Persone

Valeria Fedeli

Valeria Fedeli ( nata a Treviglio il 29 luglio 1949) è una sindacalista e politica italiana, senatrice del Partito Democratico e Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca dal 12 dicembre 2016 nel governo Gentiloni.

Inizia la sua attività nel sindacato a Milano alla fine degli anni '70 entrando nella Cgil. Si trasferisce poi nel 1982 a Roma, per assumere incarichi di segreteria prima nel settore pubblico e poi nel tessile. Dal 2000 fino al 2010 guida come segretaria generale, la categoria dei lavoratori tessili della Cgil.Nel 2012 lascia il sindacato per candidarsi nelle liste del Partito Democratico come capolista in Toscana per il Senato della Repubblica.

Eletta senatrice nelle elezioni politiche italiane del 2013, il 21 marzo 2013 è eletta vice presidente del Senato della Repubblica per il Pd. E' stata tra le fondatrici del movimento civile "Se non ora quando?", partecipando all'organizzazione della manifestazione del 13 febbraio 2011 .Tra i vari disegni di legge presentati come primo firmatario si ricorda quello per l'istituzione di una Commissione parlamentare sul fenomeno dei femminicidi che raccolse tra i cofirmatari l'appoggio di molti esponenti di forze politiche anche di opposizione.

È sposata con l'ex senatore del PD Achille Passoni.

Ultimo aggiornamento 13 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Senatore | Pd | Valeria Fedeli | Sindacato | Gentiloni | CGIL | Achille Passoni | Senato |

Ultime notizie su Valeria Fedeli

    La miniera dei dati al Miur e non solo, la grande occasione di Fioramonti

    Un report del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) - pubblicato nel luglio 2016 e poi cestinato - abbozzava una strategia fondamentale per il Paese. Oggi i dati restano sotto il controllo dei servizi studi interni, ma aprire le porte della PA all'analisi dei dati non costerebbe nulla - grazie a tecnologie e metodologie nuove e sicure - e permetterebbe di sviluppare soluzioni innovative per migliorare l'istruzione e la vita dei cittadini. Cosa aspettiamo? Si fa un gr...

    – Tortuga

    Il miracolo della politica in Italia, soldi e successo senza studio. Perché?

    Il dato statistico Solo il 31% dei politici italiani ha conseguito una laurea (EUROSTAT, 2015) Elaborazione dell'autore con dati EUROSTAT[/caption] Antefatto politico-letterario Foscolo fu un capitano combattente: aveva il diritto di raccontare il dolore della sconfitta e della guerra; Vittorio Sereni, un esempio del nostro tempo, oltre che poeta, fu un ufficiale di fanteria, prese parte alla seconda guerra mondiale e conobbe la dimensione della prigionia; Goethe fu funzionario ministeriale...

    – Francesco Mercadante

    Scuola, il Governo cerca 1,4 miliardi per alzare lo stipendio dei prof

    Alla lunga lista di promesse/proposte/desiderata che già compone il menù della prossima manovra da 45 miliardi si iscrive anche la scuola. Non tanto e non solo per la doppia ondata di concorsi da 70mila cattedre, che arriverà entro l'autunno e che però è finanziata, quanto per l'auspicato rinnovo

    – di Eugenio Bruno e Claudio Tucci

    Università, in Italia una laurea su 10 «parla» solo inglese

    Stop ai corsi di laurea in inglese? A giudicare dall'offerta in rampa di lancio per il prossimo anno accademico non si direbbe proprio. Il numero dei corsi la cui didattica è interamente nella lingua di Albione sono arrivati a quota 440 in 55 atenei in rispetto ai 351 del 2018/19 e ai 339 del

    – di Francesca Barbieri

1-10 di 386 risultati