Persone

Vladimir Putin

Vladimir Putin è un politico, nato il 7 ottobre 1952 a San Pietroburgo, attuale Presidente della Russia, incarico già ricoperto dal 2000 al 2008. Dal 2008 alla sua rielezione a Presidente (avvenuta nel 2012), è stato invece Primo Ministro, sotto la presidenza di Dmitry Medvedev.

Al Cremlino Putin è giunto nel 1996, sotto Eltsin, per il quale ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quelli di Capo delegato del Dipartimento per la gestione della proprietà presidenziale, Capo del Servizio Federale di Sicurezza e Capo del Consiglio di sicurezza presidenziale, fino a diventarne Primo Ministro dal 1999.

Vladimir Putin ha iniziato la sua carriera politica nel 1991, come braccio destro del sindaco di Leningrado (poi ridivenuta San Pietroburgo); Putin ha lavorato nell’amministrazione della città fino al 1996, contribuendo al suo rilancio economico, e occupandosi per un periodo dei rapporti con gli investitori esteri in qualità di Direttore del Comitato per le Relazioni Esterne.

Prima di entrare in politica, Putin ha maturato una lunga esperienza nei servizi di sicurezza russi: dal 1975 al 1991, infatti, ha fatto parte del KGB. Vladimir Putin, che è laureato in Diritto Internazionale alla Facoltà di Legge dell’Università Statale di Leningrado, è stato eletto dal noto settimanale statunitense Time "Uomo dell’anno 2007".

Ultimo aggiornamento 19 settembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Elezioni | Vladimir Putin | Russia | Dmitry Medvedev | KGB | Università Statale | Consiglio di sicurezza | Pubblica Amministrazione | Cremlino | Dmitrij Medvedev |

Ultime notizie su Vladimir Putin

    Petrolio, slitta il vertice Opec-produttori. Servono altri negoziati

    Ora è Vladimir Putin a dettare le condizioni, mettendo gli Stati Uniti spalle al muro. ... Soprattutto però il Cremlino ha posto una condizione, in modo ancora più esplicito rispetto ai sauditi: «Voglio enfatizzare che la Russia considera necessario combinare gli sforzi», ha detto Putin.

    – di Sissi Bellomo

    Rally del petrolio, ma l'accordo sui tagli non sarà facile

    Il presidente Usa afferma di aver «appena parlato» con il suo «amico Mbs», il principe saudita Mohammed Bin Salman, il quale a sua volta avrebbe parlato con il presidente russo Vladimir Putin, circostanza quest'ultima smentita dal Cremlino.

    – di Sissi Bellomo

    Tra Cina e Russia: soft power, donazioni, paranoie e real politik

    Il tema delle donazioni, aiuti, vendite di prodotti sanitari dalla Cina/Russia verso l'Europa ha raggiunto un livello di bolla mediatica, con tesi più o meno fantasiose (al limite del complottismo), che necessitano una serie di chiarimenti. Partiamo dalle cose semplici L'interesse nazionale Ogni nazione ha una sua agenda d'interessi: ogni politico eletto fa gli interessi dei suoi elettori-cittadini che gli pagano lo stipendio. Traduco: Trump fa gli interessi degli americani, Macron dei frances...

    – Enrico Verga

    Il petrolio rimbalza grazie a Trump e Cina

    Lo stesso presidente russo Vladimir Putin ieri ha sottolineato che sia i produttori sia i consumatori dovrebbero cercare di trovare una soluzione di fronte a una situazione tanto difficile sui mercati petroliferi internazionali.

    – di Stefano Carrer

    Shinzo Abe è il premier dei record e dei paradossi

    E' il capo di governo più longevo nella storia del Giappone. Nessuno ci avrebbe scommesso uno yen, eppure adesso incarna la narrativa secondo cui il Paese è un'isola di stabilità politica

    – di Stefano Carrer

    Per le Borse sprint sul finale. A Piazza Affari balzo di Atlantia. Spread sotto 200

    Dopo i forti cali precedenti, che avevano portato il Wti e il Brent ad aggiornare i minimi dal 2002, il petrolio recupera terreno, incoraggiato anche dalle indiscrezioni in base alle quali il presidente americano Donald Trump e il suo omologo russo Vladimir Putin hanno trovato un accordo per avviare trattative per stabilizzare il mercato energetico.

    – di Eleonora Micheli e Flavia Carletti

    Lo stop ai dividendi innesca la fuga dai bancari, ma l'Europa strappa una chiusura positiva

    La tempesta perfetta, fatta di produzione in aumento a fronte di un'economia globale in brusca frenata a causa dell'emergenza coronavirus, ha continuato a deprimere i corsi del greggio e a poco sono servite le parole del presidente americano, Donald Trump, che ha annunciato una telefonata al leader russo Vladimir Putin proprio per discutere «del prezzo del petrolio».

    – di Flavia Carletti e Paolo Paronetto

1-10 di 3226 risultati