Aziende

Vivendi

Vivendi Sa è una società francese attiva nel campo dei media e delle comunicazioni. In particolare opera nell'industria della musica, della televisione, del cinema, dell'editoria, delle telecomunicazioni e di Internet.

La società è salita agli onori della cronaca finanziaria del 12 dicembre 2016, per il tentativo di scalata finanziaria messo in atto nei confronti del gruppo italiano Mediaset.

Vivendi Sa è quotata all'Euronext di Parigi nell'indice CAC 40 ed è guidata dal Presidente Vincent Bolloré.

Vivendi Sa gestisce le seguenti proprietà: Canal+ group (al 100%), Universal Music Group (al 100%), Telecom Italia (al 23,94%), Ubisoft (al 26,80%), Gameloft (al 95,77%), Fnac (11,27%), Telefonica (0,98%) e da ultimo Mediaset (al 28,8% )

Il gruppo è nato nel 1998, quando Compagnie Générale des Eaux ha cambiato il suo nome in Vivendi, acquistando quote di Maroc Telecom, Havas, Cendant Software, Anaya e NetHold.

Attraverso Canal+ Vivendi ha lanciato pay-tv in Italia, Spagna, Polonia, Scandinavia, Belgio e Olanda.

Nel 1999 il gruppo si è fuso con Pathé, mantendo le quote di British Sky Broadcasting e CanalSatellite.

Nel 2000 dalla fusione di Vivendi con il network televisivo Canal+ e la Universal Studios è stata creata Vivendi Universal, che nello stesso anno ha acquisito il 35% di Maroc Telecom. Nel 2004 l'80% di Vivendi Universal Entertainment è stato venduto a General Electric e l’anno successivo è stato fondato Vivendi Sa.

Dopo l’acquisizione della discografica tedesca Bmg, la divisione Vivendi Games si è fusa con Activision e successivamente ha rilevato Sfr.

Nel 2012, il Consiglio di Sorveglianza di Vivendi ha deciso di concentrare le attività del Gruppo su media e contenuti.

Nel novembre del 2013, Vivendi ha acquistato dal Gruppo Lagardère il 20% del capitale di Canal+ France che non deteneva ancora.

Nel marzo del 2016 Vivendi ha acquisito il 24,9% delle azioni di Telecom Italia, rimanendo il primo azionista.

L'8 aprile del 2016 la società francese ha firmato un contratto per acquisire il 100% di Mediaset Premium.

Il 12 dicembre del 2016 il gruppo ha annunciato di detenere il 3,01% del capitale di Mediaset per poi raggiungere il 29%. La sua influenza sulle due società italiane è in contrasto con la normativa italiana, che vieta la detenzione di partecipazioni incrociate in società tlc e media. E’ quindi scattata la richiesta formulata dal Garante delle Comunicazioni affinché Vivendi scendesse in Mediaset o in Telecom.I francesi hanno un anno di tempo per adeguarsi alle richieste.

Ultimo aggiornamento 14 settembre 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Telecomunicazioni | Vivendi Games | Mediaset | Vivendi Sa | Jean-Bernard Lévy | Italia | Universal Music | Universal Studios | Ubi Soft Entertainment | Francia | British Sky Broadcasting | Wall Street | Gruppo Lagardère | Compagnie Générale des Eaux | Activision | Vincent Bolloré | Gameloft | Activision Blizzard | Vivendi Universal Entertainment | Maroc Telecom | Attraverso Canal | Maroc Telecom Al |

Ultime notizie su Vivendi

    I quattro «Paperoni» ottantenni che scuotono Piazza Affari

    L'83enne magnate di Arcore, dal canto suo, dietro le quinte è a sua volta impegnato insieme ai figli nella sfida su Mediaset che lo vede duellare nelle Borse (e nei Tribunali) di Italia e Spagna con la Vivendi guidata dal finanziere francese Vincent Bolloré.

    – di Alessandro Graziani

    Gedi vola, la bagarre di famiglia infiamma i prezzi

    In effetti nei mesi scorsi sono circolate mille voci su Gedi, società che pare sia stata nel mirino di Xavier Niel, il patron di Iliad che controlla in Francia Le Monde, e di Vivendi.

    – di Eleonora Micheli

    Corsa contro il tempo per salvare MfE: a metà marzo scade la fusione

    Primo intoppo per Mediaset nel tentativo di sottrarsi alla morsa di Bollorè. Un intoppo che rischia però di tradursi nello stop al progetto Media for Europe. Con la conseguenza che si tornerebbe alla situazione precedente, con Fininvest avviata per fine anno a raggiungere comunque - via buy-back -

    – di Antonella Olivieri

    Mediaset, stop della Corte di Madrid alla fusione con la controllata spagnola

    Il Tribunale di Madrid ha sospeso la delibera sulla fusione per incorporazione di Mediaset España e Mediaset. La decisione del giudice arriva in attesa di una sentenza definitiva sul ricorso di Vivendi. Per il gruppo di Cologno «Vivendi non fermerà il progetto Mediaset di espansione europea»

    – di Andrea Biondi

    Mediaset, margini in miglioramento ma giù i ricavi. In attesa di Mfe

    Marginalità in crescita, a fronte di ricavi in calo. Mediaset più snella, senza Premium, che vive con ottica duplice il new deal senza calcio in pay e senza la piattaforma digitale terrestre. Il tutto in attesa del completamento della fusione tranfrontaliera al termine della quale sotto l'ombrello della holding di diritto olandese Media For Europe sono attese le attività italiane e spagnole

    – di Andrea Biondi

    Borse, Europa chiude positiva, Piazza Affari cauta in attesa del Def

    Sale l'attesa per i prossimin incontri sul commercio fra Usa e Cina che si terranno a Washington il prossimo 10 e 11 ottobre. Milano ha guadagnato lo 0,3%, mostrando cautela in vista del Def che lunedi' sara' sul tavolo del Consiglio dei ministri. Intanto sono andate bene le aste dei Btp con il rendimento dei decennali su nuovi minimi. Spread in area 141 punti

    – di Eleonora Micheli

    Duello legale tra Mediaset e Vivendi, cause in Spagna e Olanda

    Nuova tornata di rendez-vous nei tribunali fra Mediaset e Vivendi. A renderla nota la stessa Mediaset, tracciando così la roadmap che vedrà contrapposti il Biscione e quella Vivendi che punta al fronte legale per cercare di far naufragare il progetto Media For Europe

    – di Andrea Biondi

1-10 di 1815 risultati