Ultime notizie:

Ufficio europeo per la lotta antifrode (Olaf)

    Corte conti Ue: le proposte antifrode europee sono «troppo timide»

    Secondo il parere pubblicato oggi dalla Corte dei conti europea, le modifiche proposte per quanto riguarda l'Ufficio europeo per la lotta antifrode (Olaf) non basteranno ad accrescere in misura significativa l'efficacia delle sue indagini. Inoltre, benché la proposta rispecchi i princìpi di

    La corruzione al Sud e i fondi europei: il nesso c'è e si vede

    L'autore di questo post è Pietro Lombardi, laureando in Ingegneria Civile per l'Ambiente e il Territorio presso l'Università degli Studi di Salerno - Politica valutata: Stanziamento di fondi europei nelle regioni meridionali Obiettivo: Rilancio economico delle aree europee sottosviluppate Effetto: Ad un aumento degli stanziamenti del 10%, si assocerebbe un aumento dei reati per corruzione dello 0,4% I Fondi di Coesione, stanziati dall'Unione Europea a favore delle Regioni caratterizzate da u...

    – Econopoly

    Aiuti Ue, maxitruffa all'Agea

    Dossier falsificati per trattenere i fondi - Martina: ora via alla riforma

    – Annamaria Capparelli

    Con la nascita della Procura europea Eurojust e Olaf sarebbero inutili doppioni (il coraggio a metà della proposta italiana)

    Cari lettori, da ieri sto dedicando attenzione all'audizione del 28 maggio in Commissione parlamentare antimafia di Giovanni Kessler, direttore generale dell'Ufficio europeo per la lotta antifrode (Olaf). Anche lui ha rilanciato la necessità (a parole) inderogabile della Procura europea, una sorta di superprocura che, evitando i difetti e i limiti della superprocura di italiana memoria, vale a dire la Dna, sia gerarchicamente superiore alle procure europee nella lotta a frodi, mafie e corruzion...

    – Roberto Galullo

    La superprocura europea contro mafie e corruzione: un'idea vincente (e dunque irrealizzabile?)

    Non ho difficoltà ad ammettere che mi innamoro. Delle idee, intendo dire. E degli uomini e delle donne che servono per farle camminare, quelle idee. Magari a volte, sul genere umano, prendo cantonate enormi: mi innamoro delle idee di giustizia, diritti e legalità e non mi accorgo che chi le porta avanti è a volte un farabutto o una furbastra da strapazzo.  E non importa l'abito che vestono: giornalista, politico, magistrato o avvocato. Dalla vita non si finisce mai di imparare ma, almeno, se sba...

    – Roberto Galullo

    Corruzione nel mondo: l'Italia ha preso 5

    Su 159 Paesi soltanto 31 risultano promossi nell'indice di Transparency International (Ti) che misura la percezione della corruzione a livello mondiale nel 2005

    – di Piero Fornara

    • La scelta di Sofia

      Per Boyko Sinabov l'allevamento è più che un mestiere. E' una scelta di vita. Quarant'anni, laurea in Giurisprudenza. Durante la transizione, mentre tutti scappa

      – di Francesco Martino