Ultime notizie:

Vuetel

    Quattro in corsa (con Retelit in pole) per le attività italiane di Bt Group

    Non sarà affatto facile cedere le attività italiane di Bt Italia, ma alla fine l'unico gruppo ad avere le necessarie motivazioni potrebbe essere Retelit. Secondo quanto anticipato dall'edizione di sabato del Sole 24 Ore, sarebbero quattro in corsa per le attività italiane di BT Group, l'ex-British Telecom, colosso britannico di telecomunicazioni diventato negli ultimi 20 anni un player globale nel settore dei servizi telefonici. Secondo indiscrezioni in dicembre l'advisor di BT Group, cioè la ba...

    – Carlo Festa

    Nuove rotte digitali: il caso Marsiglia e le opportunità da cogliere in Italia

    C'erano una volta le grandi navi commerciali che portavano in patria le ricchezze dalle colonie. Le loro rotte erano sinonimo di benessere per tutti: dagli armatori agli scaricatori di porto. Le grandi rotte transoceaniche hanno, di fatto, definito lo scenario geopolitico mondiale. Dal macro al micro le rotte navali hanno definito il futuro di molte città. Gli esempi dal passato non mancano. Dal porto di Città del Capo, dove i bastimenti facevano una fermata tecnica per approvvigionarsi, alle ro...

    – Enrico Verga

    Open Hub Med pronto al debutto

    Conto alla rovescia per l'Open Hub Med, il primo hub neutrale per lo scambio del traffico internet nel bacino del Mediterraneo, che ha sede a Carini, nel palermitano e con 25 cavi sottomarini presidia un'area in cui si estendono i principali snodi delle telecomunicazioni tra Africa, Asia, Europa e

    – di Nino Amadore

    Tunisia, storie di imprese italiane che resistono

    TUNISI - Lasciare il Paese? Neanche per idea. Giuseppe Colaiacovo, vicepresidente della società umbra Colacem, risponde con estrema calma. Quasi fosse un'ovvietà. «La Tunisia ha dimostrato un alto senso di responsabilità. Pensate che durante i giorni più turbolenti della primavera araba nel 2011 il

    – Roberto Bongiorni

    L'Africa si prepara a una crescita sprint

    Nel 2050 un uomo su 4 sarà africano. Il boom demografico trascinerà il continente, che, a quella data, vedrà nella top ten degli Stati più "giovani" del mondo

    – di Anna Del Freo