Aziende

Ubi Banca

UBI Banca (Unione di Banche Italiane) è un gruppo bancario italiano nato il 1º aprile 2007 dalla fusione fra Banche Popolari Unite e Banca Lombarda.

E’ quotata nell'indice FTSE MIB della Borsa di Milano, la capogruppo ha sede a Bergamo e vanta (dati aggiornati al 21 luglio del 2016) un capitale sociale pari a 2.254.371.430 euro con 901.748.572 azioni ordinarie.

Nata come gruppo bancario cooperativo, Ubi banca è diventata società per azione in seguito all’adozione del decreto ministeriale che impone alle banche popolari con attivo superiore a 8 miliardi di euro di trasformazione in società per azione.

UBI Banca si è organizzata in base a un modello federale, polifunzionale e integrato che si articola a partire dalla capogruppo (quotata in borsa e inclusa nell'indice Ftse/Mib), che accentra le funzioni di governo, di controllo, di coordinamento e di supporto.

Ad essa fanno capo le Banche Rete, incaricate dei rapporti con il territorio storico di riferimento: Banca Popolare di Bergamo, Banco di Brescia, Banca Popolare Commercio e Industria, Banca Regionale Europea, Banca Popolare di Ancona, Banco di San Giorgio, Banca Carime, Banca di Valle Camonica, Ubi Banca Private Investment (rete di promotori finanziari).

Il 2 maggio 2017 la Commissione europea ha dato il via libera anche all'acquisizione di Banca Marche, Popolare Etruria e CariChieti.

Fanno inoltre parte del gruppo Ubi Banca l’istituto finanziario online IwBanke alcune società prodotto operanti nei seguenti settori: corporate banking (Centrobanca), credito al consumo (B@nca 24-7), asset management (Ubi Pramerica), factoring (Ubi Factor), leasing (Ubi Leasing), bancassurance (Ubi Assicurazioni, Aviva Vita, Lombarda Vita).

Nel 2016 IWBank si è confermato come secondo operatore in Italia per volumi scambiati sul mercato MTA di Borsa Italiana, offrendo servizi di Consulenza sugli Investimenti, Pianificazione Finanziaria, Trading e Online Banking.

Ubi Banca vanta una copertura multiregionale organizzata in oltre 1.950 filiali, di cui circa 900 in Lombardia ed oltre 220 in Piemonte, alla quale appartengono oltre 20mila dipendenti. E’ infatti un gruppo bancario prevalentemente retail ma con una tradizionale ed importante presenza nel settore delle piccole e medie imprese.

Ubi Banca è gestita tramite il nuovo modello di governance dualistico, costituito da un Consiglio di Sorveglianza e da un Consiglio di Gestione. L’organizzazione prevede che l’assemblea degli azionisti nomini il Consiglio di Sorveglianza, il quale a sua volta nomina il Consiglio di Gestione.

Consigliere delegato del gruppo è Victor Massiah mentre Presidente Consiglio di Sorveglianza è Andrea Moltrasio.

Ultimo aggiornamento 02 maggio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Nomine nelle società | Gruppo bancario | Consiglio di gestione | Piemonte | Borsa Valori | Banca Carime | Banche Popolari Unite | Banco di Brescia | Banche Rete | Ubi Banca Private Investment | Banche Italiane Scpa |

Ultime notizie su Ubi Banca

    Londra la miglior Borsa europea nella settimana dei Tory. Forte calo dello spread

    Il Regno Unito, ha già fatto sapere il premier Johnson, lascerà l'Unione europea il prossimo 31 gennaio «senza se e senza ma». Balzo della sterlina su dollaro ed euro. Bene i titoli dell'export grazie all'accordo Cina-Usa. In cinque giorni il differenziale Btp-Bund cala di 17 punti

    – di Flavia Carletti e Cheo Condina

    Per le Borse arriva una settimana clou con il voto Uk e l'esordio di Lagarde

    Doppio appuntamento il 12 dicembre con le elezioni a Londra e la prima riunione del neo presidente Bce. Intato venerdì gli indici europei hanno rialzato la testa grazie ai record dei dati Usa sul lavoro. Il Ftse Mib ha chiuso la settimana con un calo dello 0,33% ma peggio hanno fatto Parigi, Francoforte e Londra (si salva solo Madrid). A Piazza Affari protagonista il duo Moncler-Ferragamo grazie alle mosse di Kering che potrebbero riaprire il risiko del lusso

    – di Enrico Miele

    Europa riparte con gli spiragli sui dazi. Piazza Affari, Moody's spinge le banche

    Indici europei in aumento, la guerra dei dazi resta il pendolo dei mercati. A Milano banche spinte dal report di Moody's e Unicredit sotto i riflettori dopo il piano e in vista del confronto con i sindacati sugli esuberi. Spread in calo a 170 punti, rally del prezzo del petrolio in attesa dell'Opec sui tagli alla produzione e dopo il calo delle scorte Usa. Sterlina sui massimi dal 2017

    – di Paolo Paronetto e Stefania Arcudi

    Trump manda ko le Borse con tre tweet. Crollano le utility con rialzo rendimenti

    Il presidente Usa tuona su tariffe commerciali e Federal Reserve e sui mercati azionari partono le vendite. Sospese le azioni di Gedi nel giorno del cda di Cir sulla proposta della holding Agnelli. Piazza Affari cede oltre il 2% come Parigi e Francoforte. Wall Street in calo

    – di Andrea Fontana e Cheo Condina

    Green bond, mercato pronto al deal europeo

    Dai green bond, ai transition bond, ai sustainable development bond. Il mondo della finanza sostenibile si prepara a gestire i fiumi di denaro che nei prossimi anni arriveranno da Bruxelles per gli investimenti sull'ambiente e sul climate change

    – di Mara Monti

    Milano (-0,26%) chiude negativa in un clima d'attesa. Si salva Nexi

    Positive le Borse europee, seppure con rialzi contenuti. Gli indici restano in attesa di notizie sui dazi: dopo le dichiarazioni ottimistiche sugli esiti dei colloqui Usa-Cina sui dazi, manca la firma definitiva all'accordo, che ormai gli investitori danno per acquisito. Wall Street poco mossa, nonostante la revisione al rialzo del Pil. Spread chiude in rialzo a 169 punti

    – di Chiara Di Cristofaro e Stefania Arcudi

1-10 di 1927 risultati