Persone

Vincent Bolloré

Vincent Bolloré (nato a Boulogne-Billancourt, 1º aprile 1952) è un imprenditore e finanziere francese.

Proviene da una famiglia di industriali bretoni e dopo la laurea in diritto all'Università di Paris X Naterre ha iniziato la sua carriera nella banca di Edmond de Rothschild. Prende poi il controllo della cartiera di famiglia e la trasforma in una holding globale con 33.000 dipendenti con diverse partecipazioni azionarie nei settori dell'energia, agroalimentare , trasporti e logistica.

Dal 2005 è ceo di Havas Media Group, uno dei principali gruppi globali di comunicazione e marketing, dopo aver rilevato il 20% della società. Bolloré è anche primo azionista di Vivendi, attiva nel campo dei media e delle comunicazioni, (Universal Music, Canal +, Daily Motion) società attraverso la quale ha acquistato partecipazioni in Telecom Italia ( oltre il 24 %) e nel dicembre del 2016 anche di Mediaset (20%).

Con un patrimonio di 4,6 miliardi di dollari occupa (al 15/12/2016) la 248° posizione nella lista Forbes dei più ricchi del pianeta.

Vincent Bolloré ha quattro figli avuti dalla prima moglie Sophie Fosso­rier, tre dei quali che lavorano nelle aziende di famiglia. Si è poi risposato con la scrittrice e attrice Anaïs Jean­ne­ret. E' amico personale dell'ex presidente francese Nicolas Sarkozy.

Ultimo aggiornamento 05 gennaio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Partecipazioni societarie | Vincent Bolloré | Sophie Fosso-rier | Telecom | Mediaset | Universal Music | Havas Media Group | Nicolas Sarkozy | X Naterre | Edmond de Rothschild | Anaïs Jean-ne-ret |

Ultime notizie su Vincent Bolloré

    Gli affari in Costa d'Avorio di Vincent Bollorè

    Una rete di potere costruita in circa venti anni in Africa con il beneplacito di ambienti governativi: fatta di concessioni vinte in alcuni casi senza un processo d'asta tra consorzi. L'inchiesta su "corruzione di agenti pubblici esteri " su Vincent Bolloré e sul suo gruppo rischia di scoperchiare un pentolone che fino ad oggi era ben sigillato. La rete di concessioni africane di Bolloré attraversa Paesi come il Togo, la Guinea ma anche la Costa d'Avorio, che per ora non è ancora entrato nell'...

    – Carlo Festa

    Le partite italiane di Vincent Bolloré

    Il finanziere francese Vincent Bollorè è in stato di fermo per sospetta corruzione di funzionari pubblici stranieri in una vicenda legata a concessioni portuali in Togo e Guinea. Il colpo di scena, che segue il passo indietro ai vertici di Vivendi annunciato lo scorso 19 aprile con la designazione

    – di Marigia Mangano

    Vincent Bolloré in stato di fermo per sospetta corruzione in Africa

    Vincent Bolloré, numero uno di Vivendi, è in stato di fermo per essere interrogato dalla procura di Nanterre, alle porte di Parigi, con l'accusa di corruzione per una serie di concessioni portuali in Africa. In particolare, secondo un'anticipazione di Le Monde, gli inquirenti indagano sulle

    L'affondo di Vincent Bolloré e l'entrata «non sollecitata»

    Al quartier generale di Vivendi nessuno lo dice apertamente, è ovvio. E ufficialmente le fonti del gruppo si limitano a rimandare al testo del comunicato diffuso in serata. Ma è del tutto evidente che l'acquisizione del 3,01% di Mediaset è un'operazione ostile (come peraltro chiarisce Mediaset).

    – di Marco Moussanet

    Rottura Mediaset-Vivendi, cala il gelo tra la famiglia Berlusconi e Vincent Bollorè

    E' sceso il gelo tra la famiglia Berlusconi e Vincent Bollorè, il finanziere bretone che controlla Vivendi e ha tanti interessi in Italia: da Telecom (sempre controllata con Vivendi), fino a Mediobanca e Generali. Dopo anni di sodalizio con Silvio Berlusconi e i suoi figli (soprattutto Piersilvio), Bollorè è finito in fuorigioco: colpa del dietrofront di Vivendi sull'accordo per acquisire Mediaset Premium. La decisione dello stop all'accordo presentato ad aprile (a favore di altre condizioni che...

    – Carlo Festa

    Il ritorno di fiamma di Vincent Bolloré

    Quando Vincent Bolloré entrò in Mediobanca, molti pensarono a una "toccata e fuga" sul modello dell'operazione Lazard che gli aveva guadagnato la fama di

    • La fragilità del sistema di Vincent Bolloré

      LA DIVERSITÀ DI VEDUTE - In contrasto con Mediobanca su Generali e sul dossier Ligresti: ora c'è chi ipotizza anche l'uscita dei soci francesi da Piazzetta Cuccia

      – Marigia Mangano