Ultime notizie:

Vito Gulli

    Generale Conserve cede il pomodoro De Rica al Consorzio del Casalasco

    Il pomodoro con il tonno non va e Generale Conserve ha ceduto il marchio De Rica al Consorzio Casalasco del Pomodoro, titolare del marchio Pomì. De Rica era stato acquisito da Generale Conserve (con gestione Vito Gulli, poi uscito) da Conserve Italia (che controlla Cirio) nel  dicembre del 2013 staccando un assegno di 6,5 milioni per un fatturato di 8 milioni.  Il prezzo della transazione di oggi non è noto. Non con il tonno De Rica è rimasto nel portafoglio della società genovese, molto focali...

    – Emanuele Scarci

    Tonno Asdomar, Valsecchi aumenta la presa ed entra un investitore finanziario

    Adolfo Valsecchi rafforza la presa sul tonno Asdomar e apre la porta nell'azionariato a un fondo di private equity; lascia invece l'azionista storico Vito Gulli. La strategia del gruppo Generale Conserve è ora focalizzata sul rafforzamento dei brand a livello internazionale puntando sul made in Italy. Secondo il comunicato dell'azienda, Gulli e i figli hanno ceduto la quota nella società (probabilmente il residuo 26%) e Valsecchi, entrato in Generale Conserve nel 2014, ha consolidato la sua che ...

    – Emanuele Scarci

    L'industria di marca e la guida di Luigi Bordoni

    Luigi Bordoni, manager di lungo corso nel mondo dei beni di marca di largo consumo, continuerà a guidare l'associazione che raggruppa grandi multinazionali accanto a imprese familiari di successo. Il rinnovato Consiglio direttivo di Centromarca ha infatti confermato Bordoni alla presidenza dell'Associazione italiana dell'industria di marca per il prossimo biennio, come si legge in una nota. A supportarlo nella sua attività saranno i Vicepresidenti Cristina Scocchia (presidente e amministratore d...

    – Vincenzo Chierchia

    Valsecchi rilancia il tonno AsdoMar con investimenti milionari

    Vito Gulli ha vinto la sua sfida con AsdoMar? Nì. Generale Conserve dà confortanti segnali di risalire la china ma la strada è ancora lunga e Gulli ha ceduto il controllo della società ad Adolfo Valsecchi (nella foto) che, grazie agli ingenti capitali apportati, ha ottenuto nuovo credito dalle banche e ha finanziato gli investimenti tecnologici necessari a recuperare competitività. Senza, sarebbe stato quasi impossibile. Mister AsdoMar è Valsecchi Il tonno AsdoMar rileva il controllo della Indu...

    – Emanuele Scarci

    Gulli molla la carne in scatola Manzotin a Cremonini

    Dopo meno di tre anni la carne in scatola Manzotin passa ancora di mano: la proprietà è stata ceduta da Generali conserve al gruppo Cremonini. La società controllata dall'imprenditore genovese Vito Gulli l'aveva rilevata dal gruppo Bolton che, a sua volta, aveva acquisito Simmenthal da Kraft Foods. In dettaglio, Generale Conserve e Inalca hanno siglato un accordo che regola la cessione ad Inalca di Manzotin. Inalca (già fornitore di Gulli) può sfruttare le economie di scala derivante dal cont...

    – Emanuele Scarci

    Generale conserve si mangia la carne Manzotin

    Generale conserve fa un boccone di carne Manzotin. Lo scorso 30 dicembre la Manzotin spa è stata fusa per incorporazione nella Generale conserve.  La holding genovese è controllata per il 55% da Vito Gulli e per il 45% dal socio Adolfo Valsecchi. Mister AsDoMar (cioè Gulli) è attivo nel business del tonno in scatola: ha uno stabilimento in Portogallo e uno (nuovo) a Olbia per la lavorazione del suo tonno, AsdoMar, ma anche per i brand della grande distribuzione. Tra la metà e la fine del 2013...

    – Emanuele Scarci

    La sfida (quasi) impossibile di Vito Gulli: mettere insieme tonno, carne e pomodori

    Iniezione di liquidità da 7 milioni e una gran boccata d'ossigeno per Mister ASdoMar, l'imprenditore genovese Vito Gulli. L'ingresso del socio Adolfo Valsecchi, con il 45%, nella holding Generale conserve gli ha consentito di allentare la tensione finanziaria e destinare 7  milioni in conto futuro aumento di capitale. Probabilmente questo è stato importante per convincere collegio sindacale e revisori a confermare la continuità aziendale. Gulli comunque controlla Generale conserve con il 55% d...

    – Emanuele Scarci

    A Generale Conserve il pomodoro De Rica è costato 6,5 milioni

      Per conquistare il marchio storico De Rica, Generale Conserve ha dovuto staccare un assegno di 6,5 milioni, poco meno degli 8 milioni di fatturato. La notizia, di fonte bancaria, indica che Conserve Italia ha fatto un buon affare, anche perché è riuscita a strappare un contratto esclusivo di fornitura biennale e un diritto di prelazione triennale qualora la società di Vito Gulli, presidente e azionista di Generale Conserve, decidesse, a sua volta, di cederla.   Quale la logica della transazion...

    – Emanuele Scarci

1-10 di 12 risultati