Ultime notizie:

Unipec

    Petrolio, la volatilità record tradisce anche il colosso cinese Sinopec

    C'è anche il colosso statale cinese Sinopec tra le vittime delle violente oscillazioni dei prezzi del petrolio. La notizia che il gruppo petrolchimico ha sospeso due dirigenti in seguito a perdite nel trading è emersa ieri, proprio mentre il mercato compiva l'ennesima inversione di rotta: dopo il

    – di Sissi Bellomo

    Petrolio Usa frenato da dazi e sanzioni: l'export è ai minimi da gennaio

    Sanzioni all'Iran e guerre dei dazi non stanno aiutando il petrolio «made in Usa». Le esportazioni di greggio dagli Stati Uniti stanno diminuendo, tanto che nella settimana di Ferragosto si sono addirittura ridotte ai minimi da gennaio: 1,155 milioni di barili al giorno, secondo l'Eia, la metà

    – di Sissi Bellomo

    Pressioni americane sulla Cina: compri più materie prime «made in Usa»

    La pax commerciale con la Cina dovrà passare, secondo gli obiettivi di Washington, attraverso la firma di contratti che impegnino le imprese a rifornirsi di materie prime «made in Usa»: petrolio e gas da shale, con cui la Casa Bianca è decisa ad affermare il «predominio energetico americano», ma

    – di Sissi Bellomo

    Petrolio al record da tre anni, spinto da Arabia Saudita e Cina

    Le quotazioni del petrolio hanno ripreso a correre, guadagnando oltre il 5% nelle ultime due sedute e spingendosi al record da tre anni: il Brent ieri ha chiuso a 71,04 dollari al barile, salendo subito dopo la fine della seduta a 71,34 $, livello che non toccava da dicembre 2014. Il Wti ha invece

    – di Sissi Bellomo

    Il future cinese sul petrolio tenta i colossi internazionali

    Il debutto dei futures cinesi sul petrolio ha superato le attese più ottimiste. Il primo giorno di contrattazioni ha visto scambi per oltre 20 milioni di barili, con volumi che in apertura (mentre l'Occidente dormiva) hanno persino superato quelli del Brent. Da subito c'è stata una partecipazione

    – di Sissi Bellomo

    Petrolio Usa alla conquista del mondo con navi giganti e un aiuto dalla Cina

    Lo shale oil americano potrà presto prendere il largo a bordo di maxipetroliere, capaci di trasportare due milioni di barili di greggio in un solo viaggio: una novità assoluta che promette di rafforzare ulteriormente gli Stati Uniti come superpotenza energetica.

    – di Sissi Bellomo