Ultime notizie:

Vittorio Amedeo III

    Un peso monetale non vale la moneta corrispondente

    Buongiorno,volevo sapere che tipo di valore indicativo può avere la moneta in allegato (è inciso 1814) e a che tipo di negozio/ente ci si può rivolgere per una stima più accurata. Grazie.Raffaella M.

    – di Stefano Cosenz

    Monete d'oro, rinascimentali e Savoia in asta

    Si conferma sul mercato italiano l'interesse collezionistico per monete d'oro rinascimentali e Savoia, sia coniate prima dell'unificazione del Regno sia gli alti e rari facciali di tutti i Re Savoia del paese unificato, come emerge nella recente asta Wannenes. Mentre la prossima asta di Aste

    – di Stefano Cosenz

    Cronache italiane anno 1789

    Arthur Young (1741-1820) era un agronomo e un agricoltore; possedeva una mezza dozzina di farms, tenute che gli rendevano pochi soldi eppure, in un'epoca in

    – di Alvar González Palacios

    Bolaffi: asta numismatica il 5 e 6 dicembre

    Dai rubli d'oro di Elisabetta I al 20 dollari americano del 1907, dalle monete antiche a quelle del 're numismatico' Vittorio Emanuele III sono solo alcune delle rarità presenti all'incanto.Il 5 e il 6 dicembre a Torino Bolaffi batterà un'asta di numismatica con 1.500 lotti per complessivi un

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Saussure, che impostore!

    Ritrovato un racconto ritenuto perduto del dottor Paccard, vero, ma dimenticato, conquistatore del Monte Bianco

    – Pietro Crivellaro

    Doni degli Zar firmati Fabergé

    Era il 1782 quando il figlio di Caterina la Grande, il futuro zar Paolo I, e la moglie Maria, nel loro viaggio in incognito attraverso l'Europa sotto il trasparente pseudonimo di Conti del Nord, furono ricevuti con ogni onore alla Reggia di Venaria da Vittorio Amedeo III, che rinsaldava così i

    Signora mia, che bella cera!

    La rassegna di Palazzo Fortuny sulla ceroplastica tra '700 e '800: una spettacolare sequenza di busti, ritratti e maschere funebri - Architetti pensierosi e principesse in sovrappeso si alternano a facce lombrosiane di malviventi immortalati per motivi di studio

    Signora mia, che bella cera!

    Stupisce apprendere che uno dei musei più visitati di Londra - subito dopo il British Museum e la National Gallery - sia il Museo delle Cere di Madame Tussaud.

    – di Marco Carminati

    Ignora mia, che bella cera!

    Stupisce apprendere che uno dei musei più visitati di Londra - subito dopo il British Museum e la National Gallery - sia il Museo delle Cere di Madame Tussaud.

    – di Marco Carminati

1-10 di 14 risultati