Ultime notizie:

Thomas Robert Malthus

    Ma il coronavirus impatterà sulla gestione e sulla disponibilità del cibo?

    L'autore di questo post è Corrado Griffa, manager bancario ed industriale, consulente aziendale in Italia e all'estero - Immaginare come potrebbe essere il post-coronavirus è come fare affidamento sull'arte divinatoria degli aruspici, consistente nell'esame delle viscere di animali sacrificali per trarne segni premonitori: opera illusoria, priva di elementi concreti su cui elaborare e lavorare; meglio non fare troppo affidamento sulle previsioni di guru di varia disciplina. Restano poche cose ...

    – Econopoly

    Cambiamento climatico, abbiamo davvero un debito con il pianeta?

    L'autore è Enrico Mariutti, ricercatore e analista in ambito economico ed energetico. Founder della piattaforma di microconsulenza Getconsulting e membro del consiglio direttivo dell'Istituto Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) - L'exploit dei Verdi alle elezioni europee ha consacrato la tematica ambientale e con essa la sua giovane paladina, Greta Thunberg. Il messaggio green è intuitivo, accattivante e, perché non essere sinceri, anche modaiolo. Questo messaggio, però, galle...

    – Econopoly

    Il doppio problema demografico

    La popolazione mondiale ha superato quota sette miliardi e si auspicano nuovi piani di controllo delle nascite. Se non sbaglio fu l'inglese Malthus all'inizio dell'Ottocento a lanciare il primo allarme sulla crescita della popolazione. A quanto pare questo appello è ancora attuale. Giorgio Zeri Via e-mail .-.-. Caro Zeri, Thomas Robert Malthus pubblicò il suo famoso libro "Saggio sui principi della popolazione e i suoi effetti sullo sviluppo futuro della società" nel 1798, un libro in cui, part...

    – Gianfranco Fabi

    Maltusianesimo

    Dottrina che, per assicurare un più elevato livello di vita soprattutto ai popoli meno sviluppati, prescrive il controllo delle nascite attraverso pratiche

    Popolazione, la crescita rallenta

    In questo inizio del XXI secolo, in maniera del tutto silenziosa, sta avvenendo la svolta più significativa nella storia dell'umanità. Per la prima volta infatti dai tempi di Adamo ed Eva la crescita della popolazione mondiale non aumenta più di velocità, ma inizia a rallentare fino a lasciare prevedere nel giro di pochi decenni il raggiungimento di una sostanziale stabilità. Ci sono voluti dodici anni, sia dopo il 1975 sia dopo il 1987 per aggiungere un miliardo alla popolazione mondiale passa...

    – Gianfranco Fabi

    Anche gli economisti hanno un'anima

    Per arrivare al tema delle disuguaglianze la teoria economica è sempre partita con l'analisi della distribuzione del reddito, cioè della divisione di salari, profitti e rendite all'interno di un paese e tra le diverse nazioni. E' proprio in questa prospettiva che la teoria classica ha segnato la nascita dell'economia come scienza sociale, con i contributi di economisti come Adam Smith, Thomas Robert Malthus e David Ricardo. Soprattutto l'opera di quest'ultimo ha messo esplicitamente il problema...

    – Gianfranco Fabi