Aziende

Ubs

Società di servizi finanziari e banca d’investimento svizzera, Ubs è nata nel 1998 dalla fusione di Unione Banche Svizzere, della quale ha mantenuto la sigla, e dalla Società di Banca Svizzera. Ubs ha i suoi quartieri generali nelle due città elvetiche di Basilea e Zurigo, ma è presente anche nella maggior parte dei centri finanziari mondiali con oltre 50 sedi tra le quali ci sono quelle statunitensi di New York, Jersey City e Stamford. Tra le sedi svizzere, quelle americane, quelle asiatiche ed europee, Ubs conta sul lavoro di circa 70mila dipendenti.

La storia della attuale Ubs è iniziata nel 1872, anno nel quale viene fondata la Società delle Banche Basilesi, sempre in Svizzera. Due anni dopo l’istituto di credito si è unito alla Società delle Banche di Francoforte, mentre la denominazione di Società di Banca Svizzera viene utilizzata per la prima volta nel 1897. L’anno dopo la banca ha aperto la sua prima sede in Inghilterra, a Londra, mentre nel 1939 viene creata la prima filiale di New York. Due anni dopo la fusione con Ubs, la nuova società ha acquisito il gruppo finanziario americano Paine Webber, diventando la più grande banca d’affari del mondo. Un’altra importante operazione per la sistemazione del nuovo assetto di Ubs è avvenuta nel 2005, quando l’istituto di credito elvetico ha ceduto alla Julius Baer le banche private Ehinger & Armand von Ernst, Ferrier Lullin & C. Sa, Banco di Lugano e Global Asset Management. Per la gestione interna del suo flusso di business, Ubs è organizzata in quattro settori principali: Global Wealth Management & Business Banking, Investment Bank, Global Asset Management e Corporate Center. Da sempre la banca svizzera ha impostato un articolato programma di sponsorizzazione di eventi artistici e culturali.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Fusioni e Acquisizioni | Ubs | Banca Svizzera | New York | Inghilterra | Ferrier Lullin & C. Sa | Basilesi | Unione Banche Svizzere | Global | Paine Webber | Ehinger & Armand von Ernst |

Ultime notizie su Ubs

    Borse Ue in rosso con Brexit e timori dazi, a Piazza Affari flop Diasorin

    I listini continentali sono via via peggiorati dopo un avvio sulla parità, penalizzati anche dalla Borsa americana. Le trattative tra Washington e Pechino ripartiranno a giorni e l'esito è tutt'altro che scontato, mentre appare sempre più improbabile un accordo per l'uscita del Regno Unito dalla Ue. A Londra male il titolo Lse dopo il ritiro dell'offerta della Borsa di Hong Kong. Petrolio in calo, spread chiude in leggero rialzo a 154 punti

    – di P. Paronetto e S. Arcudi

    Nuova sfida per Girelli nel Private Banking italiano

    Nel mondo del Private Banking e dell'asset management sono diverse le nomine delle ultime settimane. Tra le ultime quella di Giorgio Girelli, ex a.d. di Banca Generali, a capo di Efg in Italia mentre alla guida del Private Banking di Credit Suisse è arrivato Giorgio Vio; nell'asset management

    – di Lucilla Incorvati

    Ferretti, ok Consob all'Ipo. Galassi: «Non vendiamo sogni»

    L'offerta inizia oggi e terminerà il 10 ottobre. La forchetta di prezzo prevista è tra 2,5 e 3,7 euro per una valorizzazione complessiva della società che potrebbe superare 1 miliardo di euro. Lo sbarco ufficiale a Piazza Affari è previsto per il 16 ottobre

    – di Cheo Condina

    Cadono due teste al Credit Suisse per i pedinamenti del manager passato a Ubs

    Al Credit Suisse cadono due teste per la vicenda del pedinamento di Iqbal Khan, top manager passato alla rivale Ubs. A lasciare, con effetto immediato, sono il chief operating officer Pierre-Olivier Bouée e il responsabile della sicurezza Remo Boccali. Il chief executive officer di Credit Suisse, TidjaneThiam, rimane invece al suo posto

    – di Lino Terlizzi

    Ferretti pronta allo sbarco a Piazza Affari: forchetta tra 2,50 e 3,70 euro

    Gli yacht di lusso vanno in Borsa. Ferretti ha presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione alle negoziazioni sul Mercato telematico azionario (Mta) e fissato una 'forchetta' per l'Ipo (solo per investitori qualificati) tra 2,50 e 3,70 euro per azione e corrispondente a una capitalizzazione post aumento di capitale compresa tra 727 e 1.076 milioni. Sul mercato, sarà collocato il 30% del capitale sociale in parte rinvenienti da un aumento di capitale, in parte messe in vendita dall'azioni...

    – Carlo Festa

1-10 di 2854 risultati