Persone

Theresa May

Theresa Mary May, nata il 1º ottobre del 1956 a Eastbourne, è una politica britannica, leader del partito conservatore e primo ministro del Regno Unito, dal 13 luglio del 2016, dopo l'esito del referendum sulla Brexit. May, che ha convocato le elezioni anticipate l’8 giugno 2017, ha perso la maggioranza assoluta dei seggi in parlamento.

Ha studiato geografia a Oxford, dove ha conosciuto il marito Philip grazie all'amica Benazir Bhutto,futura premier del Pakistan, che li ha presentati a un party di giovani Tories.

Cattolica praticante, è favorevole alle nozze gay ma ha votato contro le adozioni.

Dopo essersi laureata ha lavorato presso la Banca d'inghilterra, per poi dedicarsi alla politica, nel 2012 è diventata la prima donna ad assumere l'incarico di presidente dei Tory, raggiungendo poi l'ambito ruolo di ministro dell'interno, l'incarico britannico più prestigioso dopo quello di premier, cancelliere dello Scacchiere e ministro degli Esteri.

In materia di immigrazione si è distinta per una linea politica inflessibile, innalzando la soglia minima di salario per i lavoratori non europei che vogliono stabilirsi in Gran Bretagna. Ritiene che Brexit vuol dire Brexit e che con lei premier la Gran Bretagna lascerà l'Unione europea.

Ultimo aggiornamento 09 giugno 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Governo | Theresa Mary May | Premier | Gran Bretagna | David Cameron | Partito Conservatore inglese | Università di Oxford | Margaret Thatcher | Remain | Benazir Bhutto |

Ultime notizie su Theresa May

    Brexit, il confine dell'Irlanda blocca l'intesa Regno Unito-Ue

    La premier Theresa May incontrerà martedì i suoi principali ministri, mentre non mancano le critiche alla sua strategia. ... A rifiutare ieri sera una bozza di accordo tecnico tra le parti è stata la stessa signora May.

    – dal nostro corrispondente Beda Romano

    Road to Brexit: stato dell'arte, rischi e opportunità per l'economia italiana

    La bocciatura da parte dei negoziatori europei, comunicata dal Presidente della UE Donald Tusk, del cosiddetto accordo di Chequers, la proposta britannica che proponeva la realizzazione di un free trade agreement molto prossimo ad un'unione doganale, impone di intensificare gli sforzi per la ricerca di una soluzione condivisa, aprendo al contempo la strada ad un divorzio senza accordo, come d'altronde affermato dalla stessa Premier britannica Theresa May al grido di "meglio nessun accordo che...

    – Econopoly

    Brexit, la May convoca il gabinetto: Regno Unito verso l’accordo con l’Ue

    Secondo quanto riporta il Financial Times, il premier Theresa May avrebbe informato il suo gabinetto che si è prossimi a una svolta nelle trattative con Bruxelles che da mesi sono in fase di stallo, proprio mentre Downing Street soffre... Un’intesa di questo tipo potrebbe creare non pochi problemi di tenuta politica al governo May.

    Cani contro la Brexit: raduno pro-Ue di 500 quattrozampe a Londra

    Alcune centinaia di manifestanti filo-Ue, accompagnati dai rispettivi cani, sono scesi in strada oggi a Londra per uno dei raduni in programma questo mese fra le iniziative promosse dalla campagna 'People's Vote' in favore di un secondo referendum sulla Brexit a marzo in Gran Bretagna. Padroni e cani si sono dati convegno vicino a Westminster per un breve corteo fino a Parliament Square, di fronte alla Camera dei Comuni e dei Lord. L'appuntamento è stato ribattezzato 'Wooferendum', qualcosa tipo...

    – Guido Minciotti

    Brexit, May: «Fuori da Ue futuro radioso». Ma arriva la mozione di sfiducia

    «I nostri giorni migliori devono ancora venire, il futuro è nelle nostre mani», ha assicurato oggi Theresa May, dichiarando che la Gran Bretagna fuori dall’Unione Europea avrà un futuro radioso, «pieno di promesse». ... GUARDA IL VIDEO / Johnson apre congresso Tory e silura la Brexit di May Ma, Theresa May deve fare anche i conti con la mozione di sfiducia presentata a pochi minuti dal suo discorso di chiusura dal deputato del suo partito, James Duddridge.

    – di Nicol Degli Innocenti

    Brexit è già costata 52 miliardi di sterline. E Parigi festeggia

    A Birmingham si apre oggi il congresso annuale dei conservatori che altro non è che un’altra estenuante prova di resistenza della premier Theresa May (una cinquantina di deputati Tory vorrebbe cacciarla per sostituire al suo pallido piano di uscita dalla Ue una Brexit più netta benché dura).

    – di An.Man.

    L'arte della politica

    Nella prima metà del ‘900, quando nessuno avrebbe creduto che l'erede di Churchill fosse Theresa May, si potevano incontrare ancora dei personaggi di alto profilo che gestivano le sorti dell'umanità e scrittori che riuscivano a descriverne le mosse.

    – di Armando Torno

1-10 di 929 risultati