Aziende

Unicredit

Unicredit è una delle più grandi banche europee per giro di affari e per numero di clienti. È quotata in borsa a Milano e fa parte dei titoli a maggiore capitalizzazione.

Tra tutte le banche italiane (il 72% del capitale appartiene a fondi esteri) è quella a maggior vocazione internazionale . E' attiva in 17 Paesi con 7800 filiali. Da diversi anni infatti Unicredit persegue una strategia che l'ha portata ad operare diverse acquisizioni in Europa, in particolare in Germania e nell'Europa dell'est, dove è una delle banche più importanti. Di grande importanza è stata la scalata a HypoVereinsBank nel 2005, con la quale è entrata prepotentemente nel mercato tedesco, austriaco e polacco. Un'altra grande fusione, questa volta sul mercato italiano, è quella del 2007 con Capitalia, grazie alla quale amplia ulteriormente la sua rete e rafforza la presenza su tutto il territorio italiano.

Unicredit fino al 2008 si chiamava Unicredito Italiano, che a sua volta era nata dalla fusione di diverse banche, tra cui Credito Italiano, Rolo Banca e Unicredito, a cui si sono aggiunti negli anni altri istituti bancari. La sua caratura internazionale ha reso Unicredit però maggiormente esposta alla crisi finanziaria internazionale, che la banca ha dovuto affrontare con un rilevante aumento di capitale nel 2008.

Le attività di Unicredit spaziano in tutti i settori bancari, dal private banking, alla banca retail, dall'online banking alla banca di investimento. Del gruppo di Unicredit fanno parte anche Banca di Roma, Banco di Sicilia (suddivisi principalmente per regione) e Fineco.

Dal 12 luglio 2016 il nuovo amministratore delegato è Jean Pierre Mustier che ha iniziato il suo mandato con una serie di dimissioni tra le quali la cessione del 10% di Fineco e del 10% di Pekao (gruppo bacario polacco) e un aumento di capitale da 13 miliardi.

Ultimo aggiornamento 21 aprile 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Fusioni e Acquisizioni | Unicredit | Istituto bancario | Europa | Credito Italiano | Banca di Roma | Banco di Sicilia | Rolo Banca | Borsa Valori |

Ultime notizie su Unicredit

    Palermo, la fine si avvicina: la Procura chiede il fallimento del club

    Il Palermo, escluso dalla Serie B e prossimo alla radiazione, è ormai ad un passo dal crac. La Procura palermitana ha depositato la seconda istanza di fallimento nel giro di due anni, stavolta in uno scenario decisamente più catastrofico. Se a marzo 2018 il Tribunale aveva infatti respinto la richiesta dei pm guidati da Francesco Lo Voi, adesso il club rosanero versa in condizioni ancor più disastrose: la mancata iscrizione al campionato di competenza, i 45,4 milioni di debiti certificati nella ...

    – Marco Bellinazzo

    Salini: la nuova offerta per entrare in Astaldi con 600 milioni di aumento

    Nel giorno del termine di presentazione al Tribunale di Roma del piano per il salvataggio di Astaldi, arrivano le attese «comfort letter» delle banche, cioè gli impegni ufficiali a partecipare finanziariamente al risanamento del gruppo romano e, più in generale, al collegato piano di sistema nel

    – di Carlo Festa

    Trimestrali Usa accendono le Borse, spread giù a 187

    Goldman Sachs e JPMorgan hanno battuto le stime, cosa che ha dato sostegno al settore bancario in Europa e a Milano, dove ha svettato Unicredit. Piazza Affari, fanalino di coda, ha risentito della pressione delle vendite su Fca e Pirelli. Fuori dal paniere principale in evidenza Astaldi dopo la nuova offerta presentata da Salini Impregilo

    – di Eleonora Micheli e Stefania Arcudi

    Paradosso banche: virtuose sugli Npl ma punite in Borsa

    Che, in un report sul settore appena pubblicato firmato dall'analista Giovanni Razzoli, ha raccolto gli umori dei principali banchieri italiani (ovvero i ceo o i cfo di Intesa Sanpaolo, UniCredit, Mps, BancoBpm, Ubi, Bper, Mediobanca) sulle prossime sfide, confrontandole con le attese del mercato.

    – di Luca Davi

    Piazza Affari, ecco come saranno i conti del primo semestre

    Gli istituti di credito dovrebbero beneficiare del calo dello spread che si è visto nella prima metà dell'anno anche se il contributo maggiore all'aumento degli utili dovrebbe arrivare dalle poste straordinarie come ad esempio la cessione della partecipazione in Fineco da parte di Unicredit che da sola vale un miliardo.

    – di Andrea Franceschi

    Wall Street da record, ma indici Ue chiudono piatti

    Il Dow Jones allunga ancora sopra 27mila punti, toccati ieri la prima volta, sulla scommessa che a fine mese la Fed tagli il costo del denaro. In attesa del giudizio di Dbrs sull'Italia, lo spread si mantiene sotto quota 200. Bene Atlantia e automotive

    – di Eleonora Micheli e Andrea Fontana

    Panda bond, la Cina ha fame. Pronta la prima emissione

    Una dichiarazione congiunta siglata dai ministri delle Finanze di Italia e Cina, Giovanni Tria e Liu Kun, sigilla la nuova fase aperta dal Primo dialogo finanziario Italia-Cina che, non a caso, si è svolto a Palazzo Marino, simbolo di Milano, centro della finanza.

    – di Rita Fatiguso

    Fineco, la banca multicanale diventa contendibile dopo l'addio di Unicredit

    Cercasi pretendenti per Fineco Bank. Dopo la cessione dell'ultimo 18,3% da parte di Unicredit, con un incasso di 1,1 miliardi, il gruppo guidato da Alessandro Foti diventa una vera public company: un gioiello, che l'amministratore delegato Jean Pierre Mustier ha deciso di abbandonare per liberare capitale sulla banca. Ora Fineco potrebbe finire nel radar di concorrenti, italiani e stranieri, ma anche di fondi di private equity. Non è tuttavia così facilmente scalabile Fineco. Ha infatti una cap...

    – Carlo Festa

    FinecoBank contendibile: il 18,3% di Unicredit diviso tra 140 soci

    Fineco Bank diventa contendibile. Dopo la cessione dell'ultimo 18,3% da parte di Unicredit, il gruppo guidato dall'amministratore delegato Alessandro Foti diventa una vera public company. Un vero gioiello, che l'amministratore delegato Jean Pierre Mustier ha deciso di abbandonare per liberare

    – di Carlo Festa

1-10 di 11661 risultati