Ultime notizie:

Transsolar & Tetsuo Kondo Architects

    Dove si è costruito nonostante il rischio frane? La mappa dei Comuni

    Negli ultimi cinquant'anni, secondo l'Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), frane e inondazioni hanno causato 1.947 morti, 69 dispersi, circa 2.500 feriti e oltre 400mila sfollati. L'Italia è un paese in gran parte collinare o montano, e per questo le frane sono estremamente comuni. Delle circa 900mila frane censite nelle banche dati dei paesi europei, ricorda l'istituto nel suo ultimo rapporto in merito, quasi due terzi si sono verificate nel nostro paese. Si tr...

    – Infodata

    Bia?owie?a blogdiary 5 - la foresta parte 2 (la pittura, la musica)

    Il mondo è una foresta. Abitiamo nelle città. Fra non molto il 70% della popolazione mondiale abiterà nelle metropoli. In questa parte di Polonia nord-orientale - Voivodato di Podlaskie - ho visto balene, Moby Dick spuntare dai tronchi degli alberi, ascoltato il suono del picchio nero, imparato molto bene cosa significhi vivere senza sbarre alle finestre. Ho percorso campagne, lungo strade che sono ospiti dei boschi tutto intorno. Non è il contrario, non è il mondo che fa da appendice all'umano...

    – Mauro Garofalo

    Come si misurano i consumi di energia in Europa? #HowMeasuring

    Eurostat ha pubblicato una dashboard che raggruppi i principali indicatori energetici per l'Europa. Si può scegliere tra una selezione di grafici interattivi e visualizzarne diversi contemporaneamente. Seleziona il paese, gli indicatori e l'anno e confronta il tuo paese con gli altri utilizzando la funzione di confronto. I dati vanno dal 1990 al 2019. Sono divisi in sei dashboard interattivi in cui si trovano gli andamenti legati al consumo di energia  delle famiglie, alla produzione di gas ser...

    – Infodata

    Il rischio alluvione, il consumo del suolo e la previsione dei disastri naturali. Gli scenari

    2Secondo l'ultimo rapporto dell'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) poco più del 4% del territorio italiano si trova in un'area a elevato pericolo di alluvioni, l'8,4% in uno scenario di pericolosità media, un altro 10,9% a pericolosità bassa. Come ricorda il documento, da un lato è vero che le alluvioni sono fenomeni naturali impossibili da prevedere. Ma allo stesso tempo tante attività umane possono aumentare la probabilità che esse si verifichino e renderne p...

    – Infodata

    Perché anche il mondo del business deve reagire all'allarme dell'Onu

    «E' inequivocabile che l'influenza dell'azione umana ha portato al riscaldamento dell'atmosfera, degli oceani e della Terra». Non lascia spazio a dubbi l'allarme lanciato a metà agosto dall'Ipcc (Gruppo intergovernativo per i cambiamenti climatici), la massima autorità scientifica mondiale sul

    – di Fabio Pompei

1-10 di 206999 risultati