Ultime notizie:

Vinitaly

    Vino, da Bolgheri al Collio tornano gli investimenti nella terra e in cantina

    Che sotto la vecchia casa colonica restaurata ci sia una cantina, di quelle dove tutto il processo di vinificazione avviene per caduta, lo si scopre solo varcando l'ingresso dell'opificio. Dalla sommità delle scale, lo sguardo impatta veloce sui caratelli ben allineati, e altri a riempire gli angoli più reconditi della poliedrica costruzione completamente interrata sotto la collinetta di Masseto. Nome di vino e di azienda che ci porta in quel di Bolgheri, più precisamente nella tenuta Ornella...

    – Nicola Dante Basile

    40.040 bottiglie di vino distribuite dagli Alpini, cuori di legno di alberi schiantati per la festa della mamma: anche così rinasce la montagna

    Quarantamila e quaranta (40.040) bottiglie per esprimere solidarietà alla montagna veneta flagellata dal maltempo lo scorso ottobre. E' consistente la donazione fatta all'Associazione Nazionale Alpini da parte di una cordata di imprenditori che hanno deciso di mettersi insieme unendo le forze in un'operazione che dovrebbe fruttare 200mila euro. Sei produttori di vino hanno contribuito con la materia prima - 380 ettolitri - poi si è trovato chi provvedesse alla spumantizzazione, chi fornisse il ...

    – Barbara Ganz

    Storie di vini e d'imprese che hanno fatto da battistrada al successo del made in Italy nel mondo

    All'origine del made in Italy". E' il titolo di un mio libro scritto un bel po' di anni fa in cui si narra la storia del marchio Cirio e del suo fondatore, Francesco Cirio: un piemontese naturalizzato campano di cui l'Italia va fiera e che, nel mezzo del secolo XIX° è stato artefice di un progetto imprenditoriale che ha rivoluzionato i costumi alimentari, non solo degli italiani. Una storia a cavallo di due secoli. Intrigante sotto diversi punti di vista: da quello industriale, che vede un intra...

    – Nicola Dante Basile

    Vino, tra crisi e polemiche la Germania compra meno made in Italy

    E' stata per anni il principale mercato per il vino italiano. Per valori non lo è più già da un po', ancora mantiene un ruolo di primo piano per i volumi acquistati ma a breve potrebbe perdere anche questo primato. Si tratta della Germania, da sempre uno degli sbocchi chiave per le etichette made in

    – di Giorgio Dell'Orefice

    Falsa grappa tedesca, Ue in campo

    La europarlamentare leghista Mara Bizzotto ha presentato alla commissione Ue una interrogazione con cui chiede come si intenda rafforzare la tutela di prodotti ad indicazione geografica Grappa per contrastare i tentativi di imitazione fraudolenta di eccellenze made in Italy. Lo spunto giunge dalla

    VinItaly, virtù e vizi tutt'intorno alla fiera immagine dell'Italia del vino

    E' stato archiviato come il VinItaly dei record assoluti, quello tenutosi dal 7 al 10 aprile scorsi a Verona. La definizione trova conforto nei dati diffusi dall'ente organizzatore e relativi a numero di espositori (4.600), superficie (oltre 100mila metri quadri), visitatori (125mila) e buyer (32mila) provenienti da ogni dove. Una grande festa del vino, che ha visto anche un fuori salone cittadino - VinItaly and the City - che avrebbe calamitato qualcosa come 80-90mila presenze. Ma, come dirò più...

    – Nicola Dante Basile

    "Tutto è possibile se ti impegni": anche passare da un master in proprietà industriale ai campi (e diventare regina dello zafferano)

    Dopo la serra delle fragole di Sofia, 22 anni, capace di raddoppiare la produzione (a proposito: conoscete tutte le opportunità del Psr, il programma di sviluppo rurale, in Veneto? Ha fatto nascere colture di piante tropicali in provincia di Padova) un'altra storia di giovane impresa verde. "Tutto è possibile se ci credi, se ti impegni davvero. Io ho cambiato vita, mi sono rimessa a studiare, frequento corsi e leggo tantissimi libri, per imparare il mestiere che è stato di mio padre e farlo a...

    – Barbara Ganz

    Vinitaly sbarca in Cina. Dal 2020 a Shenzhen arriva Wine to Asia

    Una manifestazione sul vino a Shenzhen come piattaforma per promuovere stabilmente le etichette made in Italy in Cina. La prima edizione si terrà nel 2020 e sarà realizzata in partnership da Veronafiere-Vinitaly e un socio cinese. Confermando quindi le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi (si

    – di Giorgio dell'Orefice

1-10 di 694 risultati