Le nostre Firme

Valerio Castronovo

Nato a Vercelli nel 1935, è stato dal 1967 al 1971 professore incaricato di storia moderna all’Università Statale di Milano e dal 1972 al 2004 ordinario di storia contemporanea all’Università di Torino. Dal 1983 è direttore scientifico della rivista trimestrale di scienze e storia “Prometeo”. È presidente dell’Istituto di studi storici Salvemini di Torino e del Centro Studi di documentazione storica ed economica dell’impresa di Roma.

Ha collaborato dal 1976 al 1998 alle pagine culturali di “Repubblica” e dal 2000 scrive per il “Sole” di temi economici e politico-sociali.

Fra le sue pubblicazioni: La stampa italiana dall’Unità al fascismo (Laterza, 1970); Giovanni Agnelli (Utet, 1971); La storia economica. Dall’Unità d’Italia a oggi, (Einaudi, 1975); L’industria italiana dall’Ottocento a oggi (Mondadori, 1981); “La Stampa1867-1925. Un’idea di democrazia liberale (Angeli, 1987); Grandi e piccoli borghesi (Laterza, 1988); Le rivoluzioni del capitalismo (Laterza, 1996); Fiat 1899-1999. Un secolo di storia italiana (Rizzoli, 1999); L’eredità del Novecento. (Einaudi, 2000); Le paure degli italiani (Rizzoli, 2003); L’avventura dell’unità europea. (Einaudi, 2004); Un passato che ritorna. L’Europa e la sfida dell’Asia (Laterza, 2006); Piazze e caserme. I dilemmi dell’America latina (Laterza 2007); Cento anni di imprese. Storia della Confindustria (Laterza 2010); Le ombre lunghe del Novecento. (Mondadori 2010); Il capitalismo ibrido. Saggio sul mondo multipolare (Laterza 2011).

Ha curato l’edizione italiana della Cambridge Economic History (Einaudi, 1978-1992), una Storia dell’economia mondiale (Laterza, 1996-2001), e per la Rai-Tv una storia, in 20 puntate, del capitalismo italiano (1999-2000). La sua Storia economica dell’Italia è stata tradotta in Cina e alcuni suoi saggi in Germania e Spagna.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultimi articoli di Valerio Castronovo

    L'accordo che gettò le basi dell'industria pesante italiana

    Settant'anni fa, durarono quasi una settimana, dal 12 al 17 aprile, gli incontri fra i sei ministri degli Esteri impegnati a mettere a punto gli accordi istituitivi del trattato della Comunità europea del carbone e dell'acciaio, o Ceca, che essi firmarono, il giorno dopo, in nome del Belgio, della

    – di Valerio Castronovo

    La necessaria ricostituzione della Libia

    C'è da auspicare naturalmente che l'iniziativa assunta nei giorni scorsi dalla Ue per assecondare una soluzione concreta della lunga e drammatica crisi libica raggiunga quest'obiettivo. Sono passati infatti più di dieci anni da quando scoppiò a Bengasi nel febbraio 2011 una rivolta popolare contro

    – di Valerio Castronovo

    Quel filo rosso che lo legò sempre all'America

    Versatile ed eccentrico, con una singolare ampiezza di orizzonti e una vocazione cosmopolita, insieme a un forte attaccamento alle tradizioni identitarie della sua città.

    – di Valerio Castronovo

    E' ora che l'Italia faccia sentire la propria voce

    Tranne per alcuni eventi eccezionali, scarsa è, in genere, l'attenzione dedicata dalla nostra classe dirigente alla politica estera. Lo si è spiegato adducendo, per lo più, il fatto che a dettare la linea delle relazioni internazionali di un Paese di frontiera come l'Italia è stata in pratica, per

    – di Valerio Castronovo

    Quell'anno tornante della storia

    Oggi, a cent'anni di distanza dal 1921, vale la pena di rievocare quanto accadde in quel tornante. Sia perché l'aggravamento della crisi economica avvenuto allora concorse a minare le fondamenta del sistema liberale; sia perché certi retaggi e nodi strutturali venuti al pettine in pieno nel corso

    – di Valerio Castronovo

    Un ruolo più attivo nello scenario globale

    E' ben noto come Mediobanca, creata nel 1946 quale Istituto di credito speciale per opera delle tre banche di "interesse nazionale" (Comit, Credit, Banco di Roma), abbia contribuito, nel decennio successivo, alla vigorosa ascesa dell'economia italiana provvedendo a convertire crescenti quote di

    – di Valerio Castronovo

    Reti e formazione per il futuro green di Torino

    La si considerava, Torino, e ormai da tempo, diciamo fin dagli anni Novanta, in seguito all'epilogo del fordismo e ai primi sviluppi della globalizzazione, una città sul viale del tramonto.

    – di Valerio Castronovo

    La generazione di europeisti che aiutò l'italia a rinascere

    Anche se potrebbe sembrarlo, non fu una fortuita congiunzione felice degli astri il fatto che l'Italia si trovò a contare, nel secondo dopoguerra, su una classe dirigente che, dopo aver ripristinato le istituzioni democratiche e provveduto, con l'aiuto degli Stati Uniti, a un'impervia opera di

    – di Valerio Castronovo

1-10 di 312 risultati