Le nostre Firme

Valerio Castronovo

Nato a Vercelli nel 1935, è stato dal 1967 al 1971 professore incaricato di storia moderna all’Università Statale di Milano e dal 1972 al 2004 ordinario di storia contemporanea all’Università di Torino. Dal 1983 è direttore scientifico della rivista trimestrale di scienze e storia “Prometeo”. È presidente dell’Istituto di studi storici Salvemini di Torino e del Centro Studi di documentazione storica ed economica dell’impresa di Roma.

Ha collaborato dal 1976 al 1998 alle pagine culturali di “Repubblica” e dal 2000 scrive per il “Sole” di temi economici e politico-sociali.

Fra le sue pubblicazioni: La stampa italiana dall’Unità al fascismo (Laterza, 1970); Giovanni Agnelli (Utet, 1971); La storia economica. Dall’Unità d’Italia a oggi, (Einaudi, 1975); L’industria italiana dall’Ottocento a oggi (Mondadori, 1981); “La Stampa1867-1925. Un’idea di democrazia liberale (Angeli, 1987); Grandi e piccoli borghesi (Laterza, 1988); Le rivoluzioni del capitalismo (Laterza, 1996); Fiat 1899-1999. Un secolo di storia italiana (Rizzoli, 1999); L’eredità del Novecento. (Einaudi, 2000); Le paure degli italiani (Rizzoli, 2003); L’avventura dell’unità europea. (Einaudi, 2004); Un passato che ritorna. L’Europa e la sfida dell’Asia (Laterza, 2006); Piazze e caserme. I dilemmi dell’America latina (Laterza 2007); Cento anni di imprese. Storia della Confindustria (Laterza 2010); Le ombre lunghe del Novecento. (Mondadori 2010); Il capitalismo ibrido. Saggio sul mondo multipolare (Laterza 2011).

Ha curato l’edizione italiana della Cambridge Economic History (Einaudi, 1978-1992), una Storia dell’economia mondiale (Laterza, 1996-2001), e per la Rai-Tv una storia, in 20 puntate, del capitalismo italiano (1999-2000). La sua Storia economica dell’Italia è stata tradotta in Cina e alcuni suoi saggi in Germania e Spagna.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultimi articoli di Valerio Castronovo

    Consigli di fabbrica, il nucleo ideato da Gramsci

    E' significativo che nella pur larga attenzione dedicata a un centenario storico come quello del 1919 non sia stata dedicata particolare attenzione al gramsciano movimento dei Consigli di fabbrica, che pur ha avuto un ruolo eminente nel "biennio rosso" e che ha ispirato, da allora in poi, la visione

    – di Valerio Castronovo

    Autonomie, sulla riforma pesa la nuova questione meridionale

    Adesso o sarà troppo tardi per una riforma in materia di autonomia differenziata che valga a rendere più efficiente il Paese, preservando la sua unità nazionale. L'Italia non cresce più da molto tempo, seguitando ad accusare sia una congèrie di anomalie di ordine strutturale sia l'assenza di una

    – di Valerio Castronovo

    Perché la cultura antindustriale fa danni

    Qualche dato positivo dell'Istat su un aumento dei posti di lavoro in un trimestre, soprattutto per quelli over 50, ha indotto il vice premier Luigi Di Maio a suonare le trombe.

    – di Valerio Castronovo

    Il riscatto del Sud passa dal capitale sociale

    Il Mezzogiorno è tornato recentemente sotto i riflettori in seguito a due vicende diverse ma emblematiche di quella che un tempo si definiva "questione meridionale". Poiché, a proposito tanto dello stabilimento della Whirlpool di Napoli che del complesso dell'Ilva di Taranto, si è in presenza di un

    – di Valerio Castronovo

    Un nuovo sudafrica per trainare il continente

    C'è stato un tempo, 25 anni fa, dopo le prime elezioni libere e la fine dell'apartheid, che il Paese di Nelson Mandela sembrava dovesse diventare stella polare per l'intero Continente africano. E questo per diversi motivi: sia per essere stato capace di affrancarsi, senza conflittualità violenta,

    – di Valerio Castronovo

    Torino mortificata nel desiderio di ripartire presto

    Sono trascorsi ottant'anni da quando nella primavera del 1939 venne inaugurato a Torino l'imponente stabilimento di Mirafiori, con il quale il senatore Giovanni Agnelli aveva coronato il suo sogno di "fare come Ford", di realizzare un complesso industriale che riproducesse il modello esemplare

    – di Valerio Castronovo

    La Nato a 70 anni fa i conti con Donald Trump

    Sono trascorsi settant'anni da quando, il 4 aprile 1949, venne firmato a Washington il trattato istitutivo della Nato. A sottoscriverlo, insieme ad altri undici Paesi, fu anche l'Italia. Oggi c'è chi si chiede per quale precipui motivi compì, a quel tempo, un passo così impegnativo nel mezzo di una

    – di Valerio Castronovo

    Elezioni cruciali, mai così dense di incognite

    Da quando nel 1979 i cittadini sono stati chiamati alle urne per eleggere il Parlamento di Strasburgo, mai s'era imposta una questione cruciale come quella di fronte alla quale essi si trovano ai giorni nostri. In quanto essa ha a che fare con un interrogativo che riguarda la stessa ragion d'essere

    – di Valerio Castronovo

    Più risorse alla scuola e meno autarchia

    Sono trascorsi quasi trent'anni da quando Guido Carli, chiamato a ricoprire nell'aprile 1991 l'incarico di ministro del Tesoro nel settimo governo Andreotti, alla vigilia del trattato di Maastricht, tornò ad ammonire che "lacci e lacciuoli", qualora non fossero stati recisi, avrebbero continuato a

    – di Valerio Castronovo

    Senza la Torino-Lione corridoio 5 a rischio

    Dopo che la mozione dei Cinquestelle e della Lega alla Camera, nella quale si dichiarava di voler "ridiscutere integralmente il progetto della Tav", ha riportato indietro le cose al Contratto di Governo firmato nove mesi fa, è stato annunciato che il vertice in atto a Palazzo Chigi sulla vexata

    – di Valerio Castronovo

1-10 di 285 risultati