Ultime notizie:

Trichet

    Perché per la Bce non è il momento di abbassare la guardia

    Sarà stato il rally dell'euro contro il dollaro o un duro intervento che è suonato come una monito, pubblicato sul settimanale tedesco Der Spiegel di un ex banchiere d'investimento, David Marsh, che ha lanciato l'allarme sulla perdita di indipendenza delle banche centrali e ha invitato a non considerare l'inflazione morta perché tornerà quanto prima ricordando che la Bundesbank di Jens Weidmann è sempre pronta a vedere fantasmi di prezzi fuori controllo in un mondo che rischia la deflazione alla...

    – Vittorio Da Rold

    Inflazione «media»: come funziona il nuovo obiettivo della Fed

    Il nuovo regime di average inflation targeting comporta una maggiore tolleranza sull'andamento dei prezzi in questa fase, dopo un lungo periodo di bassa inflazione ma non è molto diverso dal precedente in situazioni normali. Il caso della Bce prima della crisi e la lunga esperienza australiana

    – di Riccardo Sorrentino

    Dalla Bce al Mes: tutti gli italiani che contano nei palazzi dell'euro

    Dopo il congedo di Draghi e il passaggio un anno fa di Enria al vertice Ssm, si consolida la presenza tricolore nelle istituzioni finanziarie dell'Ue. E in Bankitalia cambia il Direttorio: Franco diventa Dg, in arrivo Cipollone o Gaiotti

    – di Davide Colombo e Carlo Marroni

    Perché in Germania cresce la protesta contro la Bce

    Le critiche, iniziate già sotto Trichet, si sono inasprite con Draghi. Nel mirino soprattutto gli strumenti di politica monetaria non convenzionale usati in tempi di crisi. Ma a Berlino iniziano a farsi sentire anche i sostenitori della Banca centrale europea

    – dal nostro corrispondente Isabella Bufacchi

    Un banchiere che ha saputo parlare alla politica

    «Verrà ricordato per l'uso sapiente e bene argomentato di quello che è stato definito il bazooka della Bce, cioè l'immissione di liquidità sui mercati. Una politica monetaria che, tra l'altro, è servita anche all'Italia per limitare i danni di una congiuntura difficile e di un debito pubblico troppo elevato».

    – di Fabio Tamburini

    Lo strano caso della «rivolta» dei francesi contro Draghi

    Tutto farebbe pensare che la Francia si stia allontanando dalla politica superespansiva di Mario Draghi e che si stia avvicinando alle posizioni dei falchi tedeschi: Villeroy, C?uré, Hannoun, de Larosière a sorpresa hanno preso posizione, chi in maniera più forte chi in modo più discreto ma ambiguo, contro il QE2. Ma l'apparenza può ingannare, anche se sembra che il presidente Macron sia furioso, pensando a Lagarde in arrivo.

    – di Isabella Bufacchi

    Il nuovo Quantitative Easing: spazio alla condivisione dei rischi

    Le banche centrali delle principali aree valutarie sono un po' tutte all'opera per valutare come intervenire al meglio nel prossimo autunno che rischia di essere più caldo del solito. Gli spazi di manovra non sono tanti tenuto conto che la BCE già opera in area di tassi negativi; non è quindi un

    – di Marcello Minenna

    Tassi negativi, croce e delizia della Germania

    Un terzo del debito pubblico tedesco (750 miliardi di euro) mostra rendimenti negativi, più negativi di quelli giapponesi: un investitore paga per il privilegio di prestare denaro fino a quindici anni e più al governo tedesco. Non è un caso ma un'anomalia determinata da vari fattori: l'assenza di

    – di Marcello Minenna

1-10 di 1916 risultati