Ultime notizie:

Umberto Giordano

    Amore e morte, politica e molti applausi alla prima di S.Ambrogio

    Amore e morte, la rivoluzione che smarrisce le coordinate della giustizia, un poeta dai versi commoventi, una storia dai riflessi politici. Così potremmo riassumere a grandi tratti l'"Andrea Chénier" di Umberto Giordano, che dopo 32 anni torna alla Scala, sotto la bacchetta di Riccardo Chailly, per

    – di Armando Torno

    Il grande successo dell'Andrea Chénier

    Le prime impressioni che si possono scrivere per l'«Andrea Chénier», che ha inaugurato la stagione della Scala ieri sera, sono quelle che di solito si utilizzano nelle occasioni ben riuscite. Il protagonista, Yusif Eyvazov, pur essendo considerato da molti un tenore leggero, ha fatto la sua parte,

    – di Armando Torno

    Interpretazione generosa per Netrebko e Salsi, palco troppo impegnativo per Eyvazov

    Dieci minuti esatti di applausi, tra fiori e addirittura coriandoli sparati dall'alto, come non era mai successo alla Scala, quasi fosse capodanno: così si è concluso ieri sera lo "Chénier" di Umberto Giordano, opera inaugurale fortemente voluta e diretta con esuberanza da Riccardo Chailly, con la

    – di Carla Moreni

    Una Prima da un milione di euro

    Per fare la rivoluzione francese ci sono voluti strategia politica, fucili, forconi e abbondante spargimento di sangue. Per farla rivivere a Milano, sul palco del Teatro alla Scala che questa sera ospiterà la Prima dell'Andrea Chénier di Umberto Giordano, diretta da Riccardo Chailly, sono serviti

    – di Giovanna Mancini

    Melodramma verista adatto ai tempi nostri

    La prima della Scala, rito milanese del giorno di Sant'Ambrogio, è uno dei pochi avvenimenti al mondo in cui convivono mondanità, cultura e tendenze. Chi c'è e chi manca, come mai è stata scelta una certa opera, quali politici hanno fatto notare la loro presenza e che abiti si sono sfoggiati. Si

    – di Armando Torno

    «Nuovi soci e più spettacoli»

    Nel mondo dello spettacolo, prima di una prima, nessun artista potrà mai dirsi tranquillo. La tensione è sempre alle stelle, anche per i più navigati ed esperti. Figuriamoci se la Prima è quella della Scala di Milano, che ogni anno, nella sera di Sant'Ambrogio, dà il via a una delle stagioni

    – di Giovanna Mancini

    "Andrea Chénier" nei diari Umberto Giordano

    Umberto Giordano tenne un "Diario" dal 1926 al 1947, un anno prima di morire. Carmen Battiante, direttore d'orchestra che ha scoperto inediti del musicista, ha anche curato in 4 volumi l'unica edizione dei diari. L'ha pubblicata FBM della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia . In diverse pagine

    Chailly: «Una partitura sinfonica sorprendente»

    Il ritorno di "Andrea Chénier" di Umberto Giordano alla Scala, dopo trentadue anni, è carico di significati. Il maestro Chailly ha scelto l'opera quale apertura della stagione del nostro massimo teatro, offrendole la Prima di Sant'Ambrogio. Ci ha detto: "Si tratta di un titolo rappresentativo del

    – di Armando Torno

    Prima della Scala, con Andrea Chénier torna il repertorio verista

    Il Sovrintendente Alexander Pereira lo asserisce con vigore, il maestro Riccardo Chailly (che per la Decca incise già nel 1982, con Luciano Pavarotti, Montserrat Caballé e Leo Nucci) ne è convinto interprete e, consequenzialmente, con "Andrea Chénier" prosegue a tappe serrate il progetto di

    – di Stefano Biolchini

1-10 di 24 risultati