Ultime notizie:

Vilnius

    Le vittoriose, ritratti di signore competenti

    Sono venti le protagoniste di una raccolta che abbraccia vari ambiti professionali, esistenziali e geografici: scrittrici, filosofe, economiste, politiche, attiviste

    – di Francesca Rigotti

    Fuga degli ebrei dall'Europa dell'antisemitismo

    Nel 2019 circa 33mila persone hanno deciso di lasciare il Vecchio continente per Israele. I dati della Jewish Agency potrebbero segnare il nuovo picco da 10 anni

    – di Carlo Andrea Finotto

    Bce, guida pratica agli strumenti nel cassetto di Draghi

    Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea si riunisce il 25 luglio: attesi annunci apripista per ulteriori interventi accomodanti che potrebbero concretizzarsi nelle riunioni di settembre e ottobre prima dell'arrivo di Christine Lagarde

    – di Isabella Bufacchi

    Bce pronta a fare di più su forward guidance, acquisto titoli, taglio dei tassi

    La Bce è pronta ed è preparata ad allentare ulteriormente la politica monetaria, ricalibrando tutti i suoi strumenti, nella maniera più appropriata, per raggiungere il suo obiettivo sulla stabilità dei prezzi: le misure potenziali che saranno considerate includono «la possibilità di estendere e rafforzare ulteriormente la forward guidance, riaprire il programma di acquisti netti di asset e ridurre i tassi d'interesse»

    – di Isabella Bufacchi

    Dalle prigioni del mondo migliaia di spartiti per cantare il dolore e la vita

    Musica in cattività. Musica concentrazionaria. In Europa come nell'Africa coloniale, in Asia, in Australia, Usa, Canada e America Latina. Sono ebrei, cristiani, sinti e rom, baschi, sufi e bahá'í, quaccheri, geovisti, comunisti, disabili, omosessuali, prigionieri civili e militari. Scrivevano su quaderni, carta igienica, telegrammi, oppure tramandavano i motivi e le note a memoria. Il pianista Francesco Lotoro ha raccolto questi straordinari materiali creando un archivio unico al mondo.

    – di Donata Marrazzo

    Discriminazione, violenza e disuguaglianza alimentano le malattie mentali

    Dainius Puras: «Le disuguaglianze, la discriminazione e la violenza sono i maggiori fattori che alimentano le malattie mentali. Eliminarli è molto più importante per la salute mentale delle persone che somministrare farmaci. Gli Stati devono concentrarsi su questo: bisogna riequilibrare l'approccio biomedico con interventi sociali e per la tutela dei diritti umani».

    – di Lara Ricci

    Bce, Draghi oltre Draghi: cosa resterà di questi 8 anni a Francoforte

    Dal primo novembre Mario Draghi non lavorerà più nell'ufficio di presidenza della Bce, ma su quella che è stata la sua scrivania per otto anni lascerà impronte ovunque e in bella vista una cassetta degli attrezzi ben fornita, dotata di strumenti convenzionali e non convenzionali funzionanti,

    – di Isabella Bufacchi

1-10 di 222 risultati