Persone

Umberto Bossi

Umberto Bossi, politico, già senatore della Repubblica ed Europarlamentare, ora deputato della Repubblica, è stato Ministro delle Riforme per il Federalismo del governo Berlusconi IV, oltre che il fondatore ed ex segretario federale della Lega Nord.

Nato a Cassano Magnago (Varese) nel 1941, alla politica Umberto Bossi è arrivato nel 1979, durante gli anni di università a Pavia.

Nel 1984 fonda il movimento politico Lega Lombarda che, nelle elezioni del 1987, riesce a ottenere un seggio al Senato; Umberto Bossi sale così alla ribalta nazionale e, con questo incarico, viene soprannominato "il senatur"; l'appellativo dialettale lombardo gli rimane anche se, nelle seguenti legislature, Bossi viene sempre rieletto alla Camera dei Deputati.

Nel 1989, sotto la guida di Umberto Bossi, la Lega Lombarda cambia nome in Lega Nord, per consolidare così il forte radicamento ottenuto fuori dai confini regionali e, in particolar modo, in Veneto.

Alle elezioni generali del 1992, allo scoppio di Tangentopoli, la Lega Nord diviene la quarta forza politica italiana, mentre in quelle dell 1994 si allea con Forza Italia, formazione politica creata da Silvio Berlusconi (formando così il Polo delle Libertà); la coalizione risulterà vincente e la Lega otterrà per la prima volta 5 incarichi ministeriali.

Nel 1996 la legislatura termina anticipatamente e in quella successiva Umberto Bossi cambia la propria politica da federalista a secessionista, proponendo la formazione della Padania (uno Stato autonomo che dovrebbe comprendere le regioni settentrionali del Paese).

Nel frattempo la Lega riallaccia i rapporti con i partiti del centrodestra e nel 2001 vince nuovamente le elezioni politiche; Umberto Bossi ricopre la carica di Ministro per le Riforme fino a luglio 2004. Nello marzo dello stesso anno viene colpito da un ictus cerebrale dal quale si ristabilirà solo diversi mesi dopo.

Consolidata l'alleanza con il Polo delle Libertà, La Lega Nord fa parte della coalizione di centrodestra che si presenta alle elezioni del 2006 e del 2008.

Nel 2012, a seguito dello scandalo legato alla distrazione dei fondi pubblici della Lombardia alla sua famiglia e alle casse della Lega Nord, rassegna le dimissioni da segretario del partito; al suo posto viene eletto segretario Roberto Maroni, e Umberto Bossi da allora svolge un ruolo marginale all'interno del partito.

Ultimo aggiornamento 22 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Partiti politici | Umberto Bossi | Silvio Berlusconi | Roberto Maroni | Lombardia | FI | Cdl | Lega | Camera dei deputati | Senato |

Ultime notizie su Umberto Bossi

    Lega-M5S, 2 diverse idee di popolo: così è fallito il laboratorio sovranista d'Europa

    Nata con la suggestione dei riti celtici di Umberto Bossi e delle sue ampolle sul Po, la Lega di Matteo Salvini ha fatto evolvere la pratica mediatica del presunto culto pagano in una vera e propria conversione ai simboli cristiani (ostentati fino all'eccesso, fino a creare imbarazzo anche nelle gerarchie della Chiesa) di cui si è vista ampia esibizione anche nel discorso al Senato.

    – di Alberto Orioli

    Fondi Lega, Bossi e Belsito prescritti ma resta la confisca dei 49 milioni

    Reati prescritti per Umberto Bossi e Francesco Belsito, ma resta la confisca dei 49 milioni di euro di rimborsi elettorali di cui si è persa traccia. La decisione della Corte di Cassazione, dopo cinque ore di camera di consiglio, ha sciolto un procedimento che ha dimostrato la sistematica sottrazione dei fondi pubblici destinati alla Lega

    – di Iva Cimmarusti

    Dalla laurea del Trota alla villa di Gemonio, tutte le spese per la "Family" Bossi

    Le indagini della Guardia di finanza hanno dimostrato l'illecito utilizzo dei fondi elettorali per 49 milioni di euro. Le inchieste delle procure di Milano e Genova hanno fatto luce su una presunta truffa che avrebbe consentito alla famiglia del Senatùr Umberto Bossi di utilizzare i fondi per spese personali

    – di Ivan Cimmarusti

    Sicurezza bis alla prova della fiducia: le incognite dissidenti M5S e quorum

    Dal numero di pentastellati dissidenti che potrebbero alla fine tirarsi indietro alla strategia di Forza Italia e Fratelli d'Italia, forze politiche di opposizione al governo Conte ma che condividono i contenuti del provvedimento caro al leader della Laga Matteo Salvini

    – di Andrea Carli

    Sicurezza bis, il decreto è legge: ok alla fiducia con 160 sì

    Cinque i "dissidenti" pentastellati. La compattezza degli alleati attende adesso un ulteriore test mercoledì mattina, quando saranno discusse e votate sempre a Palazzo Madama le mozioni sulla Tav

    – di Nicola Barone e Vittorio Nuti

    Lega, operazioni opache: le inchieste sui fondi e gli audio sui soldi russi

    Un fiume di soldi sarebbe arrivato dalla Russia di Putin al partito di Matteo Salvini. Audio di un incontro tra russi legati al petrolio e Gianluca Savoini, responsabile della Lega per i rapporti con la Russia, sono stati pubblicati dal sito Usa BuzzFeed. Si parla di finanziamenti finiti nelle casse del Carroccio per «una nuova Europa vicina alla Russia». Salvini è definito il «Trump europeo»

    – di Ivan Cimmarusti

    I quattro volti e i quattro colori dell'Italia post-elezioni europee

    Oltre 6000 comuni hanno scelto la Lega come primo partito. Questa tornata di elezioni europee ha visto trionfare Matteo Salvini lungo tutto lo stivale. Un risultato storico e imprevedibile solo un anno fa. Le elezioni generali avevano colorato di verde oltre 3200 comuni italiani, pur basandosi in buona parte sul peso specifico del Nord. In Lombardia la Lega era il primo dei quattro partiti in 1325 comuni, in Piemonte in 773, in Veneto 541. Oggi l'esplosione leghista è molto più pervasiva ed è us...

    – Infodata

    «Danno d'immagine alle elezioni». E la Lega chiede 500mila euro a Belsito

    Chissà se ora, a elezioni fatte e stravinte, gli avvocati della Lega chiederebbero lo stesso il risarcimento del danno d'immagine per il partito all'ex tesoriere, Francesco Belsito. E chissà se lo farebbero con le stesse argomentazioni usate poche settimane fa davanti al Tribunale di Genova. Fatto

    – di Maurizio Caprino

1-10 di 2271 risultati