Le nostre Firme

Ugo Tramballi

    Gaza, provincia di Teheran?

    Piccola, sovraffollata, povera e regionalmente insignificante, con cadenza stagionale la striscia riesce sempre a conquistare visibilità. Tutti credono di averla in pugno, nessuno davvero controlla niente a Gaza: non Hamas e la Jihad Islamica, non Israele e i suoi servizi segreti; nemmeno l'Egitto che ogni volta tratta pazientemente una tregua dopo l'altra. L'Onu e le altre organizzazioni umanitarie non sanno dove mettere le mani in quel disastro; il Qatar regala milioni e scopre di essere suo m...

    – Ugo Tramballi

    Berlino, la caduta del Muro e l'illusione di Gorbaciov

    Guardata e toccata finalmente da vicino a distanza di tempo la Porta si era rivelata per quello che è: niente affatto minacciosa. E questo per me era la dimostrazione della relatività dei muri: anche quelli scritti con la maiuscola sono indistruttibili fino a che lo vogliamo noi

    – di Ugo Tramballi

    Medio Oriente - La Primavera dei Trent'Anni

    Coloro che sono attratti dalle vicende mediorientali si possono dividere in due grandi categorie: quelli convinti che dopo i disastri del 2011/12, le "così dette" Primavere arabe siano fallite, morte e sepolte; quelli che esultano per il loro ritorno e l'imminente successo, ogni volta che qualche migliaio di arabi occupa una piazza. I primi, cioè i realisti, come i secondi, gli illusi, sbagliano: il desiderio di cambiamento non è venuto meno ma quel cambiamento accadrà nel migliore dei casi fra...

    – Ugo Tramballi

    Berlino 30 anni - Mangiare ananas da quella parte del Muro

    Perché scappano da qui? Fu la prima domanda. Anzi: fu più un'obiezione critica che una domanda. Giusto il tempo di arrivare a Berlino Est con un aereo dell'Interflug; attraversare il controllo passaporti dopo che i Vopos avevano detto Danke schon restituendo il documento; trovare il taxi in una fila ordinata davanti al lindo aeroporto di Schonenfeld; entrare in città, anch'essa efficiente in quell'inizio d'autunno tiepido e promettente del 1989. C'erano molti fiori e molti giovani. Perché, dunqu...

    – Ugo Tramballi

    Berlino 30 anni - Mangiare ananas da quella parte del Muro

    Perché scappano da qui? Fu la prima domanda. Anzi: fu più un'obiezione critica che una domanda. Giusto il tempo di arrivare a Berlino Est con un aereo dell'Interflug; attraversare il controllo passaporti dopo che i Vopos avevano detto Danke schon restituendo il documento; trovare il taxi in una fila ordinata davanti al lindo aeroporto di Schonenfeld; entrare in città, anch'essa efficiente in quell'inizio d'autunno tiepido e promettente del 1989. C'erano molti fiori e molti giovani. Perché, dunqu...

    – Ugo Tramballi

    Proteste e avidità globali

    Bernie Sanders, candidato presidenziale della sinistra democratica, sostiene che "i miliardari non dovrebbero esistere". Sorpreso, indignato, deluso per la mancanza di riconoscenza del genere umano, Mark Zuckerberg (una ricchezza personale da 70 miliardi di dollari), non gliele ha mandate a dire. In un'intervista a Fox News ha spiegato che i miliardari "sono persone che fanno cose davvero buone e aiutano tanto altre persone". Ecco due begli esempi di populismo e demagogia. Ma il danno che Sande...

    – Ugo Tramballi

    Questo Medio Oriente

    Il commentatore di un'agenzia di stampa turca avanza all'Occidente una domanda legittima: perché sanzionate noi per l'invasione della Siria settentrionale (lui non la chiama invasione), e non l'Arabia Saudita per la guerra nello Yemen? O per aver ucciso e fatto a pezzi un giornalista che si limitava a criticare l'imbarazzante principe ereditario? O per molte altre ragioni plausibili? Trovo l'obiezione sfortunatamente ineccepibile. Tra il turco Recep Erdogan e il saudita Mohammed bin Salman, d...

    – Ugo Tramballi

    Siria, nel caos del Medio Oriente l'unico vincitore è Vladimir Putin

    L'attacco della Turchia ai curdi, innescato dal ritiro delle truppe Usa, ha fatto precipitare la regione nell'ennesima fase di turbolenze. E' un'occasione in più per far emergere le leadership del Cremlino "grazie" all'inaffidabilità di Donald Trump. Ma non sarà facile mantenere la posizione

    – di Ugo Tramballi

1-10 di 1304 risultati