Ultime notizie:

Vitaliano Brancati

    Dallo Strega al Campiello al via la stagione dei Premi, ma servono veramente?

    Si parte a luglio con il Premio Strega, poi a settembre il Campiello: è questa la stagione più attesa in Italia dagli scrittori, la stagione dei Premi che possono far decollare o consacrare una carriera. Ma i premi letterari davvero agiscono come moltiplicatori del successo di un libro?

    – di Serena Uccello

    Il senso di Sciascia per Palermo

    E' in programma dal 4 all'8 ottobre, a Palermo, la terza edizione del «Festival delle Letterature migranti». L'obiettivo del Festival, promosso dal Comune di Palermo insieme all'Università e a tante istituzioni pubbliche e private, è di contribuire alla pace e alla convivenza tra i popoli, facendoli

    – di Roberto Andò

    Intellettuali, masserie e granite: ritorno a Scicli

    In attesa della granita migliore di Scicli, in piazza Busacca, c'è tempo e spazio per lunghe contemplazioni: la chiesa del Carmine, il convento appena restaurato, i nuovi bar e ristoranti, e un antico palazzo in pietra bionda con le persiane verdi che delimita il lato lungo. Appartiene alla

    – di Sara Magro

    L'Italia del Gastronauta

    Bisogna ammetterlo, il peccato di gola è l'ultimo che ci è rimasto. Il sesso ormai è diventato un imperativo e il porno un irraggiungibile traguardo. Invece la golosità ormai ha occupato pacificamente il palcoscenico. Ormai le tentazioni non riguardano più il sesso, ma il cibo calorico. I

    – Giuseppe Scaraffia

    Mattatore anarchico

    Quando viene a mancare un artista importante e noto sono molte le immagini che si affollano nella mente di chi ha seguito la sua carriera da vicino o soltanto per frammenti. E nel caso di Giorgio Albertazzi, scomparso ieri all'età di novantadue anni, sembrano riemergere dalla memoria tanti profili

    – Antonio Audino

    La cattiveria di Leo è uguale per tutti

    Il ritratto di Leo Longanesi (1905-1957), giornalista, scrittore, artista, editore, moralista, è un piccolo e consolidato genere letterario. L'inizio era stato suo, fulminante, memorabile: «Sono un carciofino sott'odio» (Parliamo dell'elefante, 1947), in cui egli riusava la definizione coniata da

    – Gino Ruozzi

    Albertazzi divo e ribelle, baciato dagli dei del palcoscenico

    Talentuoso, contraddittorio, geniale, affascinante, Giorgio Albertazzi ha avuto in dono dagli dei del palcoscenico una carriera sfaccettata, multiforme e una personalità tra le più complesse e difficili da etichettare del teatro italiano del secondo Novecento. E' stato un divo ed è stato a suo modo

    – di Renato Palazzi

    Addio a Giorgio Albertazzi, il maestro del teatro

    Non solo un attore, ma un vero e proprio monumento del teatro e del cinema italiano. Giorgio Albertazzi è morto questa notte 92 anni mentre si trovava in Toscana nella casa di Pia De' Tolomei. Era nato a Fiesole il 20 agosto 1923. La sua ultima apparizione in teatro era stata nel Mercante di

    I diplomatici hanno la benzina che vogliono

    Aldilà. Sarà, ma non ci credo. Antichi. Ma se non facevano il bagno! Azione. Se sto fermo invecchio.Bagno. [Dire di farlo tutte le mattine].Basso. Anche Napoleone era piccolo.Biancheria. [Preferire quella nera].

    – Giorgio Dell'Arti

1-10 di 32 risultati