Le nostre Firme

Ugo Tramballi

    "Call me" o la guerra perfetta

    Notizie dal fronte della sempre meno ipotetica IV Guerra del Golfo. Quarta perché la prima fu quella fra Iran e Iraq, 1980-88; la seconda la liberazione del Kuwait, 1990-91; la terza l'invasione dell'Iraq, iniziata nel 2003 e non ancora finita del tutto. Si potrebbe convenire che gli avvenimenti di queste settimane siano più la continuazione della terza guerra che un nuovo conflitto. Ma sono considerazioni che lasciamo agli storici del futuro. Oggi prevale con urgenza la cronaca. Gli americani ...

    – Ugo Tramballi

    Bolton, Bibi e i Pasdaran

    "To stop Iran bomb, bomb Iran", scriveva con pregio della sintesi John Bolton tre anni fa, in un contributo chiestogli dal New York Times. Perché tutta questa inutile diplomazia attorno al programma nucleare di Teheran?, era il pensiero dell'uomo che oggi è il consigliere alla Casa Bianca per la sicurezza nazionale: bombardiamoli, cambiamo il loro regime. E' una costante della vita politica di Bolton, una propensione alla guerra per chi invece dovrebbe scongiurarla, che nel mondo reale non ha u...

    – Ugo Tramballi

    Guerra fredda a Caracas al tempo di Twitter

    E' stato con un tweet che l'altro giorno Juan Guaidò ha annunciato l'inizio della "fase finale dell'Operazione Libertà", cioè la caduta del regime di Nicolàs Maduro.  Il messaggi faceva seguito ai ripetuti tweet di Donald Trump sul Venezuela a favore di Guaidò. Così ripetuti che mentre a Caracas apparentemente accadeva di tutto (ma nei fatti non molto, per ora) a Washington un giornalista aveva chiesto a John Bolton se ai tweet minacciosi del presidente, gli Stati Uniti avrebbero fatto seguire ...

    – Ugo Tramballi

    Sovranisti su Tripoli

    Fatico a dare ragione all'attuale governo italiano su qualsiasi cosa si occupi. Ma fatico anche a dargli torto sulla Libia. Presidenza del Consiglio, Farnesina, ambasciata a Tripoli, servizi: non vedo incoerenza nei loro comportamenti né una pericolosa concitazione di fronte agli ultimi avvenimenti di un'agenda fondamentale per noi. Se c'è un luogo fuori dai confini del nostro paese dove si gioca l'interesse nazionale, quello è la Libia: sicurezza, terrorismo, questione migratoria, fonti energe...

    – Ugo Tramballi

    Elezioni in Israele: palestinesi chi?

    Quando si pensa a Israele, ai più viene fatalmente in mente la questione palestinese: come risolvere un problema e un'ingiustizia; una pace per il più lungo conflitto della storia contemporanea; l'inizio per Israele di una vita normale e di un sogno compiuto: solo quando esisterà uno Stato palestinese, quello ebraico avrà frontiere certe e porterà a compimento l'impresa sionista. E i palestinesi avranno giustizia. Chi la pensa così -me compreso - è fuori dal tempo. Martedì in Israele si vota e ...

    – Ugo Tramballi

    Solo i democratici possono rieleggere Trump

    Steve Bannon, l'aedo del sovranismo americano, invitato a Roma da Comin & Partners per un confronto con Carlo Calenda, moderato da Lucia Annunziata, era evidentemente felice. Sosteneva che il rapporto di Robert Mueller che scagiona Donald Trump dall'accusa di collusione con i russi, apre la strada a un secondo mandato presidenziale. L'idea di rivedere Trump alla guida degli Stati Uniti fino al 2024, credo terrorizzi qualsiasi persona normale che non detesta l'America a prescindere. Ma non sarà ...

    – Ugo Tramballi

    Ordine liberale precario quanto prezioso

    Negli ultimi sette decenni il Pil globale è cresciuto ininterrottamente del 3,5%: anche calcolando la crisi del 2007/8; quattro miliardi di esseri umani sono usciti dalla povertà; nel 1939 i Paesi democratici erano una dozzina, ora un centinaio. Ciò nonostante, «fino al 1945, andando indietro di

    – di Ugo Tramballi

1-10 di 1267 risultati