Aziende

ThyssenKrupp

ThyssenKrupp Ag è l'azienda europea più importante nel campo dell'acciaieria e della siderurgia. Con sede principale a Essen, in Germania, il gruppo è attivo in 80 Paesi e occupa nel mondo circa 188.000 dipendenti (di cui circa 81.000 in Germania). La società, quotata alla Borsa di Londra, è suddivisa in due divisioni: l’Area Business che comprende: Materiali (alla quale appartengono Acciao Europa, Acciao America, Acciao Inossibabile Globale e Servizio Materiali) e Tecnologie (di cui fanno parte Ascensori, Impienti, Componenti e Sistemi Marini), e la divisione Business Services. ThyssenKrupp Ag opera in tutti i principali settori dell'industria e dei servizi, fornendo anche l'industria navale, chimica, mineraria, automobilistica e ferroviaria.

L'attuale ThyssenKrupp AG è nata nel 1997 dalla fusione di Thyssen Stahl Ag e Krupp Stahl Ag. Krupp Stahl Ag è stata fondata nel 1811, da Friedrich Krupp, membro di una antica famiglia di mercanti di Essen. Thyssen Stahl Ag, in origine Gewerkschaft Deutscher Kaiser, è stata invece fondata nel 1891 dai fratelli August e Joseph Thyssen a Duisburg. Nel 1884 il gruppo ha inaugurato la filiale italiana. Nel 1926, Thyssen & partner e Friedrich Flick hanno costituito il trust dell'acciaio tedesco. Con quartier generale ad Essen, nella Nordrhein-Westfalen, la società ha prodotto cannoni per l'esercito del terzo Reich. Dopo la seconda guerra mondiale, Thyssen ha fondato la banca olandese Voor Handel en Scheepvart, e successivamente è entrata nel settore manifatturiero.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | August Thyssen | Thyssen Stahl Ag | Friedrich Flick | Joseph Thyssen | Friedrich Krupp | Borsa di Londra | Renania-Westfalia | Voor Handel | Krupp Stahl Ag. Krupp Stahl Ag | Business Services |

Ultime notizie su ThyssenKrupp

    Trump scatenato contro Cina e Fed affonda le Borse. Wall Street giù del 2%

    Gli indici hanno cambiato più volte direzione strette tra il braccio di ferro sui dazi, le parole di Powell a Jackson Hole e i commenti al vetriolo del presidente americano su dazi e Fed. L'ottava però si è chiusa in rialzo. l differenziale di rendimento BTp-Bund ha chiuso a 199 punti, come giovedì. Euro riaggancia 1,11 dollari, petrolio Wti cede fino al 3%

    – di Paolo Paronetto e Stefania Arcudi

    Borse euforiche, da Draghi e Trump doppio segnale di fiducia

    Chiusura in forte rialzo per le Borse europee spinte dal numero uno della Banca centrale europea, Mario Draghi, che ha aperto alla possibilità di nuovi stimoli monetari a sostegno dell'economia. Anche l'euro si è subito indebolito nei confronti del dollaro, portandosi a quota 1,1191 (da 1,122

    – di Eleonora Micheli

    Dalla Germania all'Europa, così l'onda Verde può cambiare la politica

    La vittoria alle elezioni europee di Die Grünen, che conquistando il 20,5% dei voti per la prima volta nella storia a livello federale è diventato il secondo partito in Germania prima dei socialdemocratici, è stata definita di portata epocale, come la rivoluzione giovanile del '68, tale da poter

    – di Isabella Bufacchi

    ThyssenKrupp torna sui suoi passi, ecco i piani per le controllate italiane

    Dopo avere incassato la bocciatura del progetto di joint venture con Tata steel (limitatamente al perimetro legato all'acciaio al carbonio europeo), ThyssenKrupp rimette mano al piano di riorganizzazione con un nuovo focus, orientato a massimizzare valore e performance con un portfolio il più

    – di Matteo Meneghello

    La Ue stoppa la fusione Tata-ThyssenKrupp: avrebbe alzato prezzi

    Stop della Commissione Ue alla joint venture nell'acciaio tra Tata Steel e ThyssenKrupp. La fusione «avrebbe ridotto la concorrenza e aumentato i prezzi per diversi tipi di acciaio», scrive Bruxelles, spiegando che le parti «non hanno offerto rimedi adeguati» ai dubbi che l'Antitrust Ue aveva già

    Terre rare, con la sfida Usa-Cina a rischiare è anche l'Europa

    La sfida sulle terre rare tra Cina e Stati Uniti rischia di provocare gravi danni collaterali, colpendo soprattutto l'Europa, visto che il Giappone ha guadagnato una maggiore diversificazione delle forniture dopo l'embargo subito nel 2010.

    – di Sissi Bellomo

    Acciaio, è crisi in Europa. Arcelor taglia ancora la produzione

    Ancora tagli alla produzione di acciaio in Europa. Ad annunciarli, per la seconda volta in meno di un mese, è ArcelorMittal, il gigante siderurgico che possiede anche l'ex Ilva. L'Italia solo in apparenza non è toccata dalle misure, legate alla crisi sempre più grave in cui sta precipitando il

    – di Sissi Bellomo

    Settimana turbolenta per le Borse europee. A Milano si salva la Juve

    La settimana delle Borse europee si è chiusa in deciso calo, con ampia parte dei settori in discesa, penalizzati dal braccio di ferro tra Stati Uniti e Cina sul trade e dagli attacchi di Washington al colosso tecnologico Huawei. La performance peggiore è stata infatti quella del comparto auto

    – di Andrea Fontana e Stefania Arcudi

1-10 di 390 risultati