von Hayek, Premio Nobel per l'economia nel 1974, ho avuto l'opportunità di leggere un documento di indubbio interesse e, in prospettiva, ricco

    – di Flavio Felice

    Liberismo e statalismo, una dicotomia «romantica»

    Uno stato anarchico? Camillo Berneri - intellettuale libertario della generazione di Piero Gobetti, Carlo Rosselli e Antonio Gramsci - era arrivato, leggendo la Filosofia della pratica di Benedetto Croce, alla conclusione che occorresse anche parlare, in termini evidentemente pragmatici, dello Stato dopo la scomparsa dello? Stato auspicata dagli anarchici[1]. Gli anarchici e il crimine Benedetto Croce aveva infatti spiegato che la società avrebbe avuto comunque, dopo un'eventuale crollo dell'is...

    – Riccardo Sorrentino

    Uscire dalla logica del respiro corto

    Di fronte a un evento tanto tragico quale è stato l'ultimo terremoto, il primo ministro Matteo Renzi ha evocato la necessità di un piano per l'Italia. Un programma pluriennale di intervento edilizio che limiti i danni e i costi futuri dei dissesti naturali. E' una buona formula a cui il nostro Paese

    – di Carlo Bastasin

    Perchè più Stato e più mercato

    Stato e mercato, pubblico e privato, dirigismo e laissez-faire. Le parole dell'economia hanno incrociato molto spesso le contrapposizioni ideologiche. E mai come negli ultimi mesi, guardando le macerie dell'ultima crisi economica, il dibattito sulle cause della crisi e sulle terapie per uscirne è tornato di attualità con una evidente, ma solo apparente unanimità, ma con una evidente divisione di metodo. L'unanimità di politici ed economisti sta nel giudizio secondo cui la crisi sia stata resa p...

    – Gianfranco Fabi